Ernst Knam / Sarà ancora più severo? La sua Scala di Milano fatta di cioccolato, foto (Bake Off Italia 4, sesta puntata 7 ottobre 2016)

- La Redazione

Ernst Knam, il re del cioccolato dovrà essere più severo e più duro con i concorrenti, riuscirà a non accettare piò le distrazioni?  (Bake Off Italia 4, sesta puntata 7 ottobre 2016)

BakeOffItalia4_cast
Bake Off Italia 4

Il re del cioccolato Ernst Knam, che ritroveremo questa sera nella puntata di Bake Off italia 4 in onda su Real Time, ha realizzato una perfetta riproduzione della Scala di Milano fatta interamente di cioccolato. Una vera e propria opera d’arte preparata da Knam su commissione del Consolato tedesco in Italia. Per realizzarla il mastro pasticcere ci ha messo un’intera settimana ma il risultato è a dir poco meraviglioso, come si può vedere guardando la foto che ritrae “l’opera” insieme al suo autore: clicca qui per vedere lo scatto su Twitter.

Stasera in prima serata su Real Time ritroveremo Ernst Knam nei panni di giudice della quarta edizione di Bake Off Italia. Ma vediamo come è andata la puntata della settimana scorsa per il “re del cioccolato”. Il tema principale delle tre prove di questa settimana, creativa, tecnica e wow, è stato quello della pasticceria mignon. Sotto il tendone di Villa Agnoni di Cuggiono, lo stesso Ernst parte subito osservando con attenzione le mani dei dodici concorrenti rimasti in gara ed esordisce: “Ci vuole molto impegno per questa prova, anche chi ha le mani grandi come me può fare bene. Mi raccomando, siate delicati ma molto creativi”. Un tasto dolente per il super giudice dagli occhiali arancioni, che soprattutto durante la preparazione dei mignon osserva e scruta con attenzione i pasticceri amatoriali, consigliando loro di osare e sperimentare per fare emergere al meglio la creatività. Si sofferma alla postazione della concorrente romana Francesca che spiegando le sue preparazioni di minicakes si accorge di non aver inserito alcuna nota creativa. Knam la scruta e la osserva severamente. Il giudice continua e si rivolge a tutti gli aspiranti pasticceri: Un dolce piccolo di dimensioni non vuol dire che debba avere una scarsa qualità, al contrario, richiede molta attenzione e dovrete impegnarvi per ottenere risultati eccellenti. Al termine della prova creativa Knam esterna tutto il suo disappunto sull’atteggiamento avuto dai concorrenti. Senza alcun timore si dice rammaricato di quanto ha visto e procede agli assaggi. Tra i concorrenti alla conquista del titolo di miglior pasticcere amatoriale d’Italia c’è chi decide di stupirlo con una crema pasticcera alla birra come Paola, mentre Francesca e Luca vengono premiati per l’impegno nell’estetica, Mattia delude con un tortino insipido e Lorenzo presenta un dolce troppo carico di zucchero che i giudici rifiutano di valutare. La competizione prosegue. Per la prova tecnica Knam non vuole ammettere alcun errore e quindi decide di spiegare nei minimi particolari come procedere alla preparazione di ben trenta cioccolatini almeno di tre tipologie differenti da realizzare in sole tre ore. Tutti i partecipanti sono colpiti dalla bravura e dalla apparente semplicità con cui in pochissimo tempo, con ordine e tecnica, Knam prepara dei perfetti cioccolatini non solo belli da vedere ma anche molto gustosi. Purtroppo però questa prova è un vero disastro e i giudici sono messi a dura prova. La presenza del severissimo Knam crea equilibrio tra di loro ma in questa puntata in alcuni momenti è stato davvero molto severo e rigido. Deluso dalla mancanza di impegno e di creatività si confronta con i suoi colleghi e insieme decidono di eliminare il pugliese Claudio che sino ad ora era stato per Knam uno dei concorrenti migliori. Non ha presentano nemmeno un cioccolatino. In tre ore di tempo il suo lavoro è stato un vero disastro. Un duro colpo di scena, inaspettato, e quindi Knam promette di continuare ad essere sempre più esigente nelle prossime puntate. Da questo momento della competizione non accetterà più alcuna distrazione o errore, escludere Claudio ha creato un precedente e per tale ragione il suo metro di giudizio subirà un duro cambiamento

Ultimamente il famoso “re della cioccolato” ha da poco inaugurato una sua scuola di cucina, la “Knam Experience Cooking Class” a Milano. Si trova proprio accanto alla storica pasticceria che ha fondato nel 1992 quando ha deciso di stabilirsi definitivamente in Italia. Una suola in cui chiunque può decidere di seguire corsi di vario genere, una cucina studiata e analizzata a 360 gradi per grandi e piccini. Non solo pasticceria e cioccolato, ma anche piatti salati. Lo chef Knam in persona sarà pronto ad accogliere tutti gli appassionati di cucina che vorranno mettersi alla prova dinanzi al suo sguardo severo ma pieno di esperienza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori