CHI L’HA VISTO?/ Puntata 1 ottobre 2014: le rivelazioni del marito di Guerrina Piscaglia

- La Redazione

Questa sera su Rai 3 va in onda una nuova puntata di Chi lha visto?. Con le anticipazioni vediamo di cosa si occuperà il programma condotto da Federica Sciarelli

chilhavisto_sciarelliR439
Chi l'ha visto?, conduce Federica Sciarelli

La puntata di Chi l’ha visto?, il programma condotto da Federica Sciarelli, è iniziato con un servizio dedicato alla scomparsa di Guerrina Piscaglia, la donna svanita nel nulla il 1 maggio da Ca’ Raffaello, in provincia di Arezzo. Secondo le indagini condotte dagli inquirenti, padre Graziano, il prete coinvolto nella vicenda, avrebbe un ruolo centrale nella sparizione della Piscaglia. Il parroco e la donna avrebbero avuto circa 4000 contatti telefonici, uno dei quali risalente al giorno stesso della scomparsa di Guerrina. Durante il servizio è andata in onda anche una telefonata fatta dagli inviati di Chi l’ha visto? al prete, il quale non ha voluto rispondere alle domande e ha invitato gli interlocutori a rivolgersi al suo avvocato. Sui fatti che hanno coinvolto il prete congolese è intervenuto anche padre Faustino, attuale reggente della canonica di Cà Raffaello, che ha dichiarato che padre Graziano ha commesso un grave errore, che la Piscaglia avrebbe avuto bisogno di uno psicologo e non di un prete e che l’uomo avrebbe dovuto evitare che il rapporto tra lui e la donna si rafforzasse, dichiarando che i sacerdoti devono fare i sacerdoti. Il marito di Guerrina ha voluto rivelare alcuni piccoli segreti personali sia per essere di aiuto alle indagini, sia per evitare un coinvolgimento personale nel caso. Mirko Alessandrini, consorte della Piscaglia, ha dichiarato di avere avuto un’amicizia con una ragazza romena, della quale la moglie era completamente all’oscuro. Inoltre, Mirko ha rivelato che, dopo la scomparsa di Guerrina, egli stesso ha inviato del denaro alla ragazza per aiutarla e che le aveva proposto di stabilirsi a casa sua. Secondo Alessandrini il suo comportamento non sarebbe così strano perché, come ha affermato egli stesso, Guerrina avrebbe fatto molto peggio di lui. In seguito a queste dichiarazioni, Mirko potrebbe essere convocato nuovamente dai carabinieri per chiarire questi particolari emersi. Durante la diretta, Mirko Alessandrini e il suo avvocato erano presenti tramite un collegamento video da Ca’ Raffaello. Si aspettano i risultati dei RIS, che hanno effettuato dei prelievi dalla canonica e si cerca un ragazzo marocchino che potrebbe essere coinvolto nella vicenda.

Successivamente, in studio si è presentato il padre di Giovanni Feliciello, 37 anni, scomparso il 29 settembre da Aprilia. Il padre ha lanciato un appello ai telespettatori, invitandoli a contattare il programma o le forze dell’ordine in caso di avvistamento dell’uomo, in quanto Giovanni ha bisogno di assumere farmaci. Feliciello è scomparso dopo essersi recato a una festa, dopo le 22.00. Il padre ha dichiarato che potrebbe essersi recato a Roma per cercare lavoro e per vedere il Colosseo, un monumento che l’uomo ha sempre desiderato visitare. Un altro servizio, a cura di Maria Lucia Monticelli, ha trattato il caso di Stefania Coverta, scomparsa da Napoli il 29 agosto scorso. Durante il servizio sono intervenute le sorelle della donna, una delle quali ha riferito che Stefania le aveva chiesto di essere accompagnata in stazione per recarsi a Cassino da un’altra sorella. A Cassino, però, la donna non è mai arrivata. I familiari sono molto preoccupati e la cercano senza sosta. La donna si era sposata all’età di 16 anni e dal quel matrimonio aveva avuto 5 figli. Dopo 28 anni di vita coniugale aveva deciso di mettere fine al legame col marito e, lo scorso aprile era andata via di casa per recarsi in una casa famiglia insieme ai due figli più piccoli. Dopo essere andata via dalla comunità che la ospitava, Stefania era tornata a vivere con la madre e la sorella. E proprio da quella casa si è allontanata per l’ultima volta. Le sorelle hanno lanciato degli appelli disperati nel tentativo di avere presto notizie della donna. Inoltre, sono stati intervistati il marito e la figlia maggiore della donna, i quali hanno dichiarato che questa situazione li preoccupa non poco, in quanto Stefania si è sempre fatta sentire in un modo o nell’altro, soprattutto per il bene dei suoi figli. In seguito, è andato in onda il servizio di Nicola Endimioni sulla scomparsa di Giovanni Irrera, il barista siciliano scomparso da Codevigo il 3 settembre scorso. Inseguito ad alcune segnalazioni avvenute nella puntata precedente di Chi l’ha visto?, la moglie Silvia ha dichiarato di essere felice di sapere che il marito è vivo d ha comunicato che lei e la sua famiglia lo aspettano a braccia aperte. L’uomo è stato avvistato in Umbria, precisamente ad Assisi e a Perugia, dove ha soggiornato per tre giorni in una comunità che gli ha offerto un posto letto e del cibo. La moglie ha rivelato che anni prima lei e Giovanni si erano recati ad Assisi per una fuga d’amore e spera in cuor suo che l’uomo sia andato in Umbria proprio per il valore affettivo che la donna attribuisce a quei luoghi. Silvia ha lanciato un appello anche ad altre persone che potrebbero avere gli stessi problemi del marito, invitandoli a parlare con le persone a loro care. In collegamento con lo studio erano presenti anche le sorelle di Giovanni, Pasqualina e Anna e durante la diretta è arrivata la telefonata di un uomo che ha avvistato Irrera proprio ad Assisi. Il servizio successivo, a cura di Gianloreto Carbone, ha trattato il caso enigmatico della scomparsa di Elena Ceste. Il marito della donna, Michele Buoninconti, è tornato al lavoro. Il mistero della donna, mamma di quattro figli, scomparsa 8 mesi fa resta ancora fittissimo. L’unico indizio resta il racconto di Michele, un racconto senza testimoni. Il racconto dell’uomo è dettagliato, ma allo stesso tempo caotico e pieno di incongruenze. Nonostane ciò, gli inquirenti gli credono e la scomparsa di Elena resta un rompicapo. 

E’ il turno del servizio di Fabrizio Franceschelli, che si occupa di Lucia Rancan, scomparsa da Chiampo il 27 agosto scorso. La madre di Lucia ha parlato con l’inviato, dichiarando che la figlia da 20 anni assume farmaci per disturbi mnemonici e di personalità. Lucia, è convinta di poter fare a meno dei medicinali e per questo c’è molta preoccupazione da parte della famiglia. Il 28 agosto scorso Lucia sarebbe dovuta partire per l’Inghilterra, dove abita il fidanzato, ma di lei si sono perse le tracce il giorno prima. E’ stata ritrovata l’auto della donna vicino ad uno sportello Bancomat a Vicenza, dove risulta anche un prelievo di denaro. Successivamente, sono stati registrati altri tre prelievi Bancomat, uno a Venezia e due a Bari. La famiglia ha dichiarato, inoltre, che Lucia quando non assume i farmaci cambia nome per non farsi riconoscere.Un caso molto sconvolgente è stato trattato da Veronica Briganti, che si è recata a Catania dove ha perso la vita Salvatore La Fata, dopo essersi dato fuoco in piazza Risorgimento. L’uomo aveva perso il lavoro e, spinto dalla disperazione, aveva allestito una bancarella abusiva in piazza. Giunti sul luogo, i vigili urbani avevano sequestrato all’uomo la merce, mentre quest’ultimo minacciava di darsi fuoco se gli fosse stato impedito di lavorare. Alcuni testimoni hanno dichiarato che i vigili hanno risposto a La Fata: “Se vuoi darti fuoco, spostati più in là”. Da queste presunte dichiarazioni è partita un’indagine interna presso la caserma dei vigili urbani di Catania, anche se il comandante ha smentito le dichiarazioni dei testimoni. Salvatore La Fata è morto dopo aver riportato ustioni sul 60% del corpo e dopo 11 giorni di sofferenze.L’ultimo servizio, curato da Francesco Paolo Del Re, è stato dedicato a Emanuele Arcamone, il giovane scomparso da Ischia il 9 maggio del 2013. Il ragazzo, studente di ingegneria meccanica, viveva e studiava a Napoli. Dopo aver passato diversi momenti difficili ed essere entrato in crisi, Emanuele è tornato a casa dei suoi genitori e da qui è uscito senza più farvi ritorno. Poco prima di sparire aveva iniziato a soffrire di tic, aveva dei comportamenti strani. L’ennesimo dolore, la morte di un suo caro amico, aveva portato il ragazzo a chiudersi ancora di più in se stesso. Prima di sparire nel nulla aveva scritto al suo migliore amico, con il quale aveva anche avuto dei problemi, confidandogli di voler intraprendere un viaggio spirituale ed invitando l’amico a seguirlo. I genitori sono convinti che sia entrato a far parte di una setta, che l’ha convinto ad allontanarsi da familiari e conoscenti. Emanuele al momento della sua scomparsa ha lasciato a casa documenti, soldi e cellulare. Il caso di Emanuele ricorda quello di Michele Bennazzi, scomparso in circostanze simili nel 2002 e mai più ritrovato. I padri dei due ragazzi si sono incontrati e si sono confortati a vicenda.

Sarà visibile anche in diretta streaming la puntata di Chi lha visto, il programma condotto da Federica Sciarelli in onda su Rai Tre. Si parlerà Rosalia e Paola, due ragazze di Burano scomparse nel nulla. Clicca qui per vedere la puntata in diretta streaming su Rai.tv

Ancora qualche ora di pazienza e i fan di Chi lha visto?, la trasmissione di cronaca nera condotta come sempre da Federica Sciarelli, potranno assistere a una nuova puntata del loro format preferito. Al  centro della serata odierna omicidi e scomparse, ma tra i tanti servizi che domineranno la serata ecco il caso di Guerrina Piscaglia: la donna e madre di i Cà Raffaello (Novafeltria) scomparsa il primo maggio scorso senza lasciar tracce mentre andava verso la canonica: un frate è indagato per sequestro di persona. Come si può vedere dal video promo dellappuntamento odierno la redazione del programma ha intervistato il marito della donna, che non sa motivare in nessun modo la sparizione della moglie.

Questa sera su Rai 3 va in onda una nuova puntata di Chi lha visto?, il programma di cronaca nera condotto da Federica Sciarelli che cerca di fare luce sui casi di omicidio e sparizione rimasti ancora insoluti. Lappuntamento odierno – che scatterà come sempre alle 21.05 – dedicherà ampio spazio alla misteriosa sparizione di Rosalia e Paola, due ragazze di Burano (Venezia) che mancano da casa dal 1991: “Le buranelle si sono ribellate a un tentativo di stupro di gruppo e sono state uccise”, racconta un testimone. Le due ragazze dovevano andare al cinema, ma sono svanite nel nulla: le loro famiglie non si arrendono neanche a distanza di 23 anni e scavano per trovare la verità. Le indagini sono state riaperte e nel mirino degli investigatori cè il fidanzato di Rosalia, sospettato di averle attirate in una trappola. Il più classico dei cold case si avvia alla soluzione? E non è finita qui visto che la puntata darà tutte le ultime novità relative al caso di Guerrina, la mamma di Ca’ Raffaello (Arezzo), scomparsa il primo maggio mentre andava verso la canonica: un frate è stato indagato per sequestro di persona.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori