Non c’è due senza quattro/ Stasera su Rete 4 il film con Bud Spencer e Terence Hill. Trailer

- La Redazione

Stasera, mercoledì 27 maggio 2015, su Rete 4 andrà in onda Non c’è due senza quattro, pellicola del 1984 con la regia di E. B. Clucher: nel cast gli attori Bud Spencer e Terence Hill

Foto-Mediaset
Mediaset
Pubblicità

Dalle 21:15 Rete 4 trasmette il film “Non c’è due senza quattro”, pellicola del 1984 interpretata dall’irresistibile duo Terence Hill-Bud Spencer. I protagonisti vengono ingaggiati come sosia da due miliardari brasiliani, decisi ad assentarsi per sette giorni per sfuggire agli attentati di una banda di malviventi. Una settimana è però un lasso di tempo sufficiente a creare equivoci e situazioni compromettenti, da risolvere come sempre con una chiassosa e vittoriosa rissa di gruppo. Ecco di seguito una scena del film:

Non c’è due senza quattro, la trama del film – Stasera, mercoledì 27 maggio 2015, su Rete 4 andrà in onda Non c’è due senza quattro, pellicola del 1984 con la regia di E. B. Clucher. La durata del film è di 99 minuti. E’ la storia delle avventure vissute dalla strana coppia formata da Greg Wonder (Bud Spencer), un suonatore di sassofono, e Elliot Vance (Terence Hill), di professione controfigura: i due vengono ingaggiati per fingere di essere Bastiano e Antonio Coimbra, due cugini brasiliani ricchissimi a cui Elliot e Greg somigliano come due gocce d’acqua e che temono per la propria vita.

Pubblicità

I Coimbra sono infatti in procinto di concludere un grosso affare, ma alcuni pericolosi criminali intendono ostacolarli, ragione che ha indotto i cugini ad assumere qualcuno che si sostituisca a loro e a promettere di pagare profumatamente il lavoro svolto, soprattutto se la banda di malviventi verrà messa fuori gioco. Allettati dalla lauta ricompensa, Greg ed Elliot decidono di accettare e si trasferiscono nella dimora dei veri cugini Coimbra, ma il fatto che non cerchino minimamente di calarsi nei panni dei due miliardari, dato che non imitano nessuna delle abitudini di coloro ai quali si sono sostituiti, alimenta qualche sospetto nel personale di servizio, che però non osa immaginare ad uno scambio di persona a causa della fortissima somiglianza tra i Coimbra e i loro sosia. Greg ed Elliot non tardano ad imbattersi in uno dei più agguerriti nemici dei cugini miliardari, cioè Tango (Nello Pazzafini), uno dei più spietati boss della malavita organizzata di Rio de Janeiro, il quale sembra voler mettere i bastoni tra le ruote agli interessi dei Coimbra impedendo la firma del contratto che consentirà loro di concludere il loro grande affare.

Pubblicità

Elliot e Greg riescono a liberarsi dell’uomo ingaggiando con lui e i suoi un’interminabile scazzottata che si risolve a favore dei due finti Coimbra, i quali attirano su di loro l’attenzione dei media, che non fanno che chiedere un resoconto dello scontro avuto con Tango e i suoi uomini. Il boss, intanto, non sembra essere per nulla intenzionato a lasciar perdere i miliardari e non fa che organizzare agguati ai loro danni che però, puntualmente, si concludono con la vittoria di Greg ed Eliot, chiaramente superiori agli uomini del criminale per forza e astuzia. Tuttavia, il fatto che i Coimbra siano ormai visti da tutti come rissosi e litigiosi comincia a preoccupare molto proprio i due veri miliardari, che decidono di fare ritorno a casa e di raccontare pubblicamente quanto è successo indicendo un incontro con la stampa. Quando giungono nella loro dimora e stanno per pagare Geg ed Elliot per i servizi svolti, però, a sorpresa giunge nella tenuta dei due cugini un elicottero: alcuni mercenari sono infatti intenzionati a sequestrarli per portarli al cospetto di colui che ha organizzato tutti gli attentati a cui sono poi sfuggiti (o meglio, a cui Elliot e Greg sono scampati).

Il fattore sorpresa si rivela decisivo nel far volgere la situazione a favore dei Coimbra, che possono contare sulla presenza dei loro sosia, cosa che coloro che vorrebbero rapire i due miliardari non potevano sapere. Per l’ennesima volta, i due sosia riescono ad avere la meglio a suon di pugni e si mettono in testa di catturare colui che ha ordinato le aggressioni ai danni dei cugini Coimbra e il loro rapimento. Così, con uno stratagemma, essi riescono a portare il misterioso mandante dei crimini nella dimora dei miliardari, ma con loro grande stupore si rendono conto del fatto che non si tratta di un uomo ma di una donna: essi si ritrovano infatti di fronte donna Olimpia Chavez (April Clough), una cara amica di Elliot, ma anche di Bastiano Coimbra. Messa alle strette, la donna ammette di aver organizzato tutto in quanto intenzionata ad avere la sua vendetta nei confronti di Antonio Coimbra, da lei ritenuto il principale responsabile del tracollo economico del padre.

La verità è però ben diversa da quella raccontata da Olimpia, almeno nelle parole di Antonio, che fa presente che il genitore della Chavez aveva in realtà rubato tutto il denaro di una società a cui lui stesso apparteneva per darsi alla bella vita assieme ad una ballerina. Dunque, messi in salvo i Coimbra, Elliot e Greg si congedano dai due cugini per andare da qualche parte a godersi il denaro ricevuto per il lavoro svolto, mentre Bastiano e Antonio sembrano aver imparato ad apprezzare i modi bruschi e spicci dei loro alter ego, tanto da decidere di comportarsi in modo simile a loro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori