The Voice Italy 2014/ News 2^ed. Blind Audition: i 13 concorrenti scelti. Inizio tra le polemiche… (prima puntata del 12 marzo 2014)

- La Redazione

Questa sera, mercoledì 12 marzo, su Rai Due inizia la seconda stagione di “The Voice of Italy” con Raffaella Carrà, Piero Pelù, Noemi e J-ax nel ruolo di coach.

the-voice-2-coach
Vincitore The Voice

La prima puntata della seconda edizione del talent musicale  The Voice Italy 2014 inizia tra le polemiche. A Piero Pelù non è decisamente piaciuta, anzi dicono sia furioso. Di cosa? Della copertina che il giornale Tv Sorrisi e Canzoni ha dedicato ai quattro coach della nuova serie di The Voice, e cioè lo stesso Pelù, il nuovo arrivato J-Ax, Noemi e Raffaella Carrà. In effetti la foto li ritrae, soprattutto il cantante dei Litfiba, con espressioni alquanto ridicole, grottesche, nel tentativo di apparire grintosi. Lui parla di mancanza di rispetto e dice: “si preoccupano solo di far venire bene il loro padrone” (che sarebbe Berlusconi). Ecco cosa ha scritto sulla pagina facebook del giornale: “LA COVER DI SORRISI E CANZONI è veramente oscena, complimenti al fotografo che andrebbe bene per un film di Rob Zombie (che adoro) e alla redazione che si preoccupa di far venire bene in foto solo il suo padrone”. Poi continua: nessuno ci ha fatto vedere gli scatti prima di pubblicare la foto. 

La prima puntata della seconda edizione del talent musicale The Voice of Italy parte alla grande proponendo diversi nuovi talenti di sicuro avvenire. La conduzione del programma è affidato a Federico Russo mentre i quattro giudici-coach sono i confermati Piero Pelù, Noemi e Raffaella Carrà più la new entry rappresentata da J-Ax che prende il posto di Riccardo Cocciante. Questo primo appuntamento fa parte della cosiddetta fase Blind Audition, le audizioni nei quali i coach dovranno valutare i vari concorrenti stando girati e quindi non potendoli vedere allopera ma solo sentire. Dopo la sigla iniziale si entra immediatamente nel vivo della gara con la prima concorrente che si chiama Federica Budda di 22 anni che si presenta interpretando a proprio modo il brano della cantante romana Giorgia, Quando una stella muore. La performance di Federica convince Raffaella Carrà, J-Ax e Noemi che quindi si sono girati e che hanno parole di elogio per la giovane cantante. Ora tocca a Francesca decidere per quale team optare e alla fine decide di entrare in quello di Raffaella Carrà. Il secondo concorrente è una donna di 41 anni il cui nome è Gianna Chillà, già mamma di un bambino. Gianna propone un pezzo di Janis Joplin, Kozmic Blues con il quale riesce a sprigionare una tale energia da ammaliare tutti e quatto in coach che infatti si girano in pochissimo tempo esaltandone le capacità canore della donna. Pelù non nasconde di aver avuto la pelle doca durante lesibizione e Noemi sottolinea di amare tantissimo questa tipologia di musica. Probabilmente sono queste parole che portano Gianna a decidere di essere la prima componente della squadra di Noemi. Il terzo concorrente in gara è ancora una volta una donna. Si chiama Tatiana Tarsia e viene da Matera in Basilicata. La giovane cantante propone uno dei pezzi più famosi di Giusy Ferreri: Non ti scordar mai di me. Linterpretazione pare essere abbastanza buona ma non tale da convincere i quattro coach dei quali nessuno si gira. Piuttosto duro nel giudizio J-Ax che rimarca la scarsa attenzione posta dalla cantante nella cura dellinterpretazione. Tuttavia la concorrente non pare abbattuta dalla cosa tantè che sottolinea come quello di cantane sia la professione che ha intenzione di fare e quindi non mollerà mostrandosi sicura di poterci riuscire. Finalmente arriva il primo concorrente maschio: Giacomo Voli. Voli presenta un pezzo rock piuttosto deciso per una interpretazione che coglie immediatamente nel cuore di Piero Pelù che si dice entusiasta. Inevitabile che il concorrente decida di entrare nel team di Piero Pelù. La prossima concorrente arriva da Salerno, si chiama Luna Palumbo, ha 23 anni e si cimenta nel famosissimo pezzo di Vasco Rossi Albachiara. Davvero straordinaria la sua performance e infatti non solo i quattro giudici si girano in pochissimi istanti ma tutto il pubblico alla fine della canzone, tributa alla ragazza una vera e propria standing ovation lasciando presagire come possa essere una delle potenziali protagoniste di questa edizione The Voice of Italy. Naturalmente sono tutti entusiastici nei toni e nei contenuti i commenti da parte dei quatto coach ma la brava Luna alla fine decide di diventare la prima concorrente di J-Ax anche in ragione dellintenzione di sperimentare qualcosa di interessante con il cantante. A salire sul palco sono una coppia formata da Angelo Villani insieme al padre Stefano che si propongono al pubblico e soprattutto ai coach con il brano My Father Eyes tuttavia ottenendo scarsi risultati e infatti nessuno si gira. Da sottolineare come il ragazzo abbia partecipato in passato a una edizione di Amici. Tommaso Pini di 24 anni, fiorentino doc, canta Summertime mostrando una voce molto delicata e sensuale tantè che i quattro giudici erano convinti si trattasse di una donna. Per lui tutti commenti positivi con il cantante che decide di entrare nel team della Carrà. Il prossimo concorrente è unaltra vecchia conoscenza di Amici. Si chiama Francesco Rosanò calabrese puro sangue che si presenta con Purple Rain di Prince. La sua esibizione però, non convince nessuno dei quattro giudici e quindi viene eliminato con la Carrà che rimarca come non sia ancora pronto. la volta di Simona Farris che ha deciso di interpretare la canzone Per dire di no di Alexia, grazie alla quale ottiene il si della Carrà, di Noemi e di Piero Pelù. Simona viene contesa soprattutto dalla Carrà e da Noemi che spendono belle parole per lei e alla fine la scelta è verso il team di questultima.

Il prossimo è il napoletano Ivan Granatino che propone una versione originale di Vengo dalla luna ottenendo il pass per il programma ed entrando nel team di J-Ax anche in ragione di diverse sintonie sullo stile. Il successivo concorrente è Andrea Veschini, romano, che invece si presenta con un famoso pezzo di Jamiroquai, Virtual Insanity. Per lui ci sono ottimi riscontri e alla fine la decisione di optare per Noemi evidenziando anche un certo apprezzamento per le sue canzoni. il turno di Luiza, artista di strada di origini rumene che canta Set to the fire in the rain di Adele tuttavia conquistando lattenzione dei coach tra laltro con una piccola polemica con Noemi in ragione del fatto che la concorrente sembrava essere in cerca di un aiuto per via della sua condizione economica. Giusy Scarpato si cimenta in Dont You Worry Bout A Thing di Stevie Wonder e riesce a ottenere il pass per entrare nella squadra di J-Ax che sembra molto contento della cosa. Antonella Anastasi, 21enne catanese, canta Run to You dellindimenticata Withney Houston trovano il supporto di tutto i coach per poi optare su Noemi. Il prossimo è Simone Di Benedetto che canta Rossi di Raffaella Carrà. Per lui si girano sia la Carrà che J-Ax con la prima a spuntarla. La successiva concorrente è Paola Bivona che invece canta Redemption Song di Bob Marley conquistando lattenzione di tutta la giuria per poi decidere per Piero Pelù. Non ce la fa invece, Cristian De Leo con il pezzo dei Modà, La notte. Infine, semaforo verde per la palermitana Daria Biancardi che con I have nothing di Withney Houston entusiasma tutti i coach. La sua preferenza è per il team di Pelù che addirittura parla di svariati orgasmi provati durante la performance della giovane cantante.

Cristian De Leo ha 35 anni e si sente molto rock. Lo accompagnano a The Voice Italy 2014 i suoi genitori. Adesso si è trasferito a Verona dove faceva il cameriere ma poi il karaoke lo ha spinto a fare il cantante: “chiudi gli occhi, canti e in quel momento stai sognando”. The Voice potrebbe essere il suo trampolino di lancio e sul palco si presenta con “La notte”. L’esibizione è quasi finita quando nessuno si gira per lui, nessuno ha trovato niente di nuovo. “Non basta il giubbotto di pelle per essere e fare il rock” secondo J Ax. La prossima cantante, dopo anni di rinunce e sacrifici, eccola qui per l’opportunità di cambiare la vita. Daria Biancardi ha 36 anni e per anni è stata in America dove però non è riuscita a sfondare, era incinta di sette mesi ma alla fine ha lasciato tutto per tornare in Sicilia, crede di meritare un’altra possibilità. A The Voice l’hanno accompagnata il papà e il suo compagno. Si girano in ordine Piero Pelù, Raffaella Carrà e Noemi. Alla fine anche J Ax si gira mentre Daria conquista tutti con la sua magnifica voce che fa alzare in piedi il pubblico e commuovere anche il nostro rapper. Piero Pelù parla dei suoi mille orgasmi per averla ascoltata e poi la riempie di complimenti offrendosi come mentore per il suo percorso. Raffaella Carrà vuole Daria “so già dove ti porterò… sarà un viaggio di cui non ti dimenticherai un secondo”, il cuore di J Ax si è sciolto come un gelato e poi si prende a colpi di rap con la Carrà. Noemi “tu sei la bomba e io sono la tua miccia”. Alla fine Daria sceglie Piero Pelù a sorpresa.

La mamma, il papà e la sorella ha accompagnato Paola Bivona, Pontedera in provincia di Pisa, a The Voice Italy 2014 dove la giovane concorrente si presenta con “Redemption Song di Bob Marley”. La sua interpretazione lascia i coach senza parole, i 4 si guardano, si girano intorno ma il primo che si gira è J Ax, seguito da Piero Pelù e Noemi. Il primo a prendere la parola è proprio il toscano che la ammira per il suo coraggio “sei sulla strada giusta per fare un grande salto”. Raffaella Carrà non ha sentito qualcosa che le stuzzicasse l’anima e per questo non si è girata. J Ax dice che questa è la sua canzone preferita e le ricorda che è stato il primo a girarsi. Noemi sente il suo “profumo” per via della loro treccia rasta “hai una voce diversa, una voce leggera e un timing fichissimo”. Ora tocca a Paola prendere la parola “sono onorata ma credo che la nuova sperimentazione posso farla solo con Piero Pelù”. Il toscano corre sul palco ad abbracciare la sua nuova concorrente.

Antonella Anastasi viene da Catania e ha 21 anni. Lavora per aiutare la famiglia e una situazione economica non bella. Spera tanto che The Voice Italy 2014 possa darle la possibilità che non ha mai avuto e che possa cambiare la sua vita in meglio. Sul palco si presenta con “Run to You”, una voce straordinaria e un animo romantico e sognante. I coach si guardano e iniziano a commentare. Pelù invita Raffaella Carrà e Noemi a fare qualcosa. Proprio negli ultimi secondi della canzone, Noemi decide di buttarsi e girarsi. Gli altri le fanno i complimenti anche se Jax non capisce il genere è felice di vederla nel programma. Antonella è nel team di Noemi anche se lei ha pensato che fosse un pò classica ma lei è disposta a farla cambiare e renderla “nuova” visto che la sua voce è cristallina e molto bella. Dopo la sua uscita di scena, J Ax chiede a Noemi chi è l’artista che cantava la canzone, una canzone, a suo dire, tipica dei cartoni animati quando muoiono i cerbiatti. Altro appuntamento al buio per noi che ci ritroviamo a sentire la voce del nuovo cantante che arriva sul palco con “Rosso”. E’ un uomo, ma questo non lo sapevamo almeno fino a che non lo abbiamo visto, che manda in tilt i giudici che iniziano a guardarsi. I genitori e un amico lo hanno accompagnato a The Voice e lui è Simone ma Raffaella Carrà non se ne era accorta, J Ax ride dietro la sua poltrona. Simone ha 20 anni e viene da Catania e la Carrà è felice della sua presenza perchè avrebbe voluto fare una versione rock di Rosso e nessuno le ha dato questa possibilità. Anche J Ax si è girato facendo i complimenti al nostro caschetto biondo e anche Pelù ha sottolineato che il pezzo gira. Simone deve dire al sua e sceglie proprio la Carrà.

“Mia madre si è ammalata, non ho pensato più a me stessa e così mi sono fatta male come se anche io avessi il cancro come lei e ho preso 60 chili”. Lei ora fa la segretaria part time ma nel fine settimana canta e questa potrebbe essere l’ultima carta della sua vita, vita sempre condizionata dal suo aspetto fisico. Il pezzo che presenta Giusy Scarpato è Don’t you worry bout a thing. I giudici apprezzano ma l’unico che si gira in tempo è J Ax. Raffaella Carrà le fa notare che alcune grandi hanno il suo aspetto fisico e non si deve fare un problema per questo, per Piero Pelù è davvero tanta roba. J Ax la ringrazia “io capisco quello che hai detto, anche io mi sento un pò inadatto”, lui le promette di farle avere una hit tutta sua. Lei dopo 20 anni di gavetta è felice di essere arrivata a questo punto. La Carrà lo invita a darle un bacio e i due si abbracciano. Lei esce dallo studio e abbraccia la madre in lacrime. Raffaella fa i complimenti a j Ax che non è solo simpatico e irriverente, ma anche dolce e sensibile.

Avevo 8 anni quando sono partita e ho lasciato la mia famiglia e la scuola, cantavo per strada, ho voglia di cantare e non mi ha fermato niente. I suoi genitori sono in Romani, lei è Luiza e ha 20 anni. The Voice l’ha coccolata e lei cura le sue ferite con la musica e non vede l’ora di essere su un palco, dove non è mai stata. Ad accompagnarla ci sono il fidanzato e un’amica. L’artista d strada non convince J Ax che trova soporifera l’esibizione e così spinge i suoi colleghi a girarsi. Per Piero Pelù è piatta anche se brava ma l’esibizione finisce e nessuno si gira per lei. “Avevo 8 anni quando sono partita e ho lasciato la mia famiglia e la scuola, cantavo per strada, ho voglia di cantare e non mi ha fermato niente”. I suoi genitori sono in Romania, lei è Luiza e ha 20 anni. The Voice l’ha coccolata e lei cura le sue ferite con la musica e non vede l’ora di essere su un palco, dove non è mai stata. Ad accompagnarla ci sono il fidanzato e un’amica. L’artista d strada non convince J Ax che trova soporifera l’esibizione e così spinge i suoi colleghi a girarsi. Per Piero Pelù è piatta anche se brava ma l’esibizione finisce e nessuno si gira per lei.

Ivan Granatino 29 anni, quando vado sul palco vado in un’altra dimensione e darò il massimo. Il padre è suo maestro e sul palco si presenta con un rap “Vengo dalla luna” che mette subito in agitazione j Ax che dopo un pò si gira seguito dalla Carrà. Alla fine si gira anche Noemi mentre resta fermo Piero Pelù. Al grido di “ciao zio”, J Ax si accorge di averlo già visto su youtube e lui conferma di aver fatto delle cover e quando lui conferma, il coach è felice di averlo scelto. Noemi e Raffaella Carrà ci provano per convincerlo mentre Pelù afferma di non essersi girato convinto di trovarsi davanti un rapper ma adesso che sa che va giù anche con il rock si sta mangiando le mani e gli anelli. Alla fine Ivan sceglie J Ax che gli chiede di fare un’improvvisazione rap di cui non rimane molto colpito. J Ax non vuole solo voci uniche ma quelle ignorate da tutti gli altri per vari motivi, un team di perdenti (losers).

Francesco Rosanò, 23 anni, calabrese. Ha sempre amato cantare e da quando lo ha capito non si è mai fermato. Nel 2010 entra in un coro gospel e facendo volontariato in un carcere dove insegnava canto ha capito il vero senso delle cose e che la musica è libertà, anche per quelle persone che non ce l’hanno. Si presenta sul palco con “Purple Rain” e un timbro davvero particolare e bello, ma cosa potrebbe fare in italiano? Nessuno si gira per lui ma la Carrà gli consiglia di trovare la sua strada e seguirla senza copiare nessuno. Simona Farris, 22 anni, sarda. Studia a Roma dove fa l’Accademia di musica e ad accompagnarla a The Voice è la sua famiglia: genitori e sorella. La mamma dice che canta con l’anima e per questo dovrebbero sceglierla. Lei si presenta sul palco convinta che niente potrà farla desistere dal cantare, nemmeno se i 4 coach non si girassero. “Per dire di no” è il brano scelto per la sua blind audition che va alla grande visto che, quasi alla fine, tutti e 4 si girano accodandosi a J Ax. Noemi promette di farla crescere ma anche di scrivere con lei se vuole farlo. Per la Carrà da metà canzone in avanti è arrivato quel qualcosa che l’ha spinta ad andare avanti. “Siete dei grandi artisti e vi stimo tantissimo, mi piacciono le sfide però io scelgo Noemi”, con queste parole si chiude la scelta di Simona.

A The Voice Italy 2014 appuntamento al buio anche per il pubblico che questa volta non vede nemmeno i particolari del concorrente sul palco. I giudici iniziano a sentire la sua voce e questa volta non sono riusciti nemmeno a capire se si tratta di un uomo o una donna visto che non si sono uditi nemmeno i passi. I , però, rimangono fermi a sentire mentre noi scopriamo che è un ragazzo di 24 anni, Tommaso. Quando nessuno ci credeva più, i 4 si girano e rimangono a bocca aperta, pensavano di trovarsi davanti una donna ma poi hanno visto Tommaso, di Firenze. J Ax gli offre le palle e la pelle per averlo mentre la Carrà lo ama e vorrebbe averlo nella sua squadra anche se capisce che è difficile visto la concorrenza aspra. “Ognuno di voi potrebbe darmi quella marcia in più per sperimentare o approfondire un genere diverso, io non avevo previsto una situazione del genere però dal momento che amo, appunto, sperimentare, mi piacerebbe scegliere Raffaella Carrà”, è lui il suo secondo concorrente. J Ax lo invita a tornare in camerino, a togliere il cappello, e farsi il caschetto!

A The Voice Italy 2014 Luna Palumbo di 23 anni, di Salerno, ama la musica è come mangiare molta cioccolata. Luna conquista i giudici con una sua versione personale di “Albachiara”. La giovane di Salerno non solo ottiene 4 buzzate ma anche una standing ovation del pubblico per la sua “rivoluzione” del pezzo tanto da spingere anche J Ax ad apprezzarla. Piero Pelù le dice “mi ricordi Cocciante che quest’anno mi manca, sei un torello del rock” con queste parole prova a prendere Luna nella sua squadra ma lei, per provare qualcosa di nuovo e allucinante e mettersi alla prova, sceglie Jax che finalmente ha la sua prima concorrente. Lui, contento, la abbraccia e poi, in pausa, dice alla telecamera che è stata una soddisfazione essere scelto tra tutti.

Il conduttore di questa seconda edizione di The Voice Italy 2014 annuncia un altro concorrente, Giacomo Voli. Anche noi, come i giudici, non lo vediamo in volto ma alcuni particolari del suo abbigliamento ci fanno pensare subito al suo animo rock, animo che Piero Pelù riconosce in pochi secondi, ancora prima di sentirlo cantare, sin dalle prime note della canzone. Piero Pelù, J Ax e Raffaella Carrà si girano ma Noemi no e spiega anche di non averlo fatto perchè non avrebbe saputo gestirlo in italiano. A differenza sua, gli altri tre si offrono di farlo ma alla fine tutti sanno che Voli sceglierà Piero Pelù e così è stato.

La seconda concorrente di The Voice Italy 2014 è Gianna Chillà, 41 anni, da Roma, che ha ritrovato suo padre solo tre anni fa e che ha sempre avuto un rapporto speciale con la mamma con la quale è cresciuta insieme visto che sono divise da pochi anni di differenza. Ha sempre voluto fare la cantante soprattutto per rendere orgoglioso il suo bambino Sirio. La sua voce spacca, il suo timbro è particolare e tutti e 4 i coach hanno i brividi a sentirla cantare tanto che, dopo poco dall’inizio, si girano quasi contemporaneamente. Si esibisce scalza per in Kozmic Bluesdi di Janis Joplin e con questo si aggiudica il nomignolo di “Regina scalza” da parte di Piero Pelù che non solo ama il suo timbro ma che la ama ed è sicuro di poter fare bene con lei. Per Noemi è la sua cantate preferita e racchiude tutto quello che ama. J Ax e Piero Pelù sono con la pelle d’oca ma alla fine la cantante sceglie Noemi che felice la abbraccia.

La prima concorrente di The Voice  2014 è Federica Buda, vive a Roma ma è nata a Catania. Lavora in una pizzeria al taglio, la sua famiglia sta in Sicilia, e lei, a 22 anni, vuole crescere e maturare. Il rapporto con i suoi è bellissimo, specie con la mamma, ma lei ha un sogno: cantare. Prima di salire sul palco pensa ai nonni e guarda l’anello che le hanno regalato. Il suo momento è arrivato. Conquisterà i coach? Presenta “Quando una stella muore” ma stecca molte volte. Nonostante tutto, Raffaella Carrà schiaccia il pulsante, seguita da J Ax e da Noemi. Piero Pelù, invece, spia senzaa schiacciare il pulsante. La giovane Federica piange ma riesce a fare una battuta sulle sue lacrime dovute alla stella che muore. La Carrà si è “sentita rotta e con la voce ha rotto la sua pancia”, J Ax è rimasto colpito a sorpresa “come sentire una canzone da una band che odia”. La Carrà e J Ax si abbracciano ma poi il nostro caschetto d’oro bacia anche Pelù. Noemi le dice che ama il suo timbro che dice “figo”. Federica è indecisa, si dice curiosa di cosa può avere dai coach e alla fine sceglie proprio la Carrà che le permetterà di “unire tutta l’arte”.

L’attesa è finita, le luci si accendono, The Voice è tornato. Sul palco di Raidue comincia la seconda stagione di The Voice alla ricerca di una nuova voce, per realizzare un sogno con il nuovo conduttore, Federico Russo. Il giovane sarà affiancato dalla V-Reporter Valentina Correani. Nell’anteprima dello show, Raffaella Carrà lancia lo studio pieno e il silenzio che fa paura. Noemi, Piero Pelù e J Ax, nuovo giudice dell’ezione, spiegano il resto. I 4 fanno vengono lanciati dal nuovo conduttore e poi in una serie di di video vediamo le impressioni che J Ax ha fatto ai suoi colleghi: un duro dal cuore d’oro per Noemi, irriverente e gentile per la Carrà, una contraddizione in termine, Piero Pelù promette di “pettinarlo” se farà il ragazzaccio. Questa sera in The Voice sarà tempo di scelte, di  Blind Audition: , i coach dovranno solo ascoltare la loro voce e decidere chi scegliere. J Ax sembra essere il più agguerrito e promette: “se mi cattura, spacco il pulsante”. I coach entrano in studio con la loro sigla, ognuno portando sul palco il proprio genere e poi unendosi insieme al pubblico in un coro devastante.

Mancano ormai pochissime ore al via della seconda edizione di The Voice 2014, il talent show canoro che vede Raffaella Carrà, Noemi, Piero Pelù e J-Ax nei panni di vocal coach e Valentina Correani e Federico Russo come presentatori. Alle audizioni si sono presentati in migliaia quattro squadre composte da 16 cantanti hanno dimostrato il talento necessario per poter calcare larena dove si daranno battaglia, fino allultima nota e allultimo acuto, per strappare quel contratto con la casa discografica Universal che potrebbe cambiar loro la vita. Tante le novità rispetto alla passata annualità: a breve saranno svelate. Lappuntamento è fissato alle 21.10 su Rai Due, ma per chi non potesse disporre di un televisore la soluzione si chiama rai.tv, la piattaforma della Rai dedicata appunto alla diretta streaming del proprio palinsesto. Clicca qui per la diretta streaming!

Anche Federico Russo, conduttore della seconda edizione di The Voice 2014, ha voluto dar prova del proprio talento canoro ai quattro coach Raffaella Carrà, Piero Pelù, Noemi e J-Ax in una originale e inaspettata Blind Audition. Nel 2002 Federico Russo ha partecipato come concorrente al talent Operazione Trionfo, condotto da Miguel Bosè. Ma vediamo la sua Blind Audition. Russo, nei panni di concorrente, sale sul palco e propone un medley di Hallelujah di Leonard Cohen ed la mia vita di Al Bano, che il presentatore imita molto bene tanto che i giudici si chiedono se si tratti davvero del cantante pugliese. La sua audizione non convince i giudici: nessuno di loro schiaccia il pulsante e la Carrà rimane di stucco quando Russo tira una stecca sul suo nome. Quando i giudici si girano scoppiano a ridere, mentre il pubblico esulta per il presentatore. Come un vero concorrente eliminato, Russo dice: Chiusa una porta si apre un portone. Grazie, è stata una bellissima esperienza… Ma vorrei scegliervi tutti e quattro per tanti mesi fino a giugno.

Prende il via questa sera la seconda edizione di The Voice 2014, il talent di Rai Due che questanno verrà condotto da Valentina Correani e Federico Russo. Cambiamenti anche tra i coach, dove J-Ax ha preso il posto di Riccardo Cocciante che invece avevamo visto lanno scorso. Sono stati invece confermati per questa stagione Raffaella Carrà, Noemi e Piero Pelù. In un video pubblicato di recente sul sito del programma, vediamo la conduttrice andare a trovare J-Ax nel suo camerino per fargli qualche domanda e il rapper ammette di essere un po in sbattella, quindi probabilmente è leggermente stressato in vista della puntata di stasera. J-Ax però fa notare che questanno devono preoccuparsi tutti, dai concorrenti in gara fino ai vertici Rai, perché la sua presenza si farà sicuramente notare. Ma si è fatto unidea di che squadra vuole avere? Voglio avere una squadra come quella di quel famoso film dei giamaicani (Cool Runnings-Quattro sottozero, ndr) che competono col bob alle Olimpiadi invernali. Quindi J-Ax dice di volere una squadra di outsider che però poi riescono a trionfare contro ogni pronostico. Clicca qui per vedere il video dellintervista

La seconda stagione di The Voice 2014 sta per prendere il via e questa sera su Raidue trovermo nuovemente i talenti italiani del canto che, senza limiti di età e di sesso, potranno tentare la propria scalata verso il successo. Anche questa seconda stagione vedrà seduti in poltrona 4 giudici, confermati Noemi, Raffaella Carrà e Piero Pelù ma al posto di Cocciante siederà colui che ha diviso “l’opinione pubblica”, J Ax che si è presentato come il rappresentante sindacale dei rapper. Ma cosa bisogna fare per entrare nelle loro grazie e nel loro team? Oltre ad avere una voce particolare e un talento naturale, per il team Pelù sono richieste 10 cose essenziali, ovvero: Frequentare solo ragazzacci, Avere l’anima Rock, fare Energia di secondo nome, scambiare il giorno con la notte, non essere tanto normale, vivere fuori dal tempo, non mandarle a dire, incendiare il palco durante l’esibizione, spettinare la gente con la propria voce e portare con sè sempre i propri porta fortuna, diciamo così. Chi sarà degno di entrare nella squadra più rock della tv? Chi vincerà la sfida e conquisterà Pelù? Clicca qui per leggere il post

Questa sera su Rai Due vedremo la prima puntata di The Voice 2014 in cui i quattro coach Raffaella Carrà, Piero Pelù, Noemi e J-Ax inizieranno a formare le loro squadre. Ma quali sono le caratteristiche che un talento deve avere per entrare a far parte del team di Noemi? Per la cantante dai capelli rosso fuoco sono 9 le caratteristiche che non possono mancare nei concorrenti che guiderà verso la vittoria. necessario avere grinta, come la tennista Sara Errani; avere un’anima blues come John John Belushi nei Blues Brothers; avere personalità – Non credo che la gente si aspetti che Bruce Springsteen salga su un palco con una giacca di raso rosa, ma Rod Stewart, sì. E a me piace farlo, non la indosso solo perché penso di dovere, è la citazione di Rod Stewart che riporta Noemi. necessario essere ribelli, proprio come la principessa Merida di Brave, il film Disney in cui ha prestato la voce per la colonna sonora con i braniIl cielo toccherò, e Tra vento e aria; bisogna avere stile; amare i leoni e stare bene con il colore rosse. Non guasta avere un pizzico di sangue blu e credere che Londra sia il centro del proprio mondo.

A poche ore dal via della seconda edizione di The Voice Italiy 2014, sulla pagina Facebook ufficiale del talent targato Rai Due, è arrivato un regalo a tutti i fan del format: Ecco l’esclusiva che stavate aspettando…SOLO per voi in anteprima la Sigla dei Coach. Noemi, Pierlo Pelù, Raffaella Carrà e J-Ax rivisitano Firework di Katy Perry infiammando il pubblico in sala e quello sul social che commenta numerosissimo la performance dei quattro protagonisti, in particolare quella del frontman dei Litfiba. Coro da stadio per il mio Pierooo, Noi curva Pelù c’eravamo!!!, Piero è Piero!!!ma fantastici tutti! Questanno sarà fantastico!, Sempre e solo Carràvai Raffa! e Uno spettacolo imperdibile!.

Questa sera, mercoledì 12 marzo 2014, su Rai Due debutta la seconda stagione di The Voice of Italy 2. Confermati come coach Raffaella Carrà, Piero Pelù e Noemi. Al posto di Riccardo Cocciante, vincitore della prima edizine insieme allallieva Elhaida Dani, cè il rapper J-Ax. Vi dico come siamo noi quattro quest’anno. Noemi è diventata severissima, J-Ax sarà una grande sorpresa perché si emoziona e si commuove, mentre Piero quest’anno salta e non sta mai fermo. Se c’è minimo accordo che sa di rock salta per aria. C’è una esplosività in giro che fa veramente paura, ha detto Raffaella Carrà durante la conferenza stampa di presentazione del programma. Cambiamenti anche alla conduzione. Fabio Troiano e Carolina Di Domenico sono stati sostiuiti da Federico Russo e Valentina Correani, alla postazione web. Entrambi si sono fatti le ossa come Vj di MTV. La seconda stagione di The Voice of Italy sarà costituita da 14 puntate divise in quattro fasi. Prima le Blind Audition, dove i coach ascolteranno di spalle i candidati, poi le Battle,con le sfide a due decise dai capitani per decidere chi approderà alla fase live del programma. Da questanno gli altri 3 coach potranno rubare il talento sconfitto nella Battle, secondo il meccanismo Steal. Si aggiunge così la fase dei Knockouts: il coach che ha rubato il talento perdente dovrà decidere chi rimarrà nella sua squadra attraverso una sfida. I membri di ogni squadra e i ripescati si sfideranno cantando un brano a loro scelta. Al termine di ciascuna esibizione il coach deciderà chi merita di passare alla fase finale. Infine il Live Show, al quale parteciperanno anche ospiti italiani e internazionali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori