L’ultima mossa dell’assassino, su Rai 2 il film sulla vera storia del colonnello Russell Williams

- La Redazione

Stasera su Rai 2 va in onda il film L’ultima mossa dell’assassino. La trama racconta i crimini commessi da Russell Williams, un ex colonnello della Royal Canadian Air Force

ultima-mossa-dell-assassino
L'ultima mossa dell'assassino

Rai 2 manderà in onda stasera il film Lultima mossa delassasino. La trama del film, basata su fatti realmente accaduti, racconta del Colonnello Williams e della caduta in picchiata della dignità e del rispetto che godeva tra i membri della sua comunità, insieme alla moglie. Nonostante la discrezione del protagonista, infatti, un giovane detective riuscirà a mettergli i bastoni tra le ruote, superandolo in furbizia, e a incastrarlo come responsabile dei crimini che ha commesso. La pellicola ha origini canadesi, prodotta nel 2012, con regia di Norma Bailey: nel cast troviamo Gary Cole, Laura Harris, Tom Barrett e tanti altri. Di seguito uno spezzone del film.

Stasera su Rai 2 va in onda il film L’ultima mossa dell’assassino (titolo originale: An Officer and a Murder), pellicola girata nel 2012 che racconta, in maniera molto dettagliata, la vita del Colonnello Russell Williams, conosciuto non solo per essere un ottimo militare del Canada, ma anche per il suo oscuro segreto: in realtà l’uomo è un assassino che, nel corso di diversi mesi, ha ucciso diverse persone. L’interpretazione e le capacità recitative di Gary Cole, che interpreta lo spietato colonnello assassino, gli ha permesso di ottenere diversi premi importanti, come quello per miglior attore di un film per la televisione. La regista Norma Bailey è riuscita a mettere a nudo il comportamento di Williams: non lo ha dipinto come un vero mostro, ma ha mostrato come il suo comportamento sia lentamente cambiato, di come lo stress possa avere effetti negativi nella psiche umana e di come una persona possa trasformarsi, dall’oggi al domani, in un assassino senza scrupoli.

Il film inizia nella base militare di Trenton, dove il colonnello Russell Williams (Gary Cole), svolge con molta calma e soprattutto professionalità il suo lavoro di addestrare le giovani reclute dell’esercito. Il militare è molto amato e rispettato da tutti, visto che con la sua severità, accompagnata da molta umanità, riesce ad addestrare perfettamente i giovani, anche quelli meno propensi a ricevere degli ordini. La vita di Russell è una vita normale: oltre ad avere una bellissima casa, è sposato con Mary Harriman (Nahanni Johnstone), che lo ama e che per lui farebbe qualsiasi cosa. La coppia è molto invidiata dai vicini e dal paese: rispettati, ricchi, potenti e anche belli, i due talvolta sono oggetto di critiche, ma questo non crea affatto alcun problema, e la vita dei due prosegue tranquillamente.

L’uomo sembra inoltre essere una persona normale, senza alcuna macchia e peccato, ma purtroppo la sua mente non è molto stabile: il potere, la fama e soprattutto le critiche delle altre persone hanno su di lui un effetto tutt’altro che positivo, e questo piano piano lo fa precipitare in un pozzo senza fondo. L’uomo infatti inizia a condurre una doppia vita: la mattina esce per recarsi a lavoro, la sera torna dalla moglie, mentre la notte si trasforma e si intrufola nelle case delle giovani donne solo per rubar loro indumenti intimi. Questo comportamento ovviamente non viene notato dalla moglie, che ignara del tutto continua a vivere una vita tranquilla, pensando che suo marito sia una persona rispettabile e onesta. Russell, preso sempre di più dalla sua doppia personalità, non si accontenta di rubare alle ragazze i loro indumenti intimi, ma inizia a sviluppare un comportamento molto violento, e inizia a rapire, e successivamente uccidere, le giovani donne prese di mira.

Dopo diverse sparizioni, e una paura che investe il paese, due detective, ovvero Jennifer (Laura Harris) e Nick (Rossif Sutherland) iniziano a indagare proprio su questi casi, tanto frequenti quanto strani, e dopo diversi indizi, iniziano a sospettare di Williams. Il colonnello ovviamente, ignaro di essere pedinato, commette una serie di errori che permettono ai detective di incriminarlo e arrestarlo con le accuse di rapimento, violenza e omicidio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori