CENTOVETRINE/ Anticipazioni: Jacopo picchia Ascanio. Trama puntata 28 giugno 2013

- La Redazione

Nella prossima puntata di Centovetrine, in onda venerdì 28 giugno, Jacopo tira un pugno ad Ascanio e ha parole durissime per la moglie Diana

centovetrine_jacopoR439
Jacopo (Alex Belli)

A Centovetrine, Jacopo (Alex Belli) è sempre più risoluto nella sua intenzione di incontrare Diana (Daniela Fazzolari) in villa ed è pronto per partire per la sua missione. Viola (Barbara Clara) rivela a suo fratello di aver chiesto un prestito al loro padre per rilevare Serralunga e sbattere fuori Brando (Aron Marzetti) ma Jacopo cerca di convincere sua sorella a desistere dal suo intento. Margot (Gaia Messerklinger) e Sebastian (Michele D’Anca) discutono sulle loro ultime scoperte riguardo il rapporto esistente tra Carol (Marianna De Micheli) e Corradi; Castelli suppone che Vinicio stia ricattando Carol, vista la loro conoscenza pregressa. Margot rivela di essere riuscita a entrare in contatto con Corradi fingendosi una paziente dell’ospedale e Sebastian la mette in guardia, chiedendole di fare attenzione con quell’uomo pericoloso. Serena (Sara Zanier) passa a trovare Brando e lo informa di aver saputo, tramite Cristiano (Ruben Rolando Rigillo), le intenzioni di Viola su Serralunga e di temere che la donna voglia tirarla in mezzo alla separazione per ottenere più vantaggi. Viola scopre i due a parlare in privato. Diana legge un articolo in cui si afferma che l’affare con la Nemesis stia per saltare e chiede ad Ascanio (Rocco Giusti) di accompagnarla a incontrare una persona. Ivan (Pietro Genuardi) informa Ettore (Roberto Alpi) di essere a conoscenza della presenza di un clochard il giorno dell’omicidio di Maddalena che potrebbe aver visto qualcosa e consiglia Ferri di rivelare il fatto di aver fatto sparire la pistola con cui Maddalena minacciava Diana. Inoltre, informa Ettore di aver intenzione di lasciare Torino per sempre, in modo da seguire Oriana (Selvaggia Quattrini) a Venezia. Viola incontra Serena e la donna ribadisce di aver parlato con Brando solo perché ha saputo della sua richiesta di separazione per colpa, anche per il suo timore che possano tirarla in mezzo alle loro beghe. Viola conferma, ma Serena cerca di convincere Viola ad abbandonare l’assurda guerra contro Brando e provare a tornare con suo marito. Viola risponde che è impossibile e aggiunge che è umiliante riavere suo marito solo perché lei ha deciso di andar via, anche perché sarà sempre in mezzo a loro due, rappresentando il suo più grande rimpianto come donna e come moglie. Laura (Elisabetta Coraini) informa Margot che a breve ci sarà una riunione in cui lei e Sebastian illustreranno delle novità per la rivista e ribadisce alla ragazza che se fosse per lei, non avrebbe avuto il posto di direttrice. Le due donne, però, pare che raggiungano una tregua, promettendosi di non irritarsi più a vicenda. Viola incontra suo padre che le nega il prestito per Serralunga, adducendo come giustificazione il fatto che non può avvelenarsi la vita in eterno per fare la guerra contro Brando. Aggiunge che, come padre, il suo compito è di proteggere sua figlia anche da se stessa e Viola risponde che troverà un altro modo per perseguire il suo obiettivo. 

Diana è nel panico, dato che il gruppo rischia il tracollo da un momento all’altro, e Ascanio tenta di rassicurarla, convincendola che riuscirà comunque a fare la cosa giusta. Diana ringrazia Ascanio per le sua parole e per il fatto di esserci sempre stato: in un momento di debolezza, i due si baciano. In quel momento, però, sopraggiunge Jacopo, che li coglie sul fatto.

Trama puntata 28 giugno 2013 – Jacopo molla un pugno ad Ascanio e ha parole durissime per Diana: mentre lui era latitante lei lo tradiva nel peggiore dei modi. Diana è sconvolta. Margot accusa Laura di averle rubato l’idea di un quotidiano on line. Le due arrivano aduno scontro fisico e Sebastian deve intervenire. Ivan dice a Oriana che non la lascerà partire da sola: la seguirà nella nuova città. Damiano deve dire a Milo la verità: Ame’lie non vuole più vederlo. Il bambino ci rimane molto male.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori