CUORE RIBELLE/ Anticipazioni: Sara chiede a Carranza di entrare nella sua banda. Puntata 24 luglio 2014

- La Redazione

Nella prossima puntata della soap Cuore Ribelle, in onda giovedì 24 luglio 2014 su Canale 5, Sara decide di chiedere a Carranza di entrare a far parte della sua banda

cuore_ribelle_r439
Cuore Ribelle in onda su Rete 4

Oggi alle 18.20 su Canale 5 va in onda una nuova puntata di Cuore ribelle. Prima di scoprire le anticipazioni, rivediamo quanto successo ieri sera nella soap. Martina e Eugenia (Sara Rivero) prima di entrare in chiesa incontrano il tenente Miguel (Carles Francino) e come sempre la piccola Montoro coglie al volo loccasione per attaccare discorso delluomo di cui lei è innamorata. Lo stesso per non si può dire di Miguel che cerca in tutte le maniere di sviare ma a un certo punto non può più tirarsi indietro quando Martina gli parla del furto del suo prezioso carillon a cui era tanto legata. Miguel informa la donna di passare presso la stazione della Guardia Civile per fare una denuncia anche il tenente sottolinea come lui abbia in animo di passare per la tenuta in quanto deve effettuare dei sopralluoghi al fine di capire qualcosa di più sul furto nella cassaforte. Intanto, nel nascondiglio dei banditi, Juan (Manuel Bandera) continua a sentire lincantevole musica del carillon facendo però arrabbiare Chato (Alfonso Begara) che mal sopporta la cosa. Juan gli fa presente come la musica sia unarte bellissima e come comunque dovrebbe avere tuttaltro atteggiamento se vuole in futuro conquistare una donna. Chato gli fa presente di non avere nessuna intenzione di avere una donna al proprio fianco semmai soltanto di divertirsi di tanto in tanto. Juan prende spunto per raccontargli di quanto aveva conosciuta una bellissima dama per la quale aveva perso la testa. Carmen (Pastora Vega) è molto contenta e mentre serve da mangiare ai propri familiari a tavola, canta allegramente mettendo di buon umore non solo suo marito Tomas con il quale cè stato un riavvicinamento il giorno precedente ma anche suo padre Cosme e i figli Juanito e Roberto (Isak Ferriz). Dopo aver sottolineato latmosfera finalmente rasserenata che si respira in casa, Roberto incomincia a parlare del furto avvenuto a casa dei Montoro evidenziando il fatto di non essere per nulla dispiaciuto per quanto sia avvenuto e anzi sottolinea come sarebbe voluto essere stato lui a mettere a segno il colpo. Cosme e Tomas riprendono immediatamente Roberto invitandolo a tenere la bocca chiusa in quanto cè il capitano Olmedo (Eugenio Barona) che non vede lora di avere un appiglio per rispedirlo in prigione immediatamente. Miguel come promesso si reca presso la villa dei Montoro, incominciando a interrogare Fermin scoprendo come i ladri erano due e conoscessero la combinazione della cassaforte in quanto non cè alcun segno di forzatura. A un certo punto arriva Alvaro (Ivan Hermes) per niente contento di vedere in casa il tenente facendogli presente come Olmedo abbia già interrogato tutti. Miguel sottolinea come sia necessario un ulteriore approfondimento. Alvaro fa presente a Miguel come lui sospetti Roberto in quanto nellultimo periodo si è dimostrato essere un sovversivo. Prima di andare via dalla villa. Miguel si imbatte in Eugenia che cerca di conquistare in tutti i modi lattenzione del militare che tuttavia non sembra interessato a lei. Sara (Marta Hazas) va a trovare Carranza (Juan Gea) e i suoi uomini per compiacersi dellottimo lavoro eseguito. Carranza vorrebbe darle la parte di bottino che gli spettea ma la donna non la vuole sottolineando come lei avesse soltanto a cuore che Dionisio non venisse condannato. Carranza tuttavia fa presente come loro dovranno rientrare nelle rispettive posizioni sociali per cui qualora si dovessero rincontrare si dovranno considerare dei nemici. Cosme si compiace con Tomas per essere riuscito a riportare la felicità sul viso di Carmen e di conseguenza aver rasserenato lambiente familiare. Tuttavia a un certo punto arriva Miguel che fa delle domande sul giorno nel quale è avvenuto i furto ed in particolar modo a Roberto che sottolinea come in quel preciso momento fosse a passeggiare in riva al fiume insieme a Sara. La cosa fa ingelosire Miguel anche se lui non vorrebbe darlo a vedere. 

German (Pep Munnè) parla al fidato amico Fermin della sensazione di aver commesso un errore lungo il proprio cammino. Fermin tranquillizza il proprio padrone e amico facendogli presente come adesso lo attende un futuro roseo al fianco di una bellissima donna. Sara intanto è preoccupata dal fatto che Peralta non si vede in giro da un bel po’ di tempo. La donna lungo il tragitto che porta a casa dello stesso Peralta incontra Miguel che ufficialmente per motivi legati alle indagini si fa confermare che lei fosse insieme a Roberto. Per lui è una grande delusione. Sara arriva nella casa di Peralta e una volta aperta scopre una scia di sangue sul pavimento e i segni di una colluttazione. Eugenia parla a German dell’amore per Miguel mentre Roberto insieme a Juanito mentre pescano al fiume si imbattono nel cadavere di Peralta.

Trama puntata 24 luglio 2014 – Dopo aver trovato il cadavere di Peralta, Roberto si dirige dalla Guardia Civile per denunciare il fatto. Con suo grande sconcerto, Miguel si rende conto che il capitano Olmedo chiude il caso immediatamente, senza indagare ulteriormente sul perché di una morte così improvvisa e violenta perché ne attribuisce la colpa a Carranza e ai suoi uomini. Morales, che ha dei forti sospetti proprio sul capitano Olmedo, decide di raccontare a Miguel la sua verità, perché il rimorso è troppo forte. Racconta quindi di non aver eseguito l’ordine del capitano, che lo aveva incaricato di picchiare Peralta in modo che questi smettesse di pubblicare articoli a suo sfavore. Miguel racconta tutto a Sara che, nel frattempo, ha deciso di farsi carico della stamperia dell’amico per compiere le sue volontà. Nel frattempo, Martina capisce che tra il suo futuro sposo German e Carmen c’è stato qualcosa in passato, ma la cosa non sembra turbarla. Infine, Sara decide di chiedere a Carranza di entrare a far parte della sua banda, sperando così di riuscire a portare un po’ di giustizia ad Arazana.   

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori