CHI L’HA VISTO?/ La puntata di oggi, 5 giugno 2013, non va in onda. Perché?

- La Redazione

Questa sera il consueto appuntamento del mercoledì con Chi l’ha visto? e i casi di persone scomparse lascerà il posto alla partita Italia-Inghilterra degli Europei Under 21

chi_lha_visto
Federica Sciarelli, Chi l'ha visto

Cattive notizie per gli amanti dei misteri e per le migliaia di telespettatori che ogni mercoledì sera si connettono su Rai Tre per seguire le storie di Chi l’ha visto?. La puntata di questa sera, 5 giugno 2013, non andrà infatti in onda. Non ci sarà il programma che da 24 anni aiuta le famiglie delle persone scomparse ad avere notizie dei loro cari grazie a una linea telefonica (il numero 06/8262) alla quale si può chiamare per fare le proprie segnalazioni, aiutando in modo attivo – e in molti casi persino risolutivo, come, ad esempio, quello di Paul Sanders, il geologo inglese ritrovato dopo a un anno dalla sua sparizione proprio per merito di chiamate da casa –  le ricerche e le indagini. E oggi saranno in stand-by anche i casi “storici” seguiti con attenzione da Federica Sciarelli, come quello del rapimento, avvenuto l’1 settembre del 2004, a Mazara del Vallo, della piccola Denise Pipitone, oppure quello di Roberta Ragusa, la mamma di Gello della quale non si hanno più notizie dalla notte del 14 gennaio dello scorso anno.

La trasmissione di Rai Tre oggi lascerà il posto alla diretta della partita Italia-Inghilterra del campionato europeo under 21, in onda  dalle 20.30, secondo match del Girone A che verrà disputato oggi in Israele. La tv di Stato trasmetterà sul canale Rai Sport 1, alle ore 18, la partita tra i padroni di casa e la Norvegia, per poi passare a tifare per gli azzurrini di Devis Mangia che  dovranno dimostrare le loro abilità tecniche in questa edizione 2013 degli Europei Under 21 e tentare di strappare il titolo che al momento detiene la Spagna.

Il prossimo appuntamento con Chi l’ha visto? è quindi previsto per mercoledì 12 giugno ma, come segnala la redazione nell’home page del sito ufficiale, lo staff è in questi giorni operativo, per cui è possibile continuare con le segnalazioni, apportando il proprio contributo alle ricerche di persone “missing” e al riconoscimento di corpi al momento ancora senza nome.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori