Finalisti Masterchef Italia 4/ Eliminato Paolo, Amelia in finale con Nicolò e Stefano. Chi è il favorito? Puntata 26 Febbraio 2015

- La Redazione

Finalisti Masterchef Italia 4: Eliminato Paolo al pressure test. Amelia, Nicola e Stefano accedono alla finale. Chi vincerà Masterchef Italia? Riassunto puntata 26 Febbraio 2015

MasterChef3-giudici-sky
I giudici di MasterChef Italia

Finalisti Masterchef Italia 4: Eliminato Paolo. Amelia, Nicolò e Stefano in finale. L’eliminato a Milano. Puntata 26 Febbraio 2015. – La finale di Masterchef Italia è alle porte e rimangono in tre a giorncarsi il titolo di quarto Masterchef italiano. Un epilgo quello di ieri quasi scontato che lascia allo scontro decisivo i migliori aspiranti cuochi approdati in semifinale. Stefano resta ora l’avversario più debol per Amelia e Nicolò che hanno tutte le carte in mano per giocarsi il premio finale. Infatti sotto pressione è quello che riesce ad essere meno lucido ma come sappiamo la finale è in grado di regalare emozioni e colpi di scena e Nicolò ed Amelia rischiano sempre molto e questo potrebbe spingerli a fare l’errore fatale. 

Finalisti Masterchef Italia 4: Eliminato Paolo. Amelia, Nicolò e Stefano in finale. L’eliminato a Milano. Puntata 26 Febbraio 2015. Masterchef Italia ci ha regalato un nuovo eliminato, l’ultimo di questa edizione fino a giovedì prossimo e alla finalissima. Paolo, questo il quarto classificato di questa edizione, oggi sarà ospite al Punto Enel di Milano per mettere insieme un nuovo piatto e lasciare a bocca aperta tutti i suoi fan e i fan del programma. Poco fa, sulla pagina ufficiale del programma, è arrivato l’annuncio ufficiale scrivendo: “Volete conoscere Paolo? Potete incontrarlo alle 16.00 al Punto Enel Sharing di Milano, in via Broletto 44/A. Vi aspettiamo!“.

Finalisti Masterchef Italia 4: Eliminato Paolo. Amelia, Nicolò e Stefano in finale. Ascolti tv puntata 26 Febbraio 2015. – Masterchef Italia 4 ha portato a casa un vero e proprio record per la semifinale andata in onda ieri su Sky Uno facendola schizzare al primo posto nella classifica delle puntate più viste dell’edizione. Lepisodio 22, quello che ha incoronato i tre semifinalisti dell’edizione, ha portato a casa 1 milione e 300 mila spettatori medi e una permanenza record dell81% con picchi del 4,33% di share e 5% nel secondo episodio.

Finalisti Masterchef Italia 4: Eliminato Paolo. Amelia, Nicolò e Stefano in finale. Riassunto puntata 26 Febbraio 2015. Il commento di Amelia – Masterchef Italia torna con la sua quarta stagione la prossima settimana sempre al giovedì per la finalissima a tre e con una sola donna, Amelia. Mai come quest’anno i giudici e i fan sui social sono combattuti sulla scelta del vincitore. Filippo, Nicolò e Amelia sono bravi e si trovano quasi allo stesso livello e questo rende incerto il risultato fino alla fine. Resta il fatto che fino a giovedì prossimo tutti e tre possono sognare di vincere e tra questi anche la brava Amelia. La nostra bella campana, infatti, dopo le lacrime di ieri, ci ha tenuto a festeggiare l’accesso all’ultima puntata postando questa foto e scrivendo: “SONO IN FINALEEEE!!! ???????????????????????????????????????? #MasterChefIt “.

Finalisti Masterchef Italia 4: Eliminato Paolo. Amelia, Nicolò e Stefano in finale. Riassunto puntata 26 Febbraio 2015. I commenti dei fan – Paolo, per un errore davvero un po banale, ha dovuto lasciare il grembiule di questa quarta edizione di MasterChef Italia 4. ad un passo minuscolo dalla finale che si terrà giovedì prossimo, sempre su Sky Uno HD. Coloro che invece ce lhanno fatta sono Amelia, Stefano e per il rotto della cuffia (si è aggiudicato la vittoria al Pressure Test) anche Nicolò. Su Facebook si sono accumulati tanti commenti in merito alla sua eliminazione: Il vero vincitore morale. GRANDE TIGRE scrive qualcuno, ma altri invece si trovano perfettamente daccordo con la scelta di Cracco, Bastianich e Barbieri e aggiungono Paolo sarebbe dovuto uscire già da tanto. Hanno eliminato Simone che era bravissimo per avvantaggiare Maria più di una volta, Giustissimo che siano loro i tre finalisti, bella cmq lumiltà di Paolo. Forza Nicolò!!!!!!, Gli mancava tutto, altro che balzo. Spacciare un gattino spelacchiato per tigrenon ci siete riusciti e Se un prende una salsiccia e non prende la farina per friggere il pesce, ho qualche dubbio sul come sia arrivato fin lì… Chi sarà il vincitore? Appuntamento a giovedì prossimo!

Finalisti Masterchef Italia 4: Eliminato Paolo. Amelia, Nicola e Stefano in finale. Riassunto puntata 26 Febbraio 2015 – Si parte come al solito con un breve riassunto delle puntate precedenti di “Mastrerchef Italia 4″, con Barbieri che esorta chi è rimasto in gara a non lasciarsi andare a troppi pensieri, soprattutto negativi, pensando unicamente a cucinare al meglio delle proprie forze e capacità. In cucina sono rimasti unicamente Stefano, Amelia, Nicolò e Paolo, e Cracco decide che meritano una sorta di premio, e ovviamente si tratta della Mistery Box. Si tratta nello specifico di cinque euro, distesi in un piatto vacante. Cosa vuol dire? Ovvio, che dovranno cucinare un piatto che non costi, a livello di ingredienti utilizzati, più di questa cifra. In dispensa per questa prova, ogni prodotto sarà corredato di cartellino con prezzo, e per completare la spesa saranno concessi solo cinque minuti. Stefano è in grado di risparmiare 1.18 euro, e Bastianich non pare apprezzare, chiamandolo tirchio. Nicolò però fa addirittura meglio (o peggio), pagando 3.80 euro. Finalmente si sale un po’ con Amelia, che spende 4.17 euro, e Paolo, che ne impiega 4.56. Trenta minuti in totale per accaparrarsi un vantaggio, ovviamente sconosciuto, per affrontare al meglio l’Invention Test. Barbieri inizia a muoversi tra i quattro banchi di lavoro, facendo i propri complimenti ad Amelia, per aver preparato il merluzzo alla giapponese. Cracco invece fa l’elemento di disturbo e va a scocciare Paolo e Nicolò. Al primo in particolare prova a strappare una confessione su quelli che sono i suoi sogni più spinti. Alla fine i piatti sono pronti, e il giudizio a caldo, ancor prima di assaggiarli, è quello di tre piatti che andrebbero bene per un ristorante, e uno invece destinato alla tavola di casa propria. Amelia è la prima ad aver indovinato il piatto, con del merluzzo aromatizzato al finocchio, riduzione d’arancia e un bel po’ di cipolla a condire il tutto. Dopo di lei c’è Stefano, con il suo merluzzo alla crema di broccoli. Cracco apprezza in particolare la presentazione un po’ artistica. Il terzo è quello di Nicolò, che prepara una gustosa crema di patate aromatizzate al finocchio, gettandoci sopra delle alici impanate. Questo pesce è molto economico, ed ecco perché l’ha scelto, ma ipotizza anche una serata nel proprio ristorante, dicendo che un piatto del genere costerebbe a un cliente ben quindici euro, servendolo come antipasto. Dal momento che si scende nel pratico, Bastianich inizia a fare due conti, sostenendo che per assaggiare la sua cucina occorrerebbero ben 100 euro a persona, almeno. I giudici si consultano e alla fine decidono che la migliore, e dunque meritevole dell’aiuto, è Amelia, unica donna ancora in gara. Ci sono ancora due prove in questa puntata, e se vengono superate vuol dire arrivare di diritto in finale. In dispensa Amelia trova quattro cloche, rispettivamente contenenti ombrina, scorfano, pagello e costardella. Quattro ingredienti per quattro padelle diverse, ovvero quattro tipi a sé di cottura, griglia, pietra, frittura e bambù. Amelia potrà scegliere ogni accoppiata, ovvero scegliere quale ingrediente e qualche modalità di cottura rifilare agli altri tre in gara. Per sé sceglie il bambù e l’ombrina. Paolo non può lamentarsi del suo pagello fritto, menter Stefano dovrà sudare con lo scorfano grigliato. Infine Nicolò dovrà preparare in umido la costardella. Paolo sbaglia la spesa e Barbieri lo rimprovera. Ha preso dell’inutile salsiccia e nulla per impanare il pagello. Le cose peggiorano quando chiede ad Amelia di prestargli della farina. Cracco corregge l’impiattamento di Stefano, ma neanche ad Amelia le cose vanno di lusso, con Barbieri che non ama particolarmente l’impiattamento. Idem per Bastianich, che la reputa cafona. Stefano ha sudato ma ce l’ha fatta, e Cracco definisce il suo piatto riuscito e intelligente. Paolo si scontra ancora con Barbieri, che ricorda la farina e dice che la frittura è errata. Alla fine i migliori sono Stefano e Nicolò, con il primo che ha la meglio, e potrà usufruire del vantaggio in esterna. Potrà scegliere se salvare Amelia o Paolo, e alla fine spedisce l’uomo alla sfida finale. In esterna si va a Firenze, nell’Enoteca Pinchiorri, insieme alla chef Annie Feolde. I tre dovranno cucinare un trittico a testa, aiutati da tre chef, Alessandro, Riccardo e Italo. Successo per Stefano, che avrebbe solo dovuto aggiungere un po’ di olio. Ottimo anche Nicolò, nonostante un po’ d’eccesso col peperoncino. Addirittura la Feolde lo prenderebbe come stagista. Il vero successo però è di Amelia, che strappa un molto buono, e soprattutto non ha sbagliato nulla. Proprio per questo vince la prova e vola in finale. Pressure tra Nicolò e Stefano, che dovranno preparare un panino a testa per ogni giudice, ricopiando però delle ricette preparate dai giudici stessi. Abbiamo ad esempio il sandwich alla maniera di Bastianich. Qualche critica a Nicolò che gli costa cara, mentre i panini di Stefano soddisfano tutti, anche Bastianich, che aveva definito l’altro come il lavandino della cucina. Nicolò dunque alla sfida decisiva con Paolo. Piatto da preparare che ruoti intorno al cavolfiore. Per evitare la puzza lasciare scoperto il cavolo in fase di cottura. Paolo ha dimenticato il sale, e i giudici non riescono a capacitarsene. Proprio sul finale commette un errore tanto banale, e questo alla fine consegna l’accesso alla finale a Nicolò, che sfiderà Amelia e Stefano.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori