SAVING GENERAL YANG/ Su Rai 4 il film di Ronny Yu. Trailer e diretta streaming (18 Novembre 2015)

- La Redazione

In onda nella serata del 18 novembre un classico film del genere wuxia, Saving General Yang, risalente al 2013 per la regia dell’artista cinese Ronny Yu, ecco la trama della pellicola.

logorai_R115
Il film in onda su Rai 3

Alle ore 21,10 di oggi, mercoledì 18 novembre, viene mandato in onda su Rai 4 il film di genere avventura, Saving General Yang, per la regia di Ronny Yu e con la partecipazione di Ady An, Adam Cheng e Ekin Cheng. Il trailer racconta di come il film sia ispirato ad una storia realmente accaduta intorno all’anno mille in Cina dove due eserciti si affrontano per vendicare una vecchia questione tra due dinastie. Dopo uno scontro epico viene catturato il Generale Yang con i suoi sette figli che decidono di mettersi alla testa di un drappello di fedeli seguaci per cercare di liberarlo. Una missione che riuscirà soltanto in parte, tra mille ostacoli e difficoltà. Una della scene clou del film, è quella in cui il Generale Yang punisce due dei suoi figli con trenta frusta per ciascuno per aver partecipato ad un torneo di arti marziali nel corso del quale hanno ucciso il figlio di un altro generale, creando tensioni politiche all’interno dell’Impero. Il film può essere visto anche in diretta streaming fruendo del servizio messo a disposizione da Rai.tv, cliccando qui. Ecco il trailer.

Nella serata di mercoledì 18 novembre 2015 alle ore 21.10 viene mandato in onda su Rai 4 il film di genere wuxia Saving General Yang è stato prodotto e realizzato in Cina nell’anno 2013 per la regia di Ronny Yu su una sceneggiatura che è stata scritta da Edmond Wong, Liu Shijia e con la collaborazione dello stesso Ronny Yu. Il fim nato per effetto di una corposa collaborazione che ha visto partecipare al progetto cinematografiche diverse case tra cui la Pegasus Motion Pictures, la Pegasus Film & Tv Culture, la Huaiy Brothers, la Henan Film & Tv, la Production Group e la Henan Film Studio mentre la distribuzione in Italia è stata operato da Rai Cinema insieme alla01 Distribuiton. Il montaggio della pellicola è stato preso in carico da Dew Thompson, la fotografia da Chan Chi – Ying mentre le musiche sono state realizzate da Kenji Kawai. La durata della pellicola nella propria versione originale ed integrale senza prendere in considerazione le classiche pause imposte dagli spot pubblicitari è pari ad 1 ora e 42 minuti mentre nel cast figurano ottimi artisti orientali quali Adam Cheng, Xu Fan, Ekin Cheng, Yu Bo, Vic Chou, Li Chen, Ryamond Lam, Wu Chun, Fu Xinbo e Ady An. 

Ci troviamo intorno all’anno mille nel parte nord orientale della Cina, in un territorio governato dall’Imperatore Song. Uno dei generali più valenti ed apprezzati dell’esercito dell’imperatore è il generale Yang (Adam Cheng) che tuttavia si trova in un momento piuttosto funesto per via di una leggerezza commessa dai suoi due figli che peraltro ha deciso di punire con trenta frustate a testa. I due ragazzi senza il consenso del loro padre hanno preso parte ad un torneo di arti marziali nel corso del quale per via di una sfortunata casualità hanno ucciso il figlio di un altro valente generale, Pan. Il giorno seguente il generale Yang ed il generale Pan sono al cospetto dell’Imperatore Song per discutere della vicenda e decidere cosa fare quando si rendono conto di una emergenza ben più impellente: le torri di guardia sono state entrambe accese. Questo segnale indica che è in atto l’invasione di un esercito rivale e per la precisione si tratta di quello della popolazione Khitan. Una invasione che ha come principale causa la voglia di vendetta nei confronti del generale Yang che in passato ha sterminato buona parte della dinastia Khitan. L’imperatore Song anche in ragione della vicenda accaduta di recente nel torneo di arti marziali, abbastanza a sorpresa decide di affidare il comando dell’esercito al generale Pan che viene messo a capo di un ben cinquantamila uomini. Una decisione alquanto sorprendente in quanto il generale Yang è molto più abile di Pan nonché può vantare una esperienza decisamente maggiore.

Purtroppo la scelta dell’Imperatore Song si rivela azzardata ed infelice con l’esercito dei Khitan che ottiene una netta vittoria disperdendo l’esercito nemico. Inoltre l’incapacità di Pan nel comandare l’esercito crea un caos del quale ne fa le spese il generale Yang che rimane intrappolato tre le fila nemiche e quindi fatto prigioniero. La moglie del generale Yang chiede a Pan di salvarlo ma anche in ragione della rivalità esistente tra di loro egli si rifiuta. La donna allora organizzazione una missione di salvataggio alla quale prendono parte i sette figli di Yang con alcuni soldati d’elite che da sempre sono fedele al clan degli Yang. La compagnia tuttavia non può immaginare che lo scopi dei Khitan era proprio quello di attrarre tutta la dinastia degli Yang al fine di sterminarla. Ne nasce una battaglia epica nella quale tra mille difficoltà avrà le meglio un solo discendente della famiglia Yang che riporterà dalla madre il corpo del padre privo di vita per le tante ferite riportate. La storia raccontata nel film è tratta da una leggenda cinese che è molto nota in Cina con il nome de I generali della famiglia Yang che a sua volta sembra essere tratta da un fatto effettivamente accaduto. Il film è stato presentato nel corso del Film Festival International di Hong Kong nell’anno 2013.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori