LUCIGNOLO 2.0/ Pompei: scooter parcheggiato tra le rovine. Puntata 27 aprile 2014

- La Redazione

Questa sera, su Italia 1 a partire dalle 21.30, andrà in onda una nuova puntata in compagnia di Lucignolo 2.0, il programma di inchieste condotto da Marco Berry ed Enrico Ruggeri 

lucignolo-ruggeri-berry
Enrico Ruggeri e Marco Berry

L’ultima puntata di Lucignolo parte con il racconto della santificazione dei due papi, con l’inviato che si concentra sui Papaboys. Alcuni giovani, guidati da Don Stefano, hanno organizzato un flashmob, sulle note di “Happy”. Un uomo di mezza età racconta d’essere un papaboy da quando era giovane e, insieme a tanti altri, può definirsi uno dei primi di questo particolare movimento. Per poter entrare tra i primi gruppi a San Pietro, in tanti si sono recati in piazza dalle 21 della sera prima. Si passa a raccontare la storia di Rosaria Aprea, una giovane picchiata dal fidanzato, che la manda in ospedale e continua a minacciare tuttora. Soltanto di recente Rosaria s’è decisa a sporgere denuncia, cosa non fatta in precedenza perché i due hanno un figlio in comune. Lui è ora agli arresti domiciliari, mentre lei pare aver trovato la fede.Si mette alla prova Bologna in termini di indifferenza, inscenando un litigio violento in strada. Intervengono in tanti, e una signora prende anche da parte la donna, consigliandole di sporgere denuncia. Si passa poi al finto scippo, e anche stavolta i bolognesi sono repentini nell’intervento, ma non tutti prendono bene il fatto che si tratti di uno scherzo. Melita si occupa di burlesque, seguendo spettacolo e preparazione di miss Satine. Parlando con un’allieva Melita scopre che il burlesque è ancora molto richiesto, ma può anche rompere dei rapporti amorosi. Si passa agli esercizi. Il primo prevede un ventaglio di piume, ma la vera lezione è che ogni singolo gesto dev’essere studiato e paragonabile a un evento.Brigitta Boccoli è finalmente riuscita a conquistare la copertina di Playboy, a ben 42 anni. Il marito si dice geloso, al punto da comprare tutte le copie del giornale nell’edicola vicino casa, ma poi confessa la propria filosofia: “Io la tocco, voi no!”. Viene raccontata la storia di Christian e Daniele, insieme da 7 anni, che ora vorrebbero poter essere riconosciuti a livello legale. Mario e Antonio invece si sono sposati nel 2002, ma in Olanda. In strada si fa un sondaggio a riguardo, e non tutti sono d’accordo. Una signora precisa che non è una cosa normale.Alessia Tedeschi non ha apprezzato un’intervista d Lucignolo in cui lei non sembra particolarmente intelligente. Un inviato allora decide di prenderla in giro, facendole credere d’essere stata scelta per un video di Cesare Cremonini. L’atmosfera del video però pare essere fin troppo osé. Con una scusa la trasportano in ospedale per dei controlli, Alla fine le viene detto che è su “Scherzi a parte”. Lei ride, ma per poco, perché poi scopre che in realtà si tratta di Lucignolo: “Mi state perseguitando”. Si torna ad affrontare la delicata questione Pompei. Questa settimana viene mostrato il filmato di uno scooter parcheggiato addirittura tra le rovine. Un inviato aveva già rubato dei pezzi di rovine, riponendoli in seguito, e riesce a farlo anche stavolta. Per 48 ore Lucignolo ha affiancato dei medici italiani giunti in Kurdistan per delle operazioni a dei minori. Gli interventi sono decisamente delicati, essendo al cuore. Vengono svolte tre operazioni, ma purtroppo la prima giovane operata muore dopo qualche giorno. Alcuni clienti di un locale di Milano ricevono un resto maggiorato, ma soltanto cinque su dieci fanno notare l’errore. Sempre a Milano viene messa una banconota da 50 euro sotto la ruota di un’auto. Un giovane la strappa, mentre gli altri spostano la vettura da soli o insieme ad altri. In un altro caso un uomo lascia un orologio sul bordo di una fontana. Due lo avvertono, mentre il terzo lo infila in tasca e poi nega d’averlo preso.

Si analizza la vicenda di Ginevra Hollaner, scomparsa da Capodanno. Lucignolo visita i locali dove la giovane veniva vista di solito. Qualcuno parla di una dipendenza da alcool e droga. Si analizza la moda americana, diffusasi in Italia, dello spring break. In tanti partono per la Croazia. Tutti sono carichi d’alcool, che prende il posto dell’acqua nelle borracce. In breve sono tutti ubriachi, e il rave solo all’inizio: “Quattro giorni di banana ragazzi!”, ecco il grido di battaglia di una ragazza. Si parla poi delle operazioni d’allungamento del pene, sempre più diffuse. Parla Daniele, che a 34 anni s’è stancato delle battute delle donne con cui è uscito: “Non lo sento…”. Il costo si aggira intorno ai 7mila euro, per un aumento che va dai 2 ai 4 centimetri.Ecco la storia di Ina Groll, ex attrice porno che ora fa parte di un partito nazista. Immediato però l’allontanamento nel momento in cui sono saltate fuori delle scene di sesso con uomini nei. Anche il mondo del porno però la tiene in disparte, dato il suo razzismo. Le sono giunte anche delle minacce, che l’hanno costretta a comprare un giubbotto antiproiettile. In quest’ultima puntata Marco Berry intervista Ruggeri al termine di un concerto. Ruggeri racconta del suo grande rimpianto, ovvero non aver mai appreso al meglio l’inglese, il che gli ha impedito anche solo di provare a proporsi sul mercato internazionale. La sua più grande soddisfazione invece è quella di incontrare tutti coloro che non ritenevano potesse farcela in questo ambito. L’ultima puntata termina dunque con un primo piano sui due conduttori, che si incontrano per la prima volta davanti la telecamera in questa edizione. L’intervista a Ruggeri si conclude poi con un saluto congiunto, in attesa magari che Lucignolo possa essere confermato anche per la prossima stagione televisiva.

Le telecamere di Lucignolo 2.0 tornano a Pompei. La scorsa settimana, il programma di Italia Uno ci ha mostrato quanto sia facile entrare in contatto con opere e reperti dal valore inestimabile, mentre in questo appuntamento l’inviato è tornato ai piedi del Vesuvio dove ha passeggiato nellarea degli scavi assolutamente indisturbato, entrando anche in zone vietate al pubblico. E se qualcuno volesse rubare da Pompei dei reperti archeologici di valore? Lucignolo dimostrerà che anche questo è veramente semplice, oltre a documentare il degrado in cui si trovano alcune zone degli scavi.

La domenica sera di Mediaset fa rima con Lucignolo 2.0, il programma condotto da Marco Berry ed Enrico Ruggeri alla scoperta delle mode e delle piaghe della società italiana. Lappuntamento con le inchieste del dj della notte scattano questa sera su Italia 1 alle 21.30. Cosa ci dovremo aspettare questa sera? I microfoni di Lucignolo intervisteranno Rosaria Aprrea, la missa miss ventenne di Macerata Campania, nuovamente vittima delle molestie da parte del suo ex fidanzato. Nel maggio 2013 la ragazza è finita in ospedale in gravissime condizioni, dopo che l’ex compagno le provocò una lesione alla milza con un calcio che ha rischiato di essere fatale. Ecco dunque un  servizio che interesserà molti alla scoperta dello spring break, la festa di primavera nata negli States che questanno è approdata anche in Europa, a Umag, in Croazia (al confine con lItalia). Qui si sono riuniti tremila ragazzi di tutte le nazionalità; le telecamere hanno catturato 72 ore no stop allinsegna dell’eccesso e della trasgressione. Vi ricordate che nella scorsa puntata era andato in onda il servizio di un inviato che si è recato presso gli scavi i Pompei e mostrando quanto fosse facile maneggiare opere dal valore inestimabile? Bene, questa settimana l’inviato di Italia 1 è tornato e per un’intera giornata ha girato presso nel sito archeologico totalmente indisturbato. Troveremo dunque le solite inchieste sulle lealtà dei cittadini italiani con candid camera che ne testano il senso civico, prima vedere la diavolita, Melita Toniolo, a lezioni di seduzione dalla campionessa mondiale di burlesque. Infine, una lunga intervista a un andrologo, fondatore del Centro di Medicina sessuale di Milano, che racconta come la fallo-plastica sia un intervento molto richiesto dagli uomini e come lui stesso sia solito effettuare 20/30 interventi al mese, per un totale di 300 operazioni all’anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori