FALCO/ Anticipazioni puntata 15 giugno 2015: alla ricerca del Lupo Cattivo

- La Redazione

Falco, anticipazioni puntata 15 giugno 2015: Falco e Chevalier indagano sulla morte di una ragazza travestita da Cappuccetto Rosso. Il responsabile era mascherato da Lupo Cattivo

falco
Sagamore Stevenin nei panni dell'agente Falco

La seconda serata di Canale 5 torna a trasmettere la serie tv francese Falco anche oggi, lunedì 15 giugno 2015: verrà mandato in onda quinto episodio, dal titolo Cappuccetto rosso. Falco, insieme al resto della squadra di polizia, si dovrà occupare delluccisione di una ragazza che aveva partecipato ad una festa in maschera con il costume di Cappuccetto Rosso. Luomo che lha uccisa aveva la maschera del Lupo cattivo. Tocca a Falco capire chi si cela dietro la maschera.

Una donna di nome Julie si trova in un bar nel quale è stato organizzato un incontro tra donne ed uomini single evidentemente alla ricerca della propria anima gemella. Nel corso della serata ad un certo punto Julie incomincia ad avvertire un improvviso malore che la porta ad accasciarsi a terra non dando alcun sintomo di vita. La donna è morta e poco dopo la proprietaria del locale, Helene avverte a sua volta un malore che sembra essere di minore entità. Sul luogo arriva la polizia per appurare cosa sia successo e nello specifico arriva Falco (Sagamore Stévenin) con a supporto Chevalier (Clément Manuel) e Eva (Alexia Barlier), ed incominciano ad effettuare i primi rilevamenti.

Ovviamente il lavoro più importante in questa fase viene fatto dal medico legale Philippe (Franck Monsigny), il quale sui rende conto di come Julie sia morta per avvelenamento da cianuro, e nello specifico che siano state avvelenate le sigarette che stava fumando. La stessa Helene, avendo fumato soltanto metà sigaretta è stata avvelenata rischiando di perdere la vita, ma per fortuna è stata soccorsa in tempo per essere poi portata in ospedale dove è stata quindi disintossicata. Falco si rende conto di come dietro tutto questo ci possa essere uno psicopatico, o peggio ancora, qualcuno molto vicino a Julie tantè che i primi sospetti cadono sul marito di Julie, che caso vuole sia irreperibile per tutta lintera giornata successiva alla morte. Falco riceve in commissariato la visita della propria figlia Pauline (Marie Béraud), venuta per chiedergli di essere presente alla sua festa di compleanno, visto che lui per via del suo incidente se nè perso la bellezza di 22. Falco fa presente che probabilmente la sua presenza potrebbe essere motivo di tensione in casa per Philippe e Carole (Mathilde Lebrequier), ma alla fine promette alla figlia che ci penserà attentamente.

Nel frattempo, le indagini fanno il proprio corso con il marito di Julie che finalmente viene rintracciato e condotto in commissariato per poter essere interrogato. 

L’uomo fa presente di non essersi preoccupato per il mancato ritorno a casa della moglie, in quanto da qualche mese loro non vivono più insieme: l’uomo l’ha tradita con una collega di lavoro e Julie di fatto lo ha cacciato via di casa. Tuttavia, l’uomo fa presente il proprio dispiacere per quanto successo assumendosi tutte le proprie responsabilità dal punto di vista etico in quanto nel caso lui non l’avesse tradita non sarebbe morta. Falco crede alle parole del marito ed insieme a Chevalier si reca in ospedale per parlare con Helene, in quanto certo che la chiave di volta sia nel suo locale e nello specifico negli incontri tra persone single. Helene mette al corrente Falco che la prossima festa sia in programma proprio in serata. Nel frattempo, Chevalier, indagando sulla posta elettronica di Julie, si accorge come fosse alle prese con un vero e proprio stalker che le ha riempito la casella postale di messaggi e soprattutto allegando ad essi una gran quantità di foto, segno inequivocabile di come Julie fosse da tempo seguita.

Falco e gli altri agenti certi di come lo stalker possa farsi nuovamente vivo, prendono parte alla serata e nello specifico si rendono conto della presenza di un uomo dai molti strani e che soprattutto viene pizzicato mentre fa delle foto alle donne con il proprio cellulare. L’uomo prova a scappare, ma Falco riesce a fermarlo a tempo. Portato in commissariato viene interrogato per ore e nella sua casa vengono trovate tantissime foto di donne. L’uomo, tuttavia, può essere accusato di essere uno stalker, ma non di certo un assassino per cui le indagini sono in punto morto. Falco, anche su consiglio della dottoressa Vasseur (Saïda Jawad), si presenta a casa della propria ex moglie Carole per prendere parte alla festa di compleanno della figlia. Verso la parte finale della serata, Carole spinta da vecchi sentimenti mai sopiti nei confronti di Falco lo bacia ma l’uomo la blocca rimarcando come non sia questo il modo di riallacciare i loro rapporti. Il giorno seguente Falco riesce ad intercettare quello che era il nuovo compagno di Julie: Steff. In realtà si tratta di una donna che appare molto dispiaciuta della morte della compagna.

Falco la segue mentre Chevalier guardando i tabulati telefonici si rende conto di come Steff fosse stata contattata con un certa insistenza da Helene. Alla fine, seppur rischiando la propria vita, Falco riesce ad arrestato l’assassino che era Helene la quale aveva ucciso Julie in quanto la vedeva come un intralcio per conquistare Steff di cui era follemente innamorata. Falco regala alla propria figlia quello che era il regalo che lui aveva in serbo per lei per il suo primo compleanno e che evidentemente non ha mai potuto darle. Infine, si rende conto di essere ancora innamorato di Carole così le lascia un messaggio sul cellulare per parlare del bacio che si sono dati e di come anche lui ora è convinto che possano riprendere la loro vita. Purtroppo il messaggio viene sentito da Philippe che pare intenzionato a distruggerlo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori