La storia infinita/ Su Italia 1 il film di Wolfgang Petersen. Gli incassi e la colonna sonora della pellicola

- La Redazione

Questo pomeriggio su Italia 1 va in onda il film La storia infinita, diretto da Wolfgang Petersen. Vediamo la trama di questa pellicola che vede protagonsita Barret Oliver

Fotolia_telecomando2_R439
Fotolia

Italia 1 trasmette questo pomeriggio La storia infinita, un film diventato un vero e proprio cult e che ha avuto due sequel (non di eguale successo). La pellicola è costata 25 milioni di dollari e divenne così la più cara mai realizzata in Germania Ovest. Famosa è la sua colonna sonora. Il tema principale è stato scritto dall’italiano Giorgio Moroder insieme a Keith Forsey e interpretato da Limahl, ex leader dei Kajagoogoo. In breve divenne una delle canzoni più ascoltate scalando le classifiche di Uk e Usa.

Questo pomeriggio su Italia 1 va in onda il film La storia infinita, diretto da Wolfgang Petersen. La trama si basa sulle vicende narrate nell’omonimo libro scritto dall’autore tedesco Michael Ende. Gli interpreti principali sono, soprattutto, ragazzi molto giovani. Tra di essi troviamo Noah Hathaway, Barret Oliver e Tami Stronach. La storia prende il via dalla sfortunata giornata di un ragazzino di nome Bastian (interpretato da Barret Oliver) che, mentre si sta recando a scuola, incontra un gruppo di bulli che lo spedisce nel cassonetto tra l’immondizia. Ma non solo, appena riesce a uscire dal bidone, questi iniziano a rincorrerlo e il ragazzo è costretto a rifugiarsi nel primo posto che incontra. Il caso vuole che sia una libreria molto speciale, con libri davvero particolari. Qui fa la conoscenza di un vecchietto un po’ scorbutico che lo tratta in malo modo e che regge tra le proprie mani un grande tomo intitolato “La storia infinita”. Bastian è molto attirato dal libro e approfitta della distrazione del vecchio per portarlo via. Lo sguardo del libraio che lo vede allontanarsi, però, fa capire che (forse) quell’incontro non è stato casuale.

Giunto a scuola, per evitare il compito in classe, il ragazzo si rifugia nella soffitta. Qui, alla luce di alcune candele e al calore di una coperta inizia la lettura del libro. La storia è avvincente e Bastian si sente trasportato in un mondo magico, fatto di creature fantastiche e di mostri spaventosi. In questo regno incantato, chiamato Fantasia, una minaccia rischia di distruggere la vita di tutti i suoi abitanti: una forza misteriosa, chiamata il Nulla, avanza lasciando dietro di sé morte e oblio. Un gruppo di creature, formato da un gigante fatto di roccia (Mordiroccia), un uomo a cavallo di una lumaca, un mago e un pipistrello stanno discutendo di come arginare questa catastrofe. Decidono, così, di partire per una missione: recarsi alla Torre d’Avorio e parlare con Imperatrice bambina (Tami Stronach), sovrana del regno.

Giunti a palazzo scoprono, però, che l’Imperatrice è gravemente malata, proprio a causa della forza distruttiva del Nulla. La sovrana svela anche che solo un potente guerriero di nome Atreyu (Noah Hathaway) potrà salvarla da morte certa. Atreyu si fa così avanti e si scopre che, in realtà, è anche lui soltanto un ragazzino. Malgrado la giovane età accetta il gravoso incarico e parte alla ricerca del Nulla, per sconfiggerlo. 

Bastian segue Atreyu nel suo viaggio, durante il quale incontra personaggi insoliti talvolta buoni (come Falkor, il fortuna drago che gli salva la vita in un paio di occasioni) e talvolta cattivi (come il lupo nero, scagnozzo del Nulla). Malgrado il coraggio e la perseveranza di Atreyu, il ragazzo fallisce nella sua missione e torna dall’Imperatrice bambina per annunciarle la triste notizia. Giunto da lei riceve però una notizia inaspettata, lui non ha fallito, ma ha portato a termine il suo scopo in modo perfetto: ha condotto fino a loro il ragazzo che potrà salvarli. Ed è proprio in questo momento che si capisce che Bastian non è solo spettatore della storia, ma è diventato uno dei personaggi e solo lui potrà cambiare il destino di Fantasia, salvandola dal Nulla.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori