IL TRENO/ Su Rai 3 il film di guerra con Burt Lancaster protagonista. Il trailer

- La Redazione

Oggi, sabato 1 agosto 2015, Rai 3 propone in prima serata il film storico “Il treno”, diretto da John Frankenheimer con Burt Lancaster. Vediamo la trama della pellicola

logorai_R439
Il film in onda su Rai 2

A breve in onda “il treno”, il film storico ambientato durante la seconda Guerra Mondiale diretto da Frankenheimer ed interpretato da Burt lancaster. La vicenda è ambientata nel 1944 in Francia, Mentre gli Alleati sbarcano e salvano il paese, i nazisti organizzano un treno speciale in cui nascondere numerosissime opere d’arte raziate nel paese. Il partigiano Labiche, deciso a riscattare la cultura francese, è disposto a tutto pur di fermare il treno…perfino ad una personale guerra con l’ufficiale tedesco Von Valdheim. Ecco il trailer del film:

A breve su Rai 3, per il ciclo “la guerra è finita”, andrà in onda “Il treno”, film storico del 1964 interpretato da Burt Lancaster. La pellicola è tratta da “Le front de l’art”, il romanzo di Rose Valland, e narra di un treno speciale che i nazisti riempirono di opere d’arte francesi rubate durante la guerra nel 1944. La regia del film, inizialmente affidata a Arthur Penn, è di John Frankenheimer. Vi ricordiamo che sarà possibile seguire “il treno” alle 21.00 su Rai 3 ma anche in diretta streaming sul sito di Rai Tv cliccando qui.

Film d’epoca, o quasi, per la prima serata di Raitre, oggi 1 Agosto. Un sabato sera all’insegna della storia e dello scontro con la pellicola firmata da John Frankenheimer e che ci porta alla Parigi del 1944 con i protagonisti alle prese tra alleati e nazisti. I video riguardanti la pellicola presenti sul web non sono poi molti ma noi abbiamo scovato per voi questa scena in cui vediamo Paul sul treno che corre via verso il confine. Il protagonista è pronto a fermarlo tentando un ultimo disperato tentativo, ovvero facendo deragliare, ci riuscirà? Ecco il video della scena:

Questa sera, sabato 1 agosto 2015, il palinsesto del canale Rai Tre prevede la messa in onda del film di genere bellico – avventura, ‘Il treno‘, prodotto e girato in Francia nellanno 1964. La pellicola propone un soggetto liberamente ispirato al romanzo ‘Le Front de lArt’, scritto da Rose Valland. La regia è di John Frankenheimer con la collaborazione di Arthur Penn mentre la sceneggiatura è di Franklin Coen e Frank Davis, i quali hanno anche adattato il soggetto. Il film è stato distribuito in Italia dalla Dear Film mentre i produttori che hanno investito nel progetto sono stati Bernard Farrel e Julies Bricken. La scenografia è stata curata da Willy Holt, le musiche sono di Maurice Jarre mentre il montaggio porta la firma di David Bretherton. La durata del film nella sua versione originale senza i classici spot pubblicitari televisivi è pari a due ore e tredici minuti. Fanno parte del cast diversi artisti di indubbio valore come Burt Lancaster, Paul Scofield, Michel Simon, Wolfgang Preiss, Charles Millot e Jeanne Moreau.

Vediamo la trama: siamo nellestate del 1944 in Francia nella città di Parigi. Gli Alleati stanno avanzando su tutti i fronti sconfiggendo le forze naziste che vengono puntualmente sopraffatte ed ormai invitate dal comando centrale a battere in ritirata, nella speranza di riuscire a proteggere i confini teutonici. La capitale francese è ancora sotto il controllo tedesco anche se cè aria di smobilitazione. Il colonnello Von Waldheim (Paul Scofield), un grandissimo estimatore delle opere darte, nel corso delloccupazione di Parigi ha avuto modo di mettere la mani su un enorme numero di quadri e beni preziosi, mettendoli al riparo dalla furia devastatrice nazista. In ragione di questa protezione e di questa passione per larte, il colonnello ha goduto dell’appoggio da parte della direttrice di uno musei presenti a Parigi, la direttrice Mille Villard (Suzanne Flon). La Villard tuttavia si accorge che il colonnello sta organizzando un complotto portare con sé le poere rubate. Con estrema fatica riesce a convincere il generale nazista responsabile del fronte francese nel mettere a disposizione un treno speciale per trasportare le opere darte facendo leva sul loro grande valore.

La Villard, resasi conto di quello che sta per accadere, decide di fare qualcosa per impedire questo scempio e, per la prima volta, si rivolge alla Resistenza Francese. La donna entra in contatto con un uomo di nome Paul Labiche (Burt Lancaster), che è a capo di una cellula presente proprio alla stazione di Parigi, che spesso ha organizzato diversi sabotaggi per cercare di arrestare i piani dei tedeschi. La Villard spiega la situazione a Paul il quale, dopo qualche tentennamento, accetta. Il primo tentativo viene messo in atto dal macchinista designato a guidare questo treno speciale, un uomo di nome Papa Boule (Michel Simon) il quale, con un paio di trucchi, rimanda più volte la partenza. Ad un certo punto però il tenente maggiore Herren (Wolfgang Press), dallalto della propria esperienza, si accorge di quello che sta succedendo e lo fa fucilare. un duro colpo per Paul che perde non solo uno degli ultimi componenti della cellula ma anche un grandissimo amico. A questo punto Paul in prima persona con la collaborazione del fedele amico Didont (Albert Remy) mette in atto una serie di sabotaggi, mettendo a rischio più volte le loro vite. Didont viene ucciso mentre Paul, seppur ferito, riesce a mettersi in salvo. Il treno procede alla volta del confine con Paul che tuttavia riesce a mettere in atto un ultimo disperato tentativo che fa deragliare il treno.

Il colonnello è furioso e, perdendo completamente il controllo delle proprie azioni, pretend di usare dei camion per portare in patria le opere darte. Il maggiore Harren lo destituisce dal proprio incarico in quanto la priorità è per lui quella di salvare i soldati. Il fil si chiuderà con un regolamento di conti tra Paul ed il colonnello abbandonato dai propri uomini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori