Kung Fu Panda 2/ Su Italia 1 il secondo cartone animato della saga con Po. Trailer

- La Redazione

Kung fu panda 2, la trama del film in onda oggi su Italia 1. Ritornano le avventure del panda Po e dei suoi compagni Tigre, Scimmia, Vipera, Gru, Mantide, guidati dal maestro Shifu

Kung_Fu_Panda_2R439
Una scena del film

Su Italia 1 oggi alle 21.10 ‘Kung fu Panda 2’, il cartone animato di Jennifer Juh uscito in america nel 2001 come sequel del precedente omonimo film animato. Po, il panda grassottello ed imbranato divenuto Guerriero Dragone, difende l’intera valle insieme agli amici Tigre, Scimmia, Gru, Vipera e Mantide e ne conserva la pace e la tranquillità. L’idillio si spezza quando un terribile nemico progetta di impossessarsi di tutta la Cina con un’arma segretissima, Ecco il trailer del film.

Kung Fu Panda 2, come il primo, ha avuto un grandissimo successo, tanto che con i 665.692.281 dollari di incasso si è posizionato al quattordicesimo posto dei film di animazione che hanno incassato di più nella storia, lottavo per la Dreamworks. Il suo successo ha spinto la casa produttrice a pensare a un sequel, il terzo episodio dovrebbe vedere Po e i suoi compagni alle prese con un nemico molto potente, nel corso del film gli spettatori avranno anche modo di conoscere meglio il giovane e pasticcione panda, dal momento che verranno rivelati ulteriori dettagli sul suo passato. Come per i primi due episodi, anche per il terzo le voci dei protagonisti saranno prestate dal simpatico Jack Black, da Angelina Jolie e da Seth Rogen, new entry, J.K. Simmons, che darà la voce al super cattivo. Kung Fu panda 2 è ricco di richiami ad altri film, come Dalla Cina con furore, con il mitico Bruce Lee, rievocato da Po mentre combatte con i lupi o Terminator 2, ricordato nella scena in cui Shen viene sorpreso alle spalle da Po che sopraggiunge su un nastro trasportatore. Un altro campione di arti marziali, Jean-Claude Van Damme, è presente nel film, la sua voce infatti è quella del Maestro Croc, che non a caso si cimenta nella spaccata tipica dellattore belga.

Torna sul palinsesto Mediaset Po, il simpaticissimo panda gigante appassionato di kung fu. La voce resta quella dell’attore italiano Fabio Volo, mentre nella versione originale il doppiaggio è affidato a Jack Black. Gli amici di Po, i Cinque Cicloni, ed il saggio Maestro Shifu lo accompagnano anche nel sequel Kung Fu Panda 2. Un film d’animazione prodotto dalla DreamWorks Animation, uscito nelle sale cinematografiche italiane nell’agosto 2011 che ha riscosso subito un enorme successo. Le avventure di Po, il guerriero dragone, proseguono in Kung Fu Panda 2. Il panda può contare sull’aiuto di Tigre, Scimmia, Vipera, Gru, Mantide e del maestro Shifu per fronteggiare il perfido Lord Shen, figlio dei sovrani della città di GongMing. Nella città di GongMing regna la pace e la serenità sotto il regno dei pavoni, finché l’ambizioso figlio Lord Shen decide di utilizzare l’invenzione dei suoi genitori, i fuochi d’artificio, come polvere da sparo per conquistare la Cina ed eliminare per sempre il kung fu. I genitori preoccupati consultano un’anziana capra veggente, la Divinatrice, al loro servizio da anni.

Questa rivelò loro che Lord Shen verrà sconfitto da un guerriero nero e bianco. Lord Shen capisce subito che si tratta di un panda ed ordina al suo esercito di lupi di uccidere tutti i panda del suo regno. Delusi da questa azione i sovrani lo bandiscono dal regno. Dopo molti anni l’esercito dei lupi arriva al villaggio di Po per rubare del metallo per i cannoni di Shen. Po ed i suoi compagni corrono al villaggio per soccorrere gli abitanti. Il capo dei lupi, braccio destro di Shen, si stupisce del fatto che ci sia ancora un panda in vita. Durante il combattimento con l’esercito Po vede un simbolo e ha una visione che riguarda le proprie origini. Distratto dalla visione viene battuto dall’esercito di Shen che fugge via con il metallo. Po si reca dal padre, l’oca, per avere chiarimenti sulla visione che ha avuto della madre che lo abbandona. L’oca le racconta la verità e Po inizia ad indagare. Nel frattempo Shen con le sue armi riesce ad impossessarsi dell’intera città. Ecco che il maestro Shifu incarica Po e i cinque cicloni di salvare la città di GongMing. Arrivati in città entrano in incognito travestendosi da dragone di Capodanno. Durante il combattimento con Shen, Po rivede quel simbolo e ha una seconda visione in cui però è presente anche Shen. Infatti il simbolo è lo stemma di Shen.

A causa della visione Po lascia scappare Shen e si rifugia insieme ai suoi compagni nella prigione di GongMing. La Tigre chiede più volte a Po la motivazione per cui ha lasciato che Shen fuggisse. Po cede e confessa che Shen era sul luogo in cui la madre lo abbandonò quindi è l’unico a sapere la verità sulle sue origini. Po decide di parlare con Shen e si reca alla sua base all’insaputa dei compagni che nel frattempo stanno cercando di farla esplodere. I cicloni appena si accorgono della sua presenza si fermano. Shen mente a Po, dicendogli di essere stato abbandonato perché i suoi genitori non lo amavano. Approfittando della sua debolezza Shen colpisce Po con il cannone che lo scaraventa lontano. Fortunatamente si salva e viene curato dalla divinatrice. Durante un sogno Po ricorda la vera motivazione per cui i suoi genitori lo abbandonarono: per salvarlo dalla morte durante l’attacco ai panda ordinato da Shen. Allora Po decide di tornare in città per liberare i suoi compagni e sconfiggere Shen. Dalla parte di Po si schierano anche i due maestri di arti marziali, Bue infuriato e Croc. Shen ordina al capo dei lupi di sparare, ma questo si rifiuta perché non vuole ferire i suoi compagni di kung fu.

Il colpo di cannone sparato da Shen viene deviato da Tigre, ferendosi. Shen parte con la flotta e continua a colpire Po con i suoi cannoni ma, il panda, avendo trovato la pace interiore, respinge tutti i colpi distruggendo l’intera flotta. Po cerca di dialogare con Shen proponendogli di trovare anche lui la pace interiore. Shen va su tutte le furie ed inizia un combattimento in cui Shen perde la vita. La storia di Po si conclude con il suo ritorno dal padre adottivo Ping, l’oca non sapendo che il suo vero padre vuole ricongiungersi a lui. La storia continuerà nel prossimo sequel, Kung Fu Panda 3, in uscita nelle sale cinematografiche italiane a marzo 2016.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori