Il Mostro, stasera su Rai 3 il film con Roberto Benigni e Nicoletta Braschi. Video trailer

- La Redazione

Stasera, giovedì 12 marzo 2015, va in onda “Il Mostro”, un film diretto e interpretato da Roberto Benigni che veste i panni di un giovane disoccupato. Vediamo la trama della pellicola

logorai_R439
Il film in onda su Rai 2
Pubblicità

Questa sera su Rai Tre va in onda il film con Roberto Benigni e Nicoletta Braschi Il Mostro.  Protagonista della pellicola è Loris, un uomo che vive da solo e tira avanti come può. La polizia trova, non lontano dalla sua abitazione, il cadavere di una donna. Il modus operandi del killer ricollega lomicidio a d altri avvenuti nella stessa zona. A indagare sulla vicenda è la poliziotta Jessica, che finirà a vivere a casa di Loris: per una serie di casi sfortunati è infatti linnocente Loris il maggior indiziato per i crimini che terrorizzano quello che fino a poco tempo prima era un quartiere tranquillo. Ecco il trailer del film 

Stasera, giovedì 12 marzo 2015, va in onda il film Il Mostro diretto da Roberto Benigni, il quale decide di rivestire anche il ruolo di protagonista principale, ovvero di un semplice ragazzo tanto buono quanto antipatico, che viene scambiato per una persona poco di buono. Il Mostro dunque è un film dalla durata di due ore che girano attorno ad una serie di equivoci, e soprattutto malintesi, che potrebbero tratte in inganno il pubblico. Il divertimento ed i colpi di scena ovviamente non mancheranno, e renderanno la commedia molto più intrigante, e soprattutto con toni polizieschi e gialli, di quanto si possa immaginare. Il film uscì prima al cinema, e solo dopo un anno venne trasmesso in televisione. Cosa deve fare un giovane per sopravvivere? E’ questa la domanda che si è posto Loris (Roberto Benigni), un disoccupato che, pur di evitare di dover accumulare debiti, decide di effettuare qualche lavoro saltuario e truffe di ogni genere. Proprio queste gli permettono di ottenere l’antipatia da parte degli altri inquilini del suo palazzo, che lo vedono di cattivo occhio, e che vorrebbero che Loris se ne andasse. Quasi per vendetta, e mosso dall’antipatia reciproca che provoca nei confronti delle altre persone che vivono nel suo palazzo, sempre più spesso Loris decide di far loro dei dispetti, e dunque di effettuare dei piccoli furti, come quello dei nani da giardino, che verranno posti nel suo armadio. Passa il tempo, e Loris diventa sempre più antipatico e poco sopportato dalle persone che abitano nel suo palazzo: alcune di queste addirittura vorrebbero massacrarlo di botte, ma per evitare dei guai, decidono di ignorarlo completamente. La situazione però precipita quando, un serial killer noto come il Mostro, compie una vastissima serie di omicidi, che vede come protagoniste delle giovani donne. Tutti nel palazzo iniziano ad avere paura, visto che il killer opera nei pressi della struttura, e come se non bastasse, chi abita in quel palazzo inizia a supporre che il mostro sia Loris, visto che questo agisce quando l’egocentrico inquilino è assente dalla sua abitazione. I sospetti si fanno sempre più insistenti, e alcune denunce vengono inviate al commissariato di polizia. Alcuni agenti dunque iniziano a credere che Loris sia veramente il mostro, ed indagano sul suo passato e presente. La poliziotta Jessica, prendendo pure lei in antipatia Loris, decide di frequentarlo, e di provocarlo, in maniera tale che il killer possa essere smascherato. Passa il tempo però, e Loris si comporta in maniera esemplare: questo dunque fa capire alla poliziotta che i sospetti sono tutt’altro che fondati. Ma se Loris non è il mostro, e dunque è stato accusato ingiustamente, chi si nasconde sotto le spoglie del potente serial killer che terrorizza le persone che abitano in quel palazzo?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori