LE INVASIONI BARBARICHE/ Chi è Mika, da X Factor in Italia a The Voice in Francia

- La Redazione

Mika, cantante e giudice di X Factor 7, sarà tra gli ospiti di Daria Bignardi nella prima puntata della nuova edizione de Le invasioni barbariche, in onda stasera

X-Factor-7-promo
Mika, giudice di X Factor 2013

Mika sarà uno degli ospiti della prima puntata della nuova edizione de Le invasioni Barbariche, il programma di Daria Bignardi in onda su La 7. Michael Holbrook Penniman Jr, che tutti abbiamo imparato a conoscere e ad apprezzare con il nome di Mika, terzo di cinque figli, è nato a Beirut il 18 agosto del 1983 da madre libanese, appartenente alla comunità cristiano-maronita presente nel Paese, e da padre americano. Poco dopo la sua nascita, la famiglia decide, a causa della situazione nel Paese, di trasferirsi prima a Parigi e poi, quando la futura pop-star ha nove anni, a Londra. Il periodo londinese vede il giovane Micheal Holbrook Penniman Jr dover imparare a convivere con la dislessia e impegnato a dare vita alle sue prime composizioni, da lui pubblicate su MySpace, le quali spaziano attraverso diversi generi musicali.

A metà del 2006, quando Mika ha quasi 23 anni, un discografico incappa nel suo profilo su MySpace e comprendendone il grandissimo talento lo mette subito sotto contratto. Pochi mesi dopo, il 5 gennaio del 2007, esce “Grace Kelly”, il singolo d’esordio di Mika. Il successo è immediato e tutti, dagli addetti ai lavori agli amanti della musica, si rendono conto di essere di fronte alla nascita di una stella di caratura internazionale. Poche settimane dopo arriva nei negozi “Life in cartoon motion”, disco d’esordio che svetta per due settimane consecutive al primo posto della classifica dei dischi più venduti in Gran Bretagna e che ottiene ottimi riscontri di vendita anche negli altri paesi. La notorietà in Italia arriva dopo la sua partecipazione come ospite internazionale al Festival di Sanremo 2007. Il disco, da cui verranno estratti altri singoli di grande successo, tra cui “Happy ending”, gli consente, sempre nel 2007, di conquistare vari premi, tra cui 4 World Music Awards, e 2 nomination agli MTV Music Awards.

Mika, che molti accostano, tra gli altri, a Freddie Mercury e Beck per le doti vocali e la grande presenza scenica messa in mostra fin dal suo primo tour mondiale, si dimostra artista prolifico e nel 2009 dà alle stampe “Songs for sorrow”, un EP contenente quatto canzoni. Sempre nel 2009, nel mese di settembre, esce il suo secondo album di inediti, dal titolo “The boy who knew too much”. Anche questo disco, da cui vengono estratti singoli di grande successo commerciale, quali “We are golden” e “Rain”, ottiene ottimi riscontri, sia a livello di vendite che di recensioni.

Nell’estate del 2010 viene commercializzato il singolo “Kick ass (we are young)”, facente parte della colonna sonora dell’omonimo film, e si conclude il tour mondiale legato al suo secondo album. A ottobre di quell’anno Mika attraversa un momento molto difficile: la sorella rimane vittima di un grave incidente, cadendo da una finestra, e sopravvivendo per quello che il cantante, in una recente intervista, ha definito “un miracolo”.

Mentre lavora al suo terzo disco, Mika scrive con Madonna il brano “Gang bang”, canzone che comparirà poi nell’album della regina del pop, “MDNA”. Il 25 settembre del 2012 il terzo album di Mika vede finalmente la luce: “The origin of love”, il cui singolo apripista è “Celebrate”, è preceduto da un’intervista, rilasciata a un settimanale, in cui il cantante dichiara pubblicamente la propria omosessualità, affermando che molte delle sue canzoni hanno come tema l’amore tra uomini. A novembre dello stesso anno Mika è ospite dell’edizione nostrana di “X Factor”: dopo aver cantato un brano tratto da “The origin of love”, ricopre, per il resto della puntata, il ruolo, del tutto eccezionale, di quinto giudice. Il suo ritorno nella trasmissione, nella puntata successiva, è solo un antipasto di ciò che avverrà nell’edizione successiva: nell’aprile del 2013 viene infatti confermato che Mika sarà uno dei giudici di “X Factor”, il primo non italiano nell’edizione italiana del talent-show. Mika decide quindi di stabilirsi temporaneamente in Italia e, sull’onda della grande popolarità acquisita in questo periodo, decide di pubblicare, esclusivamente per il mercato italiano, una sorta di “The best of”, dal titolo “Songbook Vol. 1”, uscito a novembre 2013. Poco prima dell’uscita di questa raccolta ha concesso un’intervista nella quale ha dichiarato che tra i suoi sogni vi è quello di sposare il proprio compagno, con cui è fidanzato ormai da sette anni, e quello di una famiglia numerosa, con almeno quattro o cinque figli.

Terminata l’esperienza a X Factor Italia, Mika, che continua a battersi per i diritti degli omosessuali, non ha detto addio ai talent show: in questo 2014 sarà infatti impegnato, sempre nel ruolo di giudice, nella terza edizione della versione transalpina di “The Voice”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori