QUARTET/ Su Rai Tre il film di Dustin Hoffman con Maggie Smith e Tom Courtenay. Trailer

- La Redazione

Rai 3 stasera propone in prima tv il film Quartet. Vediamo la trama di questa pellicola diretta dal noto attore Dustin Hoffman, che vede tra i protagonisti Maggie Smith

logorai_R439
Il film in onda su Rai 2

Alle 21:15 Rai Tre manda in onda il film “Quartet”. Wilf, Reggie e Cissy, tre lirici attempati, si ritirano in una casa di riposo riservata ai musicisti. Nella struttura si prepara lo spettacolo per l’anniversario della nascita di Giuseppe Verdi, ma l’arrivo nella casa di riposo di una primadonna come Jean Horton, ex componente del quartetto, farà riemergere dissapori che sembravano sepolti. Ecco il trailer del film.

In una delle scene del film “Quartet”, in onda questa sera su Rai Tre, vediamo i quattro protagonisti incontrarsi in giardino. Wilf saluta calorosamente Jean e Cissy, mentre Reginald fissa imperturbabile l’orizzonte. Nemmeno quando Jean prova a chiedergli scusa l’uomo sembra prestarle le dovute attenzioni, limitandosi a smentire le parole di Wilf, dicendo di non essere arrabbiato. Jean gli ricorda che non si vedono da anni e tempestivamente Reginald precisa quanto tempo è trascorso. Clicca qui per vedere la scena.

Questa sera, in prima serata su Raitre, andrà in onda il film Qartet, la pellicola che segna lesordio alla regia di Dustin Hoffman. La sceneggiatura del film è ladattamento di un testo teatrale. Oltre agli attori, la maggior parte del cast è formato da musicisti professionisti. Prima di recitare nella pellicola, gli attori hanno seguito lezioni di canto. Tuttavia, la scena in cui il quartetto canta il Rigoletto di Giuseppe verdi è stata tagliata dal film. Il film è costato 11 milioni di dollari e ne ha incassati circa 59.

Rai 3 stasera propone in prima tv Quartet, un film di Dustin Hoffman. Il noto attore di pellicole come Kramer contro Kramer, Il Laureato e Rain Man, in questo caso si presenta nell’inedita veste di regista. Infatti questo è il suo primo film girato da dietro la macchina da presa, uscito nelle sale cinematografiche nel 2012 e in Italia nel gennaio 2013. Quartet, il cui titolo allude a un quartetto musicale, è stato presentato al Toronto Film Festival al Torino Film Festival, e ha vinto dal National Board of Review of Motion Pictures il riconoscimento di uno dei dieci migliori film indipendenti dell’anno. Il cast è formato da grandi attori britannici, l’ambientazione è infatti anglosassone e la sceneggiatura è di Ronald Harwood, che aveva anche scritto la piece teatrale da cui il lungometraggio è tratto.

Come si diceva, il cast di attori annovera alcuni dei nomi maggiori della cinematografia britannica, a partire da Maggie Smith che interpreta la capricciosa Jean. La Smith ha vinto due volte l’Oscar: il primo nel 1979 come miglior attrice protagonista nel film California Suite, e il secondo nel 1987 per Camera con vista, come miglior attrice protagonista. In seguito ha vinto un Oscar anche per la sua interpretazione nella serie tv Downtown Abbey, e con Quartet ebbe una nomination. Reggie è Tom Courtenay, attore apparso nel film kolossal Il dottor Zivago. Con loro, a completare il quartetto, ci sono Billy Connolly e Pauline Collins.

La trama di Quartet racconta di alcuni anziani amici che vivono a Beecham House, un’amena residenza per cantanti e musicisti in pensione. Per quanto ormai avanti con l’età, gli ospiti della casa non hanno perduto la loro passione né la voglia di fare musica: infatti ogni anno, il 10 di ottobre, anniversario della nascita di Giuseppe Verdi, tengono un concerto intonando le arie più celebri delle sue opere liriche. L’occasione serve anche a raccogliere fondi per il mantenimento della casa di riposo.

A Beecham House arriva una nuova ospite: Jean Horton, soprano ed ex diva che però si ostina ancora a fare la prima donna. Qui Jean ritrova i vecchi componenti di un quartetto di cui aveva fatto parte, ovvero Cecily, Wilfred e Reggie. Reggie, tra l’altro, era anche stato il suo ex marito, e forse è ancora un po’ innamorato di lei. Per il grande concerto il quartetto vorrebbe riunirsi, ma Jean non è d’accordo. Dovranno succedere molte cose, perché cambi idea.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori