1992 – La serie/ Anticipazioni terza puntata 24 gennaio 2016: Bibi in overdose, Rocco nei guai

- La Redazione

Questa sera, domenica 22 gennaio 2016, in prima serata su La7 va in onda la terza puntata di “1992 – La serie”, con il quinto e il sesto episodio. Vediamo le anticipazioni

1992_439_foto_facebook
1992

Questa sera, domenica 22 gennaio 2016, in prima serata su La7 va in onda la terza puntata di “1992 – La serie”, diretta dal regista Giuseppe Gagliardi. La serie è stata creata su un’idea di Stefano Accorsi, protagonista nei panni del pubblicitario Leonardo Notte. Gli altri attori sono: Alessandro Roja (Rocco Venturi), Antonio Geraci (Antonio Di Pietro), Gianfelice Imparato (Gaetano Nobile), Miriam Leone (Veronica Castello), Domenico Diele (Luca Pastore), Tea Falco (Beatrice Mainaghi, detta Bibi), Guido Caprino (Pietro Bosco). Ogni episodio ha una durata di circa 45-50 minuti per un totale di 10 episodi. Prima di scoprire le anticipazioni della nuova puntata, rivediamo quanto successo settimana scorsa.

Riassunto seconda puntata: Gli imprenditori forniscono i nomi dei politici corrotti, così vengono scarcerati, mentre Mainaghi rifiutandosi di collaborare resta in galera. Nel frattempo il giudice Di Pietro nel suo pool su Mani pulite inserisce anche il sostituto procuratore Gherardo Colombo. Leonardo Notte, chiede alla moglie di parlare con suo fratello ma quest’ultimo non può essere d’aiuto, così il pubblicitario riceve la telefonata del suo ricattatore. Quest’ultimo gli comunica che dovrà fornirgli 100 milioni se non vuole che le prove sul suo coinvolgimento nell’omicidio di una donna vengano allo scoperto. Bosco inizia ad assaporare il suo nuovo lavoro da parlamentare ma nota subito che non è a suo agio e anche i suoi colleghi hanno la stessa sensazione su di lui. Veronica intanto ha perso il lavoro in televisione e si reca da Mainaghi che oltre a dirle che l’aiuterà ancora, dovrà lasciare l’appartamento in cui vive, per non far scoprire la loro relazione. La donna a quel punto va da Leonardo, che è un suo amante, e stando da lui inizia a pensare di cambiare vita e lo comunica all’uomo. Quest’ultimo le fa conoscere un produttore per darle un’altra possibilità nel campo della televisione. Di Pietro riceve pareri positivi dalla gente ma ancora non è riuscito ad arrestare Craxi, così chiede consiglio al giudice Falcone. Mainaghi dal suo avvocato viene convinto a collaborare e così dà a Di Pietro il nome del cassiere di Craxi, ciò lo fa uscire di prigione ritrova così anche Veronica. Arriva il giorno della strage di Capaci, dove Falcone sua moglie e gli uomini della scorta perdono la vita, ciò porta a un pool di anticorruzione. Nel frattempo Leo parla con il suo ricattatore che gli dice dove lasciare i soldi, il pubblicitario con il suo vicino di casa Matteo, si reca alla consegna e così riesca a scoprire che si tratta di Rocco Venturi. Quest’ultimo quando chiama Leo, scopre che l’uomo l’ha scoperto e stacca la telefonata, il pubblicitario nel frattempo viene a sapere che Dell’Utri ha chiamato degli esperti per trovare l’uomo che dia lustro alla politica italiana. Bosco viene inserito nella Commissione Cultura, ma non sapendo niente di politica chiede aiuto a Gaetano Nobile, un politico che abita nel suo palazzo. Mainaghi è a colloquio con Di Pietro, poi sarà Pastore a riaccompagnarlo a casa, rivelandogli che per colpa sua ha preso l’Aids con il suo sangue infetto, l’uomo non dà importanza alle parole e di notte esce per stare con Veronica. Un nuovo incontro avviene tra Leo e Rocco, quest’ultimo gli rivela di conoscere il passato burrascoso del pubblicitario e che se vuole il suo silenzio dovrà pagare altri 100 milioni. Leo accetta ma Rocco è ignaro che il pubblicitario ha registrato la loro conversazione. Veronica dopo la notte di passione con Mainaghi fa shopping con i soldi del suo amante, ma poi scopre che l’uomo si è ucciso. Spaventata, avvisa sua sorella Giulia, che è una giornalista del Corriere della sera, essa conosce Pastore e gli chiede il favore di non coinvolgere Veronica nella vicenda. Dopo il funerale dell’imprenditore Luca parla con Bibi, ma la donna lo ritiene colpevole della morte del genitore. Di Pietro prosegue con le sue indagini e quando interrogando un altro politico che viene ritenuto colpevole, quest’ultimo si uccide, il giudice si interroga su ciò che sta succedendo. Il pubblicitario decide di dimettersi dall’azienda per cui lavora e fa ricapitare poi a Rocco la registrazione della loro conversazione, minacciandolo di avvisare Di Pietro se non cessano i ricatti. Bosco ricatta Bortolotti, mentre Bibi riceve in eredità dal defunto padre le quote di maggioranza per dirigere l’azienda e Luca sviene sulle scale della procura per l’aggravarsi della sua malattia.

Rocco rivela a Luca di conoscere il suo segreto e gli parla del suo problema economico, così la loro amicizia diventa più profonda. Veronica riceve nuove proposte sessuali in cambio del lavoro in televisione, mentre Bosco decide di aiutare un amico, grazie alla sua carica politica. Notte fa la conoscenza di Bibi e deve anche aiutarla quando la ragazza va in overdose, ricordando così i fantasmi del passato. Avviene un nuovo incontro tra Veronica e Bosco, quest’ultimo le confessa che se ha fatto carriera in politica è anche merito suo. Bibi e Luca si riavvicinano e finiscono a letto insieme, mentre Notte riceve buone notizie lavorative da Dell’Utri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori