STRISCIA LA NOTIZIA / Record ascolti: picchi al 30.68% di share. News, oggi 3 febbraio 2015

- La Redazione

Oggi, martedì 3 febbraio 2015, alle 20.40 su Canale 5 va in onda un nuovo appuntamento con Striscia la notizia, condotto dalla coppia Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti

striscia_scrittar_r439
Striscia la notizia

Oggi, martedì 3 febbraio 2015, alle 20.40 su Canale 5 va in onda un nuovo appuntamento con Striscia la notizia, condotto da Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti. Ieri, lunedì 2 febbraio, il tg satirico di Antonio Ricci ha registrato ascolti straordinari: con 7.186.000 telespettatori e il 23.91% di share è risultato il programma più visto della giornata e ha registrato il miglior ascolto medio della ventisettesima stagione. Striscia ha raggiunto picchi di 9.384.000 telespettatori, pari al 30.68% di share.

La puntata di Striscia La Notizia di questa sera si apre sulle note di Rebel Rebel di David Bowie, introducendo Ezio Greggio e un Enzo Iacchetti con occhiali scuri in segno di lutto per la sconfitta dell’Inter. Il primo servizio lanciato è quello di Dario Ballantini nelle vesti di Salvini. Per le vie di Roma interroga politici come Giorgio Merlo e Graziano Delrio sull’elezione di Mattarella come Presidente della Repubblica alternando battute e sketch con persone di colore incontrate per strada. Gli fa seguito il servizio di Jimmy Ghione che denuncia, insieme a un nutrito gruppo di automobilisti, la presenza di una striscia continua lungo la via Flaminia che obbliga a fare decine di chilometri per poter effettuare inversione di marcia. La linea continua vieta infatti l’attraversamento della carreggiata e costringe gli automobilisti ad arrivare a un paesino vicino per poter prendere la via nell’altro senso. Un video mostra come alcuni automobilisti per evitare di allungare di decine di chilometri effettuano pericolose infrazioni varcando la striscia continua.Luca Abete è protagonista di un video di denuncia sul degrado ambientale. A Pozzuoli (Napoli), su una spiaggia il mare restituisce un’infinità di rifiuti tra cui televisori e frigoriferi. In un canale nei paraggi viene rinvenuta la carcassa di un’automobile, rimossa dalle forze dell’ordine dopo la segnalazione di Striscia.

Fabio e Mingo da Bari denunciano l’ennesima truffa ai danni di persone che cercano lavoro. Un ente privato fornisce corsi per divenire operatori socio sanitari ad una cifra che si aggira intorno a 2.300 Euro, spacciando i propri corsi come accreditati dalla regione Puglia, mentre in realtà non è così. Una ragazza si offre per riprendere di nascosto il dialogo con la persone a capo dei corsi che davanti alla telecamera nascosta ribadisce che il corso è accreditato dalla regione Puglia. Smascherato da Fabio e Mingo che gli mostrano il video ammette le sue colpe. Il servizio successivo si sposta in Sicilia, a Castiglione Di Sicilia (Catania), dove Brumotti mostra una pista ciclabile di sette chilometri costata 15 milioni di Euro che, lasciata incompiuta e abbandonata, è divenuta una discarica. poi il turno di Moreno Morello che si reca a Londra per sfoggiare il suo classico inseguimento. A scappare un truffatore che, spacciatosi per un famoso calciatore del Chelsea, ha effettuato un ordine per un totale di 45.000 Euro di borse presso un’azienda di Fossò (Venezia). Allegato all’ordine un documento che certifica l’avvenuto bonifico e che sollecita a inviare la merce al più presto. La truffa è proprio nella tempistica, infatti il documento del bonifico è falso, ma la banca prima di accorgersi della falsità ha bisogno di qualche giorno, per questo il truffatore sollecita la spedizione.

Drammatica la denuncia del servizio di Cristian Cocco. Nel pronto soccorso dell’ospedale di Cagliari il bagno viene utilizzato da tossicodipendenti per drogarsi. Il primario, che ha già denunciato l’accaduto ai carabinieri, mostra un’imbarazzante impotenza suggerendo di chiudere i bagni, privandone così anche i pazienti che attendono il loro turno nella sala d’attesa. Chiude la puntata Striscia lo Striscione con un ospite speciale, Carlo Conti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori