AMICI 13/ Chi è Umberto Tozzi, il cantante che ha venduto 70 milioni di dischi nel mondo

Tra gli ospiti della puntata di oggi di Amici 13 troveremo anche Umberto Tozzi, cantante che ha sfornato dei veri successi discografici durante gli anni Ottanta

26.04.2014 - La Redazione
umberto-tozzi
Umberto Tozzi - Facebook

Tra gli ospiti della puntata di oggi di Amici 13 troveremo anche Umberto Tozzi. Nato a Torino nel marzo del 1952, è stato uno degli artisti italiani che ha venduto il maggior numero di copie, raggiungendo una cifra complessiva superiore ai settanta milioni di album. il fratello minore di Franco, cantante che ebbe discreta popolarità negli anni ’60. Dopo aver militato nel gruppo La strana società sino al 1976, affiancandovi l’attività da session man e da autore, ha intrapreso la carriera da solista formando un sodalizio con il paroliere e produttore Giancarlo Bigazzi. Il primo grande successo è arrivato nel 1977, con il brano Ti amo, diventato un vero e proprio tormentone capace di vincere il Festivalbar e di vendere otto milioni di copie in tutto il mondo, tra cui un milione solo in Francia. Il suo brano più celebre è però Gloria, inciso due anni dopo, con un successo planetario di grandi proporzioni, ben ventinove milioni di copie vendute nel successivo quinquennio, anche sfruttando il traino di Laura Branigan, la quale ha portato il pezzo al primo posto della hit parade statunitense nel 1984. Un successo rinnovato all’inizio degli anni ’80 dal singolo Stella stai e alla metà del decennio dalla partecipazione al Festival di Sanremo insieme a Gianni Morandi ed Enrico Ruggeri con il brano Si può dare di più, premiato dalla vittoria finale.

Negli anni successivi, complice anche la rottura con Bigazzi, intervenuta nel 1991 e dovuta alla decisione del suo collaboratore di usare un pezzo destinato all’artista torinese Perchè lo fai, brano portato al successo da Marco Masini, ha osservato una pausa interrotta solo nel 1994. Proprio in quell’anno, è quindi arrivato il secondo trionfo al Festivalbar, stavolta con il brano Io muoio di te, inizio di un nuovo periodo sulla cresta dell’onda, culminato nel 2000 nel successo di Un’altra vita, album capace di vendere oltre 150mila copie solo nel nostro Paese. La sua ultima fatica discografica è stata Yesterday, today, album del 2012 nel quale Umberto Tozzi ha presentato undici nuovi brani insieme ad alcuni cavalli di battaglia reinterpretati. Nello stesso anno è incappato in una disavventura giudiziaria, la condanna a un anno di reclusione per evasione fiscale.

sposato con Monica e ha un figlio, Gianluca, finito sotto i riflettori per la storia con Raffaella Fico, la ex di Mario Balotelli. Nel 2010 ha dato alle stampe un libro, Non solo io – La mia storia, nel quale ha voluto ripercorrere le tappe della sua trionfale cavalcata nel mondo musicale, comprendendo anche gli errori compiuti. Ha anche dato luogo a una sua etichetta, la Momy Records, proprio per continuare a occuparsi del mondo che gli ha regalato una notorietà mondiale. Nel corso di una intervista rilasciata a Il Messaggero, ha indicato in Noemi, Jovanotti, Negrita e Tiziano Ferro alcuni degli artisti italiani che lo convincono maggiormente tra quelli di generazioni diverse dalla sua. Curiosamente, nella stessa intervista ha dichiarato che non lo convincono i talent show che vanno tanto di moda e che sfornano molte delle nuove leve della musica tricolore. A indirizzarlo verso la stroncatura soprattutto la veste effimera che caratterizza i programmi in questione, accusati di sfornare meteore in continuazione.

Sempre secondo Tozzi, le promesse andrebbero invece cercate nella scena indipendente e per strada, tanto da proporsi la domanda retorica per sapere se Jimi Hendrix avrebbe mai partecipato a un talent show. Non ha mancato poi di tirare le somme sui suoi anni di carriera, concludendo che proprio la maturità lo ha portato a un uso più consapevole della propria voce, tanto da considerarla migliore di quella con la quale ha venduto milioni di copie negli anni d’oro. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori