Il piccolo Lord, stasera su Rete 4 il film con Rick Schroder. Video trailer

Stasera, mercoledì 11 marzo 2015, su Rete 4 andrà in onda il film Il piccolo lord. Il protagonista è il giovanissimo Cedric Errol (Rick Schroder): vediamo la trama della pellicola

11.03.2015 - La Redazione
Foto-Mediaset
Mediaset

Questa sera su Rete 4 va in onda il film “Il piccolo Lord”. La pellicola è ambientata a fine ‘800 quando il giovane Ceddie lascia New York insieme alla madre per trasferirsi in Inghilterra. Lì vive il conte di Dorincourt, il burbero nonno paterno che ha nominato il piccolo suo erede. Il bambino fa fatica ad abituarsi alle rigide regole del castello ma col tempo la situazione cambierà. Ecco il trailer del film 

Stasera su Rete 4 andrà in onda il film Il piccolo lord. Vediamo la trama: il protagonista è il giovanissimo Cedric Errol (Rick Schroder), che non ha mai conosciuto suo padre, ed è cresciuto in America, tirato su da sua madre Connie Booth. Proprio lei è il motivo per cui il padre ha dovuto dire addio, senza rimorsi, a quella che era stata fino ad allora la sua vita. Il suo era sangue nobile e suo padre, nonno di Cedric, è il conte di Dorincourt (Alec Guinness), di un fregiato casato d’Inghilterra. L’uomo non accettò mai l’unione con una donna americana, vista come una donna volgare, in maniera pregiudizievole. Inoltre non si trattava di una discendente di una famiglia nobile, e proprio per questo l’uomo fu tagliato fuori dall’eredità e da qualsiasi legame familiare. Cedric ignora ogni elemento di quella che è in realtà la sua storia, e trascorre sereno, seppur senza la figura paterna, la propria infanzia insieme all’adorata madre. Accade però qualcosa di inatteso, ovvero un uomo che lui non sa affatto chi sia, Bevis, viene a mancare, e ciò scatena una reazione a catena. Si tratta infatti di suo zio, fratello maggiore di suo padre, che cede automaticamente ogni eredità al familiare più vicino, Cedric appunto, che diviene l’erede del casato, ovvero Lord Fauntleroy. Tale situazione prevede che lui lasci la propria casa e si rechi in Inghilterra, ritrovandosi in casa col nonno, non di certo un uomo semplice da gestire. L’astio nei confronti del mondo esterno, e in particolare di quel nipote mai voluto che rappresenta la prova del tradimento del suo secondo genito. Improvvisamente però si ritrova in casa sia il piccolo che sua madre, alla quale a stento rivolge la parola. L’obiettivo però è decisamente opportunistico, dal momento che il lord non intende morire sapendo che la propria eredità andrà a un giovane scapestrato figlio della cultura consumistica americana. Proprio per questo lo vuole in casa per poterlo educare come si deve, rendendolo un lord a tutti gli effetti, e non soltanto per dinastia. Se lui vive in casa però, lo stesso non viene concesso alla madre, relegata in una villa ben distante. Cedric non sa nulla della storia passata, e dunque sa solo d’aver un nonno burbero, come un po’ tutti gli anziani. Non capisce però perchè sua madre debba stare così distante da lui. Alla lunga però il rapporto tra Cedric e suo nonno cambia radicalmente, soprattutto grazie all’animo buono del bambino, che intenerisce il lord e gli dimostra d’essere sincero in tutto ciò che fa, e non intenzionato ad approfittare della situazione favorevole. Inoltre, nonostante i comportamenti durissimi del nonno, lui è semplicemente entusiasta d’averlo conosciuto, e questo suo bene incondizionato lo cambierà nel profondo. Col tempo la sua presenza lo trasforma letteralmente, divenendo un anziano gentile e dal carattere pacato, cosa che non è mai avvenuta in un’intera vita. Ciò avrà influenza anche sul rapporto che l’uomo ha col resto della gente che lo circoda, dal personale alle persone in paese, fino ad arrivare alla madre di Cedric, che si rende conto non essergli inferiore solo perché non nobile. Arriva però una notizia a sorpresa, ovvero che Cedric potrebbe non essere in realtà il primo nella lista dei canditi al titolo di lord. Anche se la notizia non era stata resa nota, suo zio Bevis si era sposato e aveva anche avuto un figlio prima di morire. Questo figlio, nato dal primo genito, avrebbe la preferenza nella discendenza, secondo antiche leggi medievali. Il conte però si è affezionato tantissimo al bambino, e vuol continuare a tenerlo in casa, ma soprattutto vuol morire sapendo che le sue proprietà andranno a qualcuno dall’animo tanto candido. Per fare in modo che tutto vada secondi piani dunque scatena i propri avvocati, spedendoli a fare ricerche sul nascituro, controllando la veridicità delle voci, che sia effettivamente suo nipote, e soprattutto trovare una soluzione, anche in tal caso. Ormai il cambiamento del conte è totale, al punto da rivolgersi mesto a sua nuora, dicendole che si pente di quanto fatto in passato, ovvero aver allontanato suo figlio, lei e Cedric, e che, conoscendola, deve ammettere la sua intelligenza e bontà, oltre che forza, avendo tirato su Cedric tanto bene tutta da sola. Alla fine si scopre che la moglie di Bevis era una truffatrice, e così Cedric torna ad essere l’unico lord, e sua madre si trasferisce nel castello con loro due.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori