LE ULTIME ORE DELLA TERRA/ Su Cielo il film diretto da David Hogan

- La Redazione

Cielo questa sera propone in prima tv il film Le ultime ore della Terra. Vediamo la trama di questa pellicola diretta dal regista David Hogan di genere apocalittico

Fotolia_telecomando_R439
Fotolia

Cielo questa sera propone in prima tv il film Le ultime ore della Terra (titolo originale Earths Final Hours), girato nel 2013 in Canada sotto la regia di David Hogan con la sceneggiatura di David Ray e Rachelle S. Howie. Il film ha una durata che senza contare i consueti passaggi pubblicitari risulta essere pari a 1 ora e 24 minuti, mentre il cast si annovera dei seguenti attori: Robert Knepper, Julia Benson, Bruce Davison, Julia Maxwell e Cameron Bright.

Vediamo ora la trama della pellicola. Il futuro della Terra e quindi del genere umano è fortemente a rischio per via di un devastante fenomeno di cui gli scienziati non si erano assolutamente resi conto sia che potesse avvenire e sia delle possibili conseguenze. Nello specifico la Terra viene colpita da un frammento di massa interstellare, che si scoprirà essersi sganciato da una cometa. Il rischio per la Terra è altissimo in quanto limpatto avviene a una velocità devastante per il territorio fatto oggetto del fenomeno. Tuttavia al di fuori di un enorme cratere formatosi sulla crosta terrestre non sembrano esserci conseguenze rilevanti.

Questo si dimostrerà essere una pesante leggerezza commessa dalle migliori menti del mondo. Infatti, dopo alcuni giorni un agente federale dai modi piuttosto duri ma allo stesse tempo efficaci insieme a suo figlio e una eccellente scienziata, si rendono conto dellincredibile leggerezza e in particolare accorgendosi che la Terra rischia molto. Infatti il moto di rotazione terreste potrebbe fermarsi all’improvviso perché il campo magnetico scomparirebbe, l’umanità tutta sarebbe spacciata, l’atmosfera e il pianeta subirebbero gravi danni. Tutto questo potrebbe essere stato causato dal fatto che limpatto del pezzo di cometa con il suolo terrestre ha avuto un contraccolpo che di fatto ha spostato lasse terrestre e di conseguenze tutte le leggi fisiche e i fenomeni a esso legati.

Lagente federale, il figlio e la scienziata si mettono ad analizzare la questione e ne deducono che si potrebbero aprire due possibili scenari: da un parte un emisfero in cui è perennemente notte e che quindi con il trascorrere del tempo renderà quella parte del pianeta caratterizzata da una tempesta gelida, dall’altra una parte di emisfero in cui è sempre giorno e c’è costantemente il sole, situazione che a lungo andare renderà quella parte del pianeta caratterizzata da un’aria torrida e soffocante, praticamente un immenso deserto.

I tre si mettono alla ricerca di una concreta e reale possibilità di salvare il pianeta, si affidano prima ad un inventore che però è caduto in disgrazia e poi lottano disperatamente per cercare di trovare un vecchio sistema satellitare che potrebbe essere la sola alternativa possibile per provare a salvare la Terra, rimettendo in moto la rotazione terrestre e con essa il consueto alternarsi del giorno e della notte. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori