Lo straniero senza nome/ Su Iris il film western con Clint Eastwood. Video trailer

- La Redazione

Oggi, martedì 29 settembre 2015, Iris trasmette in prima serata Lo straniero senza nome, un film western del 1974 diretto ed interpretato dal celebre Clint Eastwood. La trama della pellicola

Iris_Logo_2013_439
Il film in onda su Iris

Va in onda questa sera su Iris alle 21.00 ‘Lo straniero senza nome’, un film western diretto ed interpretato da Clint Eastwood nel lontano 1974. La trama racconta di uno straniero che viene assoldato per recarsi in un paese di minatori del West e proteggerli garantendo così la quiete alla zona. Purtroppo l’uomo, fin troppo dedito alla sua missione, utilizza metodi spietati ed incomprensibili, destando ira e preoccupazione…Ecco il trailer del film:

Lo straniero senza nome, in onda questa sera in prima serata su Iris, segna l’esordio ci Clint Eastwood come regista di film western, un genere nel quale, prima di quel momento, non si era ancora mai cimentato. L’uomo, ormai famosissimo nel mondo del cinema, si avviava così verso una brillante carriera.

Questa sera alle 21.00 Iris trasmette Lo straniero senza nome, un film diretto ed interporetato nel 1973 dall’attore e regista a Clint Eastwood. Il cast è composto dallo stesso Clint Eastwood (lo straniero), Verna Bloom (Sara Belding), Mitchell Ryan (David Drake), Jack Ging (Morgan Allen), Geoffrey Lewis (Stacey Bridges).

Vediamo la trama: l’arrivo di uno straniero in una cittadina va a rompere la tranquillità del luogo, uccide 3 uomini, assoldati da una compagnia mineraria, che lo hanno minacciato e stupra una donna che per alcuni versi ha mostrato interesse nei suoi confronti mentre inveiva contro di lui. Viene poi a sapere dallo sceriffo della città che altri 3 uomini prossimi ad uscire di galera, stanno arrivando per ucciderlo, come hanno già fatto con lo sceriffo precedente, senza che i cittadini muovessero un dito per impedirlo. Lo straniero assicura lo sceriffo riguardante la sua bravura con la pistola e lo invita a rimanere per difendere la città. Lo sceriffo è titubante ma poi accetta e addestra alcune persone della città a difendersi, nel frattempo i 3 uomini si avvicinano alla città commettendo alcuni reati come il furto dei cavalli e l’assassinio dei loro proprietari.

In città però non tutti vedono di buon occhio lo straniero e così alcuni di loro tendono di ucciderlo, pagando con la vita questo loro tentativo, infatti lo straniero usando la dinamite, fa saltare l’albergo dove c’è stato il suo tentato omicidio. Il resto delle persone inizia a credere quindi nell’aiuto di questa persona misteriosa e accetta le sue richieste, come quella di dormire con la moglie del proprietario dell’albergo, quest’ultimo accetta senza contraddire lo straniero. Un’altra richiesta arriva poi da quest’ultimo, la città viene dipinta di rosso prendendo il nome di Hell (inferno), ma tra i cittadini c’è ancora chi non è contro lo straniero. Morgan, uno delle persone che ha provato ad ucciderlo, corre contro i 3 uomini usciti di galera (lui stesso li aveva fatti arrestare) per informarli dei cambiamenti avvenuti in città. Alla notizia saputa, Stacey, il capo della banda, uccide l’uomo per vendetta, ma subito dopo lui ed i suoi amici subiscono gli spari senza capire chi è che li attacca, ovviamente è lo straniero nascoste tra delle rocce.

Tornato in città, quest’ultimo con l’aiuto dei cittadini prepara il bentornato ai 3 uomini, ma quando i malviventi arrivano, la popolazione di Hell non si sa difendere come deve ed alcuni di loro muoiono. La sera stessa i superstiti sono tutti nel saloon della città per ordine dei 3 ex galeotti, uno di loro però subisce l’ira dello straniero che lo trascina fuori e lo frusta fino ad ucciderlo. I suoi due amici non lo aiutano, così per sfidarli, lo straniero lancia dentro la frusta, ma i due uomini escono riparandosi dietro alcuni ostaggi, che si dileguano quando lo straniero stesso lancia dei candelotti che sono inoffensivi.

Restano così soli contro lo straniero che senza batter ciglio li uccide entrambi, ma alle sue spalle il proprietario dell’albergo tenta di vendicarsi per i torti subiti, sarà Mordecai, il nano della città, che lo aiuta e gli evita la morte. A quel punto lo straniero lascia la città e dopo poco incontra Mordecai che sta segnando il nome dello sceriffo Duncan sulla lapide, morto ucciso dai 3 malviventi. Il nano chiede poi il nome allo straniero e quest’ultimo gli fa capire che è il fratello dello sceriffo defunto, detto ciò continua la sua cavalcata che lo porterà lontano dalla città.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori