MURDER IN THE FIRST 2/ Anticipazioni puntata 30 settembre 2015: Terry e Hildy continuano ad indagare sui loro colleghi

- La Redazione

Murder in the First 2, anticipazioni puntata 30 settembre 2015: Hildy e Terry vedono i loro sospetti crescere in merito ai membri della Omicidi, e continuano ad indagare in merito…

Murder_in_the__First_r439
Murder in the First

Stasera, mercoledì 30 settembre 2015, sul piccolo schermo di Premium Crime torna la seconda stagione di Murder in the First con il quinto e il sesto episodio, intitolati rispettivamente La regola del sospetto e Oltre il confine. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la settimana scorsa: la città è ancora scossa per la morte delle decine di studenti morti recentemente per mano dei pluriomicida Alfie e Dustin. La stampa riceve la dichiarazione del procuratore Siletti in cui afferma di essere favorevole alla pena di morte per Dustin. In quello stesso momento la Omicidi viene chiamata per raccogliere la deposizione del dodicenne Jalil Thompson (Jayce Dempsey) sulla morte di un membro della Triade. Jalil viene messo in stato di fermo perché è lunico ad essere trovato presente sul luogo del delitto ed Hildy (Kathleen Robertson) crede che sappia che il crimine è stato compiuto da un membro della gang di Suger Cascade (Mo McRae). Terry (Taye Diggs) mette la pulce nellorecchio di Sugar che viene avvisato quindi che la morte del ragazzo potrebbe compromettere i suoi traffici con una banda potente visto che lomicidio è stato compiuto da suo cugino Kormega (Kwesi Boakye).

Anche allinterno della Omicidi cè molta confusione perché gli Affari Interni stanno interrogando tutti i poliziotti sulla morte di Walt (Inny Clemons). Poco dopo il medico legale riferisce a Terry che il proiettile trovato sul corpo di Walt appartiene alla pistola di un poliziotto. Il tenente fa una lista di nomi di chi era presente nella zona vicina a Walt mettendo al suo interno anche Molk (Raphael Sbarge). Terry si confida con Hildy chiedendole di parlarne solo con Navarro (Lombardo Boyar) se necessario ma di fare attenzione che Molk non venga informato. Tuttavia Molk capisce dal comportamento di Navarro che cè qualcosa che non va e non appena riesce a farlo parlare si dirige da Terry per visionare la lista. Guardando i nomi vede che manca quello di Kaleb (Adam O’Byrne) che contrariamente a quanto ha detto nella sua deposizione si trovava vicino a Walt. In ospedale Koto (Ken Narasaki) incontra Dustin per scoprire le motivazioni del suo gesto ma il ragazzo ha già assunto Aaron Mazur (Adam Kulbersh) che è convinto di poterlo salvare. Mazur è infatti convinto che Jamie Nelson (Laila Robins) possa trovare un modo per evitare a Dustin la pena di morte nonostante non operi da diversi anni. Intanto Hildy viene informata che Jalil ha deciso di parlare e quando lo interroga il ragazzino confessa di essere lassassino. La Nelson acconsente a visionare i documenti di Dustin ma in ospedale vede che dei poliziotti lo stanno portando via su ordine dello sceriffo. Lavvocato richiede l’immediato rilascio e decide di assumere la sua difesa. Hildy cerca di convincere la madre di Jalil a far testimoniare il figlio contro la gang di Suger ma la donna si rifiuta temendo per la sua vita. Poco dopo due uomini di Suger entrando con una scusa e Hildy è costretta a lasciare lappartamento per evitare il peggio.

Intanto Raffi (Emmanuelle Chriqui) contatta la sua informatrice Sharisse (Diandra Lyle) per scoprire dove Suger tenga i soldi dei suoi traffici ma vengono indirizzati in un appartamento vuoto dove un ragazzino li fotografa facendo saltare l’operazione. Sharisse confessa di essere stata costretta ma Raffi decide di toglierle la sua protezione e lasciarla al suo destino. Intanto Hildy sta chiedendo ai genitori di Dustin se il figlio abbia subito qualche trauma in passato e quando la coppia esce dalla centrale Aazur suggerisce loro di non avere più contatti con la polizia per evitare che una parola sbagliata porti il figlio alla morte. Terry riceve la conferma che la pistola di Kaleb ha sparato a Walt ma quando irrompe nel suo appartamento scopre che si è suicidato. Tuttavia poco dopo la prima autopsia che conferma il suicidio il medico legale ne esegue un’altra trovando del propano sotto al mento di Kaleb, indice che si tratta di un omicidio. Nel frattempo Suger decide di dare una lezione al cugino murandolo dentro ad unintercapedine dove lo lascia per parecchi giorni solo per ricordargli cosa succede a chi trasgredisce le sue regole.

Nella prima puntata di Murder in the First 2, in onda stasera, con la nuova prova che la morte di Kaleb è stata fatta passare per suicidio, Hildy e Terry sospettano ancora di più che i due crimini siano stati compiuti da un poliziotto della Omicidi. Terry preferisce mantenere il segreto con Koto esattamente come ha convenuto con Hildy di non farne parola con nessuno dei colleghi. Mentre Suger cerca di appianare le tensioni con la Triade, Dustin viene trasferito in carcere e stupisce i suoi avvocati quando dà la sua risposta alla condanna a morte. Terry ed Hildy continuano ad indagare fra i colleghi mentre lavvocato Nelson scava nel passato di Dustin per capire meglio le motivazioni del suo gesto. Koto trova il file di Kaleb sulla scrivania di Terry in cui risulta che lindagine su di lui non ha prodotto risultati negativi. Lunico che ancora è da verificare è Navarro che risulta tuttavia introvabile. Molk trova la casa del collega svuotata e si chiede perché alcuni membri della banda stanno sorvegliando il posto. Terry scopre da due informatori che Kaleb era coinvolto in un traffico di eroina che includeva anche il fratello di Navarro. Il giudice ordina che Dustin sia sottoposto a perizia psichiatrica anche dopo che il ragazzo si è dichiarato colpevole. Suger è preoccupato perché non trova la sorella e dopo poco riceve un messaggio della banda rivale che lo avvisa che la guerra è in arrivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori