SONO IL NUMERO QUATTRO/ Il film con Alex Pettyfer ispirato alla saga Lorien Legacies

- La Redazione

Questa sera, lunedì 26 agosto, su Italia 1 va in onda il film in prima tv Sono il numero quattro di Daniel John Caruso, con Alex Pettyfer, Dianna Agron e Timothy Olyphant

sono-il-numero-quattro
Alex Pettyfer in "Sono il numero quattro"

In onda stasera alle 21.10 su Italia 1, Sono il numero quattro (titolo originale: I am number four) è un film di fantascienza che piacerà agli amanti dei supereroi. Protagonista un ragazzo allapparenza normale, che in realtà è un essere alieno proveniente dal lontano pianeta Lorien, il ragazzo è dotato di abilità dalla potenza sconvolgente che gli sono state donate per contrastare i terribili Mogadoriani. La pellicola dovrà scontrarsi nella conquista dello share con alcuni mostri sacri. Su Rai Uno infatti è in programmazione linossidabile Commissario Montalbano, mentre Rai Due prevede Squadra Speciale Cobra 11 e Rai Tre il film Cinderella Man. Le altre reti Mediaset trasmettono Lamore quando meno te laspetti (Canale 5) e The Sheperd – Pattuglia di confine (Rete 4). Da non sottovalutare Il sesto senso su Iris, Pallottole cinesi su Italia 2 e Il nemico alle porte su La7.

Ma vediamo la trama del film Sono il numero quattro. In mezzo alla giungla, un uomo e un ragazzo vengono uccisi da individui non umani. Nello stesso momento Daniel (Alex Pettyfer) nuota nel mare della Florida quando sulla sua gamba compare un marchio luminoso che gli lascia una cicatrice e il ragazzo sa che presto dovrà scappare con Henri (Timothy Olyphant), il guardiano che lo protegge. Daniel infatti appartiene alla specie aliena che abitava il pianeta Lorien prima che gli spietati Mogadoriani decidessero di distruggere il pianeta ed estinguere la sua razza. A Lorien si pensò allora di affidare poteri immensi (i cosiddetti Lasciti) a 8 bambini, inviandoli sulla Terra in attesa che fossero in grado di sconfiggere i Mogadoriani. Questi ultimi però partono alla ricerca degli eletti uccidendoli in ordine cronologico secondo il numero assegnato a ciascuno di loro. Daniel, che è il Numero Quattro, si rifugia nella piccola cittadina di Paradise, nellOhio, dove assume il nome di John Smith. Henri pretende che stia nascosto, ma lui, stanco di scappare, insiste per frequentare la scuola locale. Qui conosce la bella fotografa Sarah Hart (Dianna Agron) della quale si innamora, ma deve scontrarsi col bullo dellistituto Mark James (Jake Abel), ex fidanzato di Sarah che non si rassegna al fatto di essere stato lasciato. Ad aiutarlo cè Sam Goode (Callan McAuliffe), vittima prediletta degli scherzi di Mark, che diventa ben presto suo amico. John e Sarah escono insieme ma vengono aggrediti da Mark e dai suoi amici, intenzionati a dare una bella lezione a John che, per difendersi, è costretto a usare i suoi poteri. Viene visto però da Sam, il quale realizza che le teorie sugli alieni di suo padre, scomparso nel nulla e forse rapito, sono esatte. Intanto Henri viene rapito dai Mogadoriani e John corre ad aiutarlo ma il guardiano muore nel tentativo di salvare il suo protetto. I Mogadoriani sono armati fino ai denti e liberano due chimere che John riesce a sconfiggere solo grazie a un cagnolino, che in realtà è una chimera inviata a proteggerlo, e al provvidenziale arrivo del Numero Sei (Teresa Palmer), una ragazza che anziché attendere larrivo dei Mogadoriani ha deciso di braccarli a sua volta. Uccisi gli avversari, Quattro e Sei si impadronisco di due pietre che non appena unite esplodono, ma rivelano loro la localizzazione degli altri sopravvissuti. I due, con la chimera al seguito, partono alla ricerca degli altri. A loro si unisce Sam, convinto che la scomparsa del padre sia legata ai Mogadoriani (Henri infatti dichiara di conoscerlo) e deciso a ritrovarlo, mentre Sarah resta a Paradise promettendo a John che aspetterà il suo ritorno.

Il film, che risale al 2011, è un adattamento cinematografico (non fedele) del primo romanzo di Pittacus Lore e intitolato I am number four. Pittacus Lore è il nome di un personaggio presente nella serie che i veri autori Hughes e Frey hanno usato come pseudonimo. Il romanzo rientra in una serie di sei volumi denominata Lorien Legacies, di cui il secondo The Power of Six (Il potere del numero sei) è uscito negli USA nel 2011. La produzione della DreamWorks Picture affida la regia a D.J. Caruso, mentre la distribuzione è della Walt Disney Picture. Ancora oggi non vi sono notizie riguardo la possibilità di un sequel, anche se il finale sospeso del primo film lascia presupporre una sua continuazione. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori