CHI L’HA VISTO? / Diretta e streaming video dei servizi: la storia di Maria Rosaria e la scoperta di essere adottata (Oggi, puntata 14 Ottobre 2015)

- La Redazione

Chi l’ha visto?, anticipazioni puntata 14 ottobre 2015: i casi di Denise Pipitone, con ospite in studio la mdre della vittima Piera Maggio, e Marco Vannini saranno al centro della puntata

chilhavisto_sciarelliR439
Chi l'ha visto?, conduce Federica Sciarelli

L’ultimo servizio della puntata odierna di Chi l’ha visto ha a che fare con Maria Rosaria una donna di 48 anni che ha scoperto solo tre anni fa di essere adottata. I suoi parenti alla scomparsa della madre le hanno comunicato di essere stata adottata in modo di eliminarla da questioni legate all’eredità. Dopo lo shock, la donna ha accettato la novità e ha chiesto in un appello ai veri genitori biologici di farsi avanti per conoscerli. Inoltre la donna ha confermato che alla fine l’eredità le è stata data ma comunque cerca ancora la sua vera madre che la lasciò in un ospedale di Napoli negli anni ’60.

Tragica la storia di due ragazzi andati in Sicilia per un lavoro e poi scomparsi nello stesso momento. Alessandro Sabatino e Luigi Cerreto erano andati a Siracusa dopo aver accettato una proposta di lavoro e stavano alloggiando nella casa del datore. Quest’ultimo ora è indagato per omicidio e le ruspe stanno cercando nella casa dell’uomo. I famigliari dei ragazzi sono intervenuti nella trasmissione facendo capire che anche se hanno accettato la morte del parente vogliono la verità su quanto successo ad Alessandro e Luigi. Il sostituto procuratore di Siracusa ha ordinato nuove investigazioni nella villa dell’uomo che è ora sottoposta ai sigilli delle forze dell’ordine.

Il caso di Marco Vannini è tornato al centro della trasmissione di Raitre. Il ragazzo fu ucciso mentre si trovava con la fidanzata ma la famiglia ha molti dubbi sugli ultimi momenti di loro figlio dato che anche la telefonata al 118 lascia molti dubbi. Gli inquirenti stanno indagando sulla famiglia della fidanzata, aiutata dal cugino di Vannini che ha scambiato vari messaggi con la donna. Il cugino è apparso in video portando con sè i messaggi scritti che potrebbero essere utili nell’indagine e sui quali la polizia continua a investigare dato che la famiglia della vittima non è convinta dei racconti della ragazza.

Dopo aver visto un intervento della mamma di Denise Pipitone che continua a sperare, il programma si è interessato a un altro caso, quello di Giuseppe Di Meglio scomparso da Torre del Greco circa due mesi fa. L’uomo è uno psicologo di 41 anni ma come hanno detto i parenti non riusciva a trovare lavoro e questo avrebbe potuto mandarlo in depressione. I genitori sono sicuri sia ancora vivono e lo cercano nel centro e sud Italia dove Di Meglio potrebbe essere andato in un viaggio in solitaria, come aveva accennato di voler fare in passato.

Si torna a parlare del caso di Denise Pipitone dato che di recente la madre della bambina scomparsa ha ricevuto uno strano messaggio su Facebook. Una ragazza le ha scritto sul social di essere la figlia e per questo la donna ha subito contattato gli inquirenti. Si è scoperto poi che era solo uno scherzo pensato da una giovane ragazza, forse non in grado di immaginare il danno provocato. Per questo la madre della ragazza in questione ha chiesto scusa a un inviato di Chi l’ha visto spiegando che la ragazzina non sapeva cosa stava facendo, come già detto alla polizia che era andata a trovarla a casa.

Federica Sciarelli è tornata sull’omicidio di Trifone e Teresa avvenuto a Pordenone. Le parole del principale indagato, Giosuè Ruotolo, sono state analizzate e si è scoperto come l’uomo avesse dato versioni diverse in due interrogatori per paura di essere escluso dalla Guardia di Finanza dove cercava di entrare. Inoltre i dati sui cadaveri, che sono stati trasportati dal fiume, mettono in dubbio la versione degli inquirenti dato che alcuni documenti erano asciutti. La trasmissione ha detto che terrà d’occhio il caso e probabilmente ci ritornerà nel corso della puntata odierna.

Il programma di Raitre ha indagato sul caso di una donna di Roma che è stata pestata a sangue da un suo vicino di casa, di professione poliziotto. L’inviato di Chi l’ha visto ha anche intervistato l’aggressore che si è detto innocente nonostante la donna abbia subito danni al viso dovuti a pugni e calci che l’hanno costretta a un lungo ricovero. Nel mezzo c’è anche una denuncia precedente di stalking della donna che potrebbe essere collegata al caso. Per ora la vittima rimane in ospedale anche perchè è preoccupata per il ritorno nell’edificio dove abita anche il suo aggressore.

Il primo caso affrontato dal programma di Federica Sciarelli è quello di Mario Bozzoli, scomparso a Marcheno in provincia di Brescia. L’ultima volta è stato visto nella sua azienda e per questo oltre alla famiglia anche i suoi dipendenti sono preoccupati. L’azienda è stata sigillata dalle forze dell’ordine dopo aver continuato a lavorare anche per una settimana dopo la scomparsa ma alla fine la famiglia di Bozzoli ha deciso di chiudere l’azienda. Di recente anche il sindaco di Brescia si è interessato alla vicenza e dato che sono passati sei giorni i cari della persona sono preoccupati per la sua sorte.

Il caso di Denise Pipitone sarà al centro della puntata di Chi l’ha visto? in onda stasera, mercoledì 14 ottobre 2015. Nel video promo ascoltiamo infatti l’appello fatto proprio nella trasmissione condotta da Federica Sciarelli dalla madre di Denise, Piera Maggio. Nella scorsa puntata la donna e l’avvocato Giacomo Frazita avevano infatti rivelato che una ragazza ad agosto si era presentata come Denise su Facebook. Ora la ragazza ha ritrattato e sua madre ha chiesto scusa ma qualche giorno dopo l’appello di Piera Maggio, che chiedeva fossero fatti dei controlli, i carabinieri si sono comunque presentati a casa della ragazza per effettuare il prelievo necessario al test del Dna. Clicca qui per vedere il video promo della puntata di stasera di Chi l’ha visto?

Anche oggi in prima serata su Rai 3 ‘Chi l’ha visto?’, il programma di attualità di Federica Sciarelli che torna a raccontare le storie di casi di cronaca mai risolti o quelle di persone scomparse e mai ritrovate. Oggi il caso di Marco Vannini, ucciso in provincia di Roima, a Ladispoli, dal padre dell fidanzata che, furioso, avrebbe sparato un colpo di pistola verso di lui. Oggi, cinque mes dopo, la verità sembra ancora lontana, costellata di domande senza risposta che impediscono che Marco abbia giustizia. Vi ricordiamo che satà possibile seguire ‘Chi l’ha visto?’ su Rai 3 alle 21.05 oppure in diretta streaming sul sito di Rai TV cliccando qui.

Tra i casi che verranno affrontati questa sera nel nuovo appuntamento con Chi l’ha visto? ci sarà anche la misteriosa morte di Trifone Ragone e Teresa Costanza. Sembra stringersi il cerchio attorno a Giosué RUotolo, il commilitone di Trifone sul quale stanno indagando gli inquirenti. Tanti gli indizi contro il militare, tra cui l’alibi rivelatosi poi falso: Ruotolo ha aveva infatti affermati di essere rimasto a casa nei minuti in cui la coppia veniva uccisa, ma due inquilini hanno invece smentito la sua versione. Il militare aveva inoltre affermato di non frequentare la stessa palestra di Ragone, ma l’Associazione Pesistica alla quale era iscritto ha invece provato che i due colleghi avevano frequentato la medesima palestra per due pesi, proprio fino allo scorso marzo.

Federica Sciarelli torna questo mercoledì, 14 ottobre 2015, sul piccolo schermo di Rai 3 con una nuova puntata di Chi l’ha visto?: il caso al centro dell’appuntamento della serata sarà quello di Denise Pipitone, la bambina scomparsa da Mazara Del Vallo a soli quattro anni, nel 2004. Jessica Pulizzi, la sua sorellastra, è stata l’unica indagata per il suo sequestro, quando ancora era minorenne: qualche giorno fa è stata assolta per la seconda volta. L’ultima novità in merito è stato il messaggio ricevuto dalla madre della bambina scomparsa, Piera Maggio, da parte di una bambina residente a Tito, in provincia di Potenza: la giovane avrebbe pubblicato sul social network della donna un saluto firmato Denise. Ora, i carabinieri sono intervenuti per eseguire un test del Dna e chiarire l’identità della giovane. Piera Maggio sarà nuovamente ospite della conduttrice del programma su Rai 3, e continuerà a chiedere che si combatta per la verità su quanto successo alla figlia. Infine, il programma del terzo canale nazionale, tornerà anche sul caso di Marco Vannini.

Nella puntata di Chi l’ha visto? della settimana scorsa, Marina, la mamma di Marco Vannini, è stata ospite insieme a suo marito per far sì che non si spengano i riflettori sul caso di suo figlio. L’intera famiglia Ciontoli è indagata per la morte di Marco e si può dire che si sia fatto un importante passo avanti, ma la verità è ancora lontana dall’essere scoperta. In diretta abbiamo ascoltato a ricostruzione delle telefonate che quella sera furono fatte al 118. La prima chiamata fu fatta da Federico, il fratello della fidanzata di Marco, ma poi l’allarme fu ritrattato, fino a una seconda telefonata, effettuata dallo stesso Ciontoli, in cui si chiedeva aiuto per un ragazzo che si sarebbe ferito con un pettine mentre faceva la doccia. Abbiamo visto l’immagine della pistola che ha sparato a Trifone e Teresa. Il medico legale, dopo aver osservato la scena, ha fatto una deduzione importante. Trifone ha un colpo d’arma da fuoco poco sopra l’orecchio destro e due colpi davanti allo stesso orecchio. Nè Trifone nè Teresa sono in tensione per come sono stati trovati. Erano normalmente seduti sui loro posti di guida, in un atteggiamento assolutamente naturale. Probabilmente qualcuno potrebbe aver bloccato la portiera e Trifone potrebbe essersi voltato per guardare cosa stava accadendo. Lo stesso medico ha addirittura mimato la scena. Ma è davvero Giosuè Ruotolo l’uomo che Trifone e Teresa hanno salutato? Era calmo e silenzioso, ma visibilmente inquieto il Giosuè che è entrato nel palazzo di giustizia di Pordenone seguito dai suoi legali. Il ragazzo non si è curato dei cronisti e non ha risposto alle sue domande. Chi è Giosuè Ruotolo? E’ come appare una persona benevola o è l’essere spietato e malvagio che ipotizzano in procura? Nel tardo pomeriggi di martedì scorso, dopo più di otto ore di interrogatorio serrato, il militare è uscito dal Palazzo di Giustizia. Chi si aspettava un colpo di scena è rimasto deluso. C’è una ragazza minorenne, Natalie, che è scomparsa e se qualcuno la sta aiutando si sta macchiando di un reato, quello di sottrazione di minore. Al telefono è stata sentita la mamma della giovane, la signora Miriam. Gli inquirenti hanno cercato di rintracciare le sue telefonate, perché una volta Natalie ha chiamato sua madre e così si è capito che si trovava a Milano. Antonio Logli non si scompone, è sempre uguale a sè stesso continua indisturbato la sua vita ed ha anche coltivato l’idea di diventare vigile urbano. Forse ci riuscirà, anche se prima si dovrà concludere la vicenda legale relativa all’omicidio della moglie. Intanto, il tempo passa e Roberta non c’è più da tre anni e nove mesi e senza una spiegazione. Una ragazza di venti anni che stava con uomini più giovani di lei è scomparsa. Le è successo qualcosa? La mamma di Alexandra ha mostrato alle telecamere di Chi l’ha visto la stanza della figlia, molto ordinata, con ogni cosa al posto giusto. Era un periodo troppo felice per Alexandra, che non vedeva l’ora di prendere la patente e aveva conosciuto un anziano vicino di casa che si era offerto come suo istruttore. I due avevano appuntamento a due passi da casa e Alexandra era andata con maglietta e pantaloncini. Da allora la ragazza non è più tornata a casa. Il signor Francesco avrebbe detto alla mamma che Alexandra sarebbe salita su una macchina con delle persone. Lui però dice di essere andato a fare nafta, e appena tornato non ha più trovato Alexandra. L’appello dunque è a chi potrebbe aver visto la ragazza salire su un’auto. Chi indaga sulla scomparsa di Alexandra non esclude nulla, neanche un allontanamento volontario. Ospite in studio è arrivata poi la signora Piera Maggio, mamma di Denise Pipitone, insoddisfatta dopo l’assoluzione di Jessica, la sorellastra di sua figlia che secondo Piera sarebbe stata coinvolta nel rapimento di Denise. A farlo pensare erano alcune intercettazioni ambientali che però non sono state considerate una prova sufficiente per condannare la ragazza. La storia seguente è quella di Rosanna, una donna di 26 anni di Caserta, madre di due bambine. Con lei a casa ci sono la mamma, Maddalena, il papà Carmine e il fratello Giuseppe, disabile dalla nascita. La signora Maddalena ha partorito due gemelle, ma solo Rosaria ce l’ha fatta e questo ha portato tanta tristezza nella donna che già aveva preparato tutto il corredo. Le cose stavano andando bene finchè dall’ecografia all’ottavo mese si capì che uno dei due gemelli era morto. I medici però non la fecero partorire d’urgenza. Il parto arrivò ben 5 giorni dopo l’ecografia che segnalava l’assenza di battito del gemello. Nessuno vide il bimbo e sulla cartella si legge che dal grembo della mamma era uscito un feto privo di vita. Maddalena si sentiva vuota. Qualcosa non tornava in questa vicenda e Rosanna aveva il dubbio che il bimbo non fosse realmente morto. Così ora vorrebbero ritrovarlo. Si è tornati a parlare anche della scomparsa di Tiziano Allegretti. A distanza di anni, suo padre ancora sta cercando la verità. C’entrano qualcosa i Casamonica con la scomparsa del ragazzo? Era entrato in un brutto giro? Fanno pensare le parole di un suo amico che due giorni dopo la scomparsa disse al padre di Tiziano che secondo lui il ragazzo aveva fatto una brutta fine. Dopo 14 anni si è riaperto anche il fascicolo relativo alla scomparsa di Arianna Zardi. Si pensa ora che la ragazza sia stata uccisa e che la sua morte non sia stata accidentale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori