THE AMERICANS 3 / Anticipazioni puntate del 15 e 8 gennaio 2016: problemi tra Philip ed Elizabeth?

- La Redazione

The Americans 3, anticipazioni puntata 8 gennaio 2016: Torna l’appuntamento con la serie di Fox. Sarà trasmessa oggi la puntata dal titolo ”Una giornata di Anton Baklanov”, il numero 11.

The_Americans
The Americans

Torna la prossima settimana, 15 gennaio 2016, l’appuntamento con The Americans 3 che raddoppia e ci proporrà su Fox le ultime due puntate della stagione rispettivamente dal titolo ”Sono Abassin Zadran” e ”8 marzo 1983”. Il primo epsiodio è stato diretto da Christopher Misiano ed è stato scritto da Joseph Weisberg, Peter Ackerman e Stu Zicherman. Martha avrà un ospite inatteso mentre Philip ed Elizabeth sono attesi da un comandante Mujahideen. Il secondo episodio invece è stato diretto da Daniel Sackheim mentre Joseph Weisberg e Joel Fields l’hanno scritto. Elizabeth e Paige affronteranno un difficile viaggio che li porterà in un territorio davvero pericoloso. Termina così la terza stagione della serie in attesa che si sappiano delle novità su una possibile quarta.

Torna oggi, 8 gennaio 2016, l’appuntamento con The Americans 3. Verrà trasmessa la puntata undici dal titolo ”Una giornata di Anton Baklanov”. Prima di vedere cosa accadrà oggi ecco dove siamo arrivati. Riassunto ultima puntata: Tim raggiunge Philip “Matthew Rhys”, chiedendo di Paige “Holly Taylor”. Tim gli dice che avrà bisogno di un agente di viaggi, così da andare in missione, come ogni anno. Stavolta lui e Paige andranno in Kenya. Philip dice che non è il miglior momento per andar via tutti insieme. Stan “Noah Emmerich” porta Zinaida al cinema, così da vedere Tootsie. Stan commenta quanto vede e dice che nell’Unione Sovietica non si sarebbe mai visto un uomo vestito da donna. Lei chiede di andare in bagno e viene scortata. Una volta dentro nasconde qualcosa, poi tira lo scarico e attende. Philip va a una festa e incontra Kimmie. Nina “Annet Mahendru” porta del tè ad Anton e i due iniziano a parlare. Anton non vorrebbe scendere nei dettagli di ciò che sta facendo, ma lala fine dice d’aver bisogno di alcune fotografie se si intende fargli completare il tutto. Philip riporta a casa Kimmie, del ttuto ubriaca, e lei gli dice che è l’unico che si preoccupa per lei. Lei inizia ad autocommiserarsi, dicendo d’essere patetica, mentre Philip la rincuora. Prima di andare via Philip prende il registratore, mostrando il tutto a Elizabeth “Keri Russell”. Si arla della necessità dell’approvazione di un deputato per la quesitone dei muhajideen. Si parla di qualcosa che avverrà se l’esercito non dovesse rovinare tutto. Viene citato anche l’Afghanista. Philip vorrebbe consegnare il nasto, ma Yusif non risponde al segnale. Avranno bisogno di qualcun’altro a fare da tramite, così da dire loro quale dovrebbe essere la prossima mossa, spiegando dietro chi dovranno andare. I due parlano a lungo, ma vengono poi interrotti da Paige. In seguito i due arrivano in albergo. Elizabeth si occupa del check in e va in camera, dove viene disturbata dal cameriere, al quale mostra la macchia sul letto. Lei dice di viaggiare molto, e i due iniziano a parlare. Quando però a lei sembra che lui voglia provarci, offrendole una cena, si tira subito indietro e dice perentoriamente di no.

Alla fine però gli dice che magari la prossima volta che sarà in città potranno approfittarne per una cenetta da soli, e lui dice di sì. Le passa il suo bigliettino da vicina. Si chiama Neal. Philip va da Gabriel, dicendo che Rezidruntara ha un messaggio da Yusif, che dice che si sarebbe fatto vivo in 24 ore. Gabriel dice che il centro della questione è riuscire a far rilasciare suo figlio in Afganistan il prima possibile. Dice che Elizabeth lo ha chiesto, ma il ragazzo ha rifiutato. Gabriel sottolinea che sarebbe anche possibile forzare la mano e costringere il ragazzo a tornare a casa, ma Phili dice che sarebbe meglio di no. In seguito dice ad Elizabeth che Yusif finamente s’è fatto vivo e sta arrivando. Tornati a casa, i due trovano Paige ancora sveglia. La ragazza dice loro d’aver bisogno di parlare. Pretende di sapere la verità, a partire dal fatto che l’amino o meno. Sa perfettamente che c’è qualcosa di strano in loro, e ora è stanca di tutto questo. Dice che non hanno famiglia, rispondo al telefono in gran segreto e non sono mai a casa. Ovvio che stiano nascondendo qualcosa. Sono tutte cose che ha notato da tempo ormai, e alle tante domande che ha vuole risposta finalmente. Chiede se siano nella protezione testioni, o se magari siano dei signori della droga o dei semplici spacciatori. Sospetta inoltre d’essere stata adottata. Loro non parlano e lei chiede se hanno scelto di continuare semplicemente a mentire come hanno fatto per tutto questo tempo. Philiè fa un cenno ad Elizabeth e i due si siedono. Sembrano pronti ad affrontare il duro discorso con la ragazza. Lui le dice d’essere nato in un altro paese, l’Unione Sovietica. Paige non sa che dire. Elizabeth dice che il loro compito è aiutare la loro gente. Le spiega che sulla Russia girano tante storie non vere. Alla fine le viene rivelato che sono due spie al servizio dell’Unione Sovietica, che è ancora il loro Paese. Paige vorrebbe andare in camera per restare da sola, ma ora sa e le cose si fanno serie. Philip le dice che non può parlare con nessuno di questa storia. Neanche Henry o Tim potranno sapere di tutto questo. Le spiega, impaurendola, che lo sbatterebbero in prigione per molto tempo se questa vicenda saltasse fuori. Paige va via infuriata e piangendo. Philip stacca il telefono per evitare ogni contatto con l’esterno. Paige è troppo agitata e potrebbe commettere uno sbaglio. Il giorno seguente chiede di restare a casa, e poi vuol sentire i due parlare russo. Vuole restare sola per riflettere. I genitori vanno via, ma Elizabeth non vorrebbe. Philip crede che evitare ulteriori pressioni possa aiutare al momento. Una volta sola Paige chiama Tim, dicendogli che lo vedrà domenica per confidarsi. Intanto però al telefono non scende nei dettagli. Dice d’aver finalmente parlato con i suoi genitori, che l’hanno di certo sorpresa. Oleg parla con Arkady di Nina. Arkady specifica che serviranno foto nuove della bomba per gli scienziati. Intanto arriva un biglietto da Willow, e Oleg deve andare fuori. Willow dice d’essere stata minacciata da uno dei suoi. La situazione intanto a casa delle due spie è molto tesa. I due parlano col loro vicino, dell’FBI, il che innervosisce Paige. Alla fine tutti sono a tavola per cena.

La puntata che andrà in onda oggi su Fox porta il titolo di ”Una giornata di ANton Baklanov” ed è l’undicesima di The Americans 3. L’episodio è diretto da Andrew Bernstein e scritto da Joseph Weisberg, Stephen Schiff e Tracey Scott Willson. Il cast è il seguente: Keri Russell, Matthew Rhys, Lev Gorn, Annet Mahendru, Susan Misner, Costa Ronin, Keidrich Sellati, Holly Taylor, Richard Thomas, Alison Wright, Noah Emmerich, Michael Aronov, Rahul Khanna, Jefferson Mays, Vera Cherny, Thaddeus Daniels, Bill Heck, Peter Mark Kendall, Karen Pittman, Luke Robertson, Frank Langella e Marty Brown. Philip e la vita casa-lavoro di Elisabeth entrano in collisione in una nuova e pericolosa strada. Nina si sforza di capire cosa potrà fare prossimamente. Arkady invece assegna a Tatiana ed Olega un’operazione con potenziale incerto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori