Sergio Sylvestre/ Nel suo futuro c’è il serale? (Amici 2016, pomeridiano di oggi, 9 Gennaio)

- La Redazione

Il cantante Sergio Sylvestre è uno dei concorrenti della quindicesima edizione di Amici, il talent ideato e condotto da Maria De Filippi, che sta riscuotendo il maggior successo

sergio_sylvestre_amici_2015
Sergio Sylvestre

I consensi che Sergio Sylvestre, protagonista di Amici 2016, è riuscito a guadagnarsi in queste prime puntate di Amici sono davvero numerosi, e se continuerà così il “gigante buono” potrà realmente sfondare nel mondo della musica, aldilà di quello che sarà l’esito finale del talent. L’importante, ovviamente, è che Sergio continui a lavorare con serietà e umiltà, e che si cimenti senza paura con stili musicali molto variegati. La sua voce risulta più che gradevole a chiunque la ascolti, questo è evidente, ma i membri della giuria e tutti gli esperti prestano sicuramente una grande attenzione alla capacità dell’artista di adattarsi in modo flessibile agli stili ed ai contesti più diversi. Anche questa dote, come detto, non sembra affatto mancare a Sergio Sylvestre.

Sergio Sylvestre, il giovane cantante statunitense che alcuni anni fa ha scelto di trasferirsi stabilmente in Italia, si è subito rivelato uno dei concorrenti più interessanti di questa edizione del programma Amici, e puntata dopo puntata ha saputo confermare il suo talento. Sergio aveva partecipato, alcuni anni fa, alle selezioni per il talent X-Factor, ma pur riscuotendo molti consensi non ebbe modo di proseguire quel percorso. L’avventura ad Amici, invece, ha subito preso una piega assolutamente positiva per questo giovane cantante, il quale è molto apprezzato dal pubblico anche per il suo carattere molto tenero e pacato. Fin dai casting, infatti, la sua voce calda e profonda ha entusiasmato la giuria, la quale è stata conquistata definitivamente con la canzone “All of Me” di John Legend. Anche una volta entrato nella “scuola” di Amici, Sergio ha saputo emozionare il pubblico e scatenare delle vere e proprie ovazioni in studio: “Take Me to Church” di Hozier, “Impossible” di Shontelle, e il bellissimo pezzo “Say Something” del gruppo A Great Big World, sono state le canzoni che hanno visto Sergio sfoggiare una voce eccezionale e, allo stesso tempo, un’interpretazione molto profonda e molto sentita. Anche il pomeridiano del 12 dicembre è stato un vero successo per Sergio, e la sua esibizione è stata tecnicamente molto interessante anche per il fatto di essere stata piuttosto diversa dalle precedenti: nell’occasione, infatti, Sergio ha proposto una canzone vivace e originale quale “Master Blaster” di Stewe Wonder, un pezzo sicuramente diverso rispetto ai brani cantati nelle altre puntate, i quali erano più melodici, più lenti ed emotivamente coinvolgenti. La voce di Sergio ha stupito anche con un brano di questo tipo, e il gradimento da parte del pubblico è stato quello consueto; il giovane cantante americano, peraltro, è riuscito a far guadagnare 2 punti decisivi alla propria squadra, di cui era stato nominato “capitano”.

Dal punto di vista delle capacità canore, Sergio Sylvestre è davvero una delle più belle sorprese di questa edizione di Amici: la sua voce così particolare, intensa e potente è davvero una rarità, e il ragazzo statunitense ha dimostrato di possedere anche una solida tecnica di base sulla quale potrà perfezionarsi. Già si è detto, in precedenza, della sua eccezionale capacità di emozionare il pubblico e di toccare nel profondo chi ascolta, una peculiarità legata al fatto che Sergio sente molto, dal punto di vista emotivo, i pezzi che propone, ma ciò che ha positivamente stupito nell’ultimo pomeridiano è stata anche la sua capacità di mettere il buon umore. Chi immaginava Sergio come il cantante ideale esclusivamente per alcuni generi musicali, infatti, si è dovuto ricredere: anche con un pezzo vivace ed allegro, nonché complesso, come “Master Blaster”, Sergio è riuscito a fare un figurone. Anche in questo caso, peraltro, il suo talento canoro è stato accompagnato da un’interpretazione davvero perfetta: senza alcuna timidezza e con grande padronanza della scena, infatti, Sergio ha saputo rendere partecipe il pubblico in una vera e propria danza. Sergio, d’altronde, ha una solida esperienza anche come animatore, facendo il vocalist in locali e discoteche in cui ballano migliaia di giovani, quindi quel carisma e quel sano pizzico di sfrontatezza necessari per delle esibizioni di questo tipo non gli mancano affatto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori