INDOVINA CHI SPOSA MIA FIGLIA/ Su Rete 4 il film commedia con Lino Banfi. Video trailer

- La Redazione

Stasera, venerdì 12 giugno 2015, su Rete 4 va in onda il film di genere commedia “Indovina chi sposa mia figlia” con Lino Banfi e Mina Tander. Ecco la trama della pellicola

Foto-Mediaset
Mediaset

Su Rete 4 a partire dalle 21:15 sbarca la comicità di Lino Banfi con il film “Indovina chi sposa mia figlia”. Jan e Sara, fidanzati in Germania, hanno in programma di sposarsi, ma non hanno fatto i conti con il padre della ragazza, un emigrato di origine pugliese che ha l’intenzione di celebrare il matrimonio nella sua terra natìa. Ecco il trailer del film:

“Indovina chi sposa mia figlia”, il film in onda questa sera su Rete 4, vede Lino Banfi nei panni di un pugliese immigrato da anni in Germania, ma molto legato alle tradizioni di famiglia. In un video pubblicato su Youtube da CinemioBlog, vediamo l’attore raccontare in conferenza stampa le “difficoltà” incontrate durante le scene ambientate a Monaco Di Baviera. Banfi, recitando con attori tedeschi, ha dovuto infatti imparare alcune battute nella loro lingua e per ovviare alla difficoltà di ricordarsele, ha trovato ingegnosi metodi per riuscire a leggerle senza che ne risentisse la sua interpretazione. Clicca qui per vedere il video.

Indovina chi sposa mia figlia! è un film di genere commedia, in onda stasera su Rete 4, diretto da Neele Vollmar e tratto dallomonimo romanzo di Jan Weiler. La durata del film è allincirca pari a 1 ora e 36 minuti mentre nel cast ci sono Mina Tander, Gundi Ellert, Paolo De Vita e Ludovica Modugno. Ecco la trama. Siamo in Germania, un ragazzo di nome Jan (Christian Ulmen) di professione giornalista e una bella e giovane donna di nome Sara hanno una relazione e convivono da un paio di anni, sono molto affiatati e complici e così dato il loro fresco e bello amore hanno deciso di coronarlo decidendo di sposarsi. La ragazza è super emozionata di questa nuova avventura che li attende, e come di consueto accade in questa fase di preparazione e di organizzazione pre matrimonio i due ragazzi vogliono seguire il rituale previsto in questa fase così delicata della loro vita. Jan infatti vuole chiedere la mano di Sara al papà della ragazza che vive anche lui in Germania ma che è di origini italiane e più precisamente è un pugliese doc.

Il padre di Sara si chiama Antonio Marcipane (Lino Banfi) e in seguito a problemi lavorativi aveva deciso di trasferirsi in Germania, emigrando circa quaranta anni prima. Qui aveva sposato e messo su famiglia con una donna tedesca di carattere tranquillo e paziente nei confronti delluomo che invece è di tuttaltro carattere: molto astuto e furbo e che grazie alla propria scaltrezza riesce a cavarsela in ogni situazione. La presentazione tra suocero e genero avviene e tutto da principio si rivela tragi-comico infatti il papà di Sara, nonostante gli anni vissuti in Germania e le abitudini acquisite in quel Paese, non è riuscito ancora a migliorare il proprio tedesco che è alquanto approssimativo e improvvisato. Inoltre Antonio è fortemente e profondamente ancorato alle tradizioni della propria amata Puglia e perciò quando conosce il futuro genero incomincia a dire la propria su ogni situazione e a intromettersi nelle decisioni più importanti della giovane coppia anche riguardanti il loro imminente matrimonio.

Jan infatti si accorge subito di quanto possa essere difficile e problematico poter riuscire a confrontarsi con il suocero Antonio ma nonostante tutto si dice ben disposto ad aprirsi alla famiglia della propria amata. Antonio vista la disponibilità del ragazzo ad assecondarlo in tutto, gli propone di sposare la figlia nel proprio amato paese di origine in Puglia. Jan messo alle strette e dopo aver intuito che anche Sara è ben disposta allidea di celebrare il proprio matrimonio nel paese del padre decide di accontentare tutti. Jan però ben presto si trova a doversi confrontare con questa nuova e così strana famiglia, un enorme gruppo di parenti impiccioni e amanti della buona cucina ma fondamentalmente dal grande cuore. Il ragazzo per il suo essere cosi accondiscendente e buono finirà per doversi subire i lunghissimi racconti del futuro suocero sulle proprie avventure e bravate e di rimanere perciò intrappolato in questa così numerosa ma soprattutto fuori dagli schemi famiglia. Riuscirà il buon Jan a superare questa difficile prova prematrimoniale e a sposare la propria amata fidanzata Sara?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori