LE REGOLE DEL DELITTO PERFETTO 2 / Anticipazioni ultima puntata 16 novembre 2016: Annalise arrestata per omicidio? (finale di stagione)

- La Redazione

Le regole del delitto perfetto 2, anticipazioni puntata del 16 novembre 2016, su Rai 2 in prima Tv. Wes incontra il padre; Frank fugge dalla città; Caleb viene ritrovato morto. 

le_regole_del_delitto_perfetto_2_facebook
Le Regole del Delitto Perfetto 2, in prima Tv su Rai 2

Nella seconda serata di oggi, mercoledì 16 novembre 2016, Rai 2 trasmetterà gli ultimi tre episodi de Le regole del delitto perfetto 2, in prima Tv. Le puntate che andranno in onda sono la 13esima, 14esima e la 15esima, dal titolo “E’ successa una cosa brutta“, “La mia bambina è tornata a casa” e “Anna Mae“. Prima di scoprire la anticipazioni, ecco dove siamo rimasti la settimana scorsa: alcune settimane dopo gli ultimi eventi, Bonnie (Liza Weil) trasporta nella villa Annalise (Viola Davis), ancora ferita). L’avvocato, una volta sola, eccede con l’alcool e si risveglia quando una donna bussa furiosamente alla sua porta. Annalise si ritrova con il figlio della sconosciuta fra le braccia e va nel panico, ma all’arrivo di Bonnie, per l’assistente è chiaro ciò che sta succedendo. Intanto, Laurel (Karla Souza) cerca di fare di tutto per entrare in contatto con Wes (Alfred Enoch), che invece non si alza dal letto da quella notte. Bonnie decide che Annalise non può testimoniare e spinge i Five a scrivere una testimonianza al suo posto da presentare al processo. Dato che la richiesta non viene accolta, Annalise si presenta in tribunale e rivela di essere stata ferita da Catherine (Amy Okuda), ma si lascia anche sfuggire un particolare sulla sua innocenza, legato al segreto professionale. L’avvocato confessa poi a Caleb (Kendrick Sampson) di aver fatto tutto per spostare l’attenzione dalla sorella al vero colpevole: Phillip (Jefferson White). Dopo aver convinto Catherine, la ragazza confessa l’omidio ed accusa Phillip di avrla forzata. Quella sera, Wes si introduce di nascosto nella villa della Keating in cerca di risposte, ma quando Annalise lo sorprende, lo allontana impaurita. Nel passato, Annalise è incinta ed avvicina una donna Rose (Kelsey Scott), la madre di Wes. Annalise decide di riprendere il proprio lavoro, assumendo la difesa di Jason (Robert C. Miranda), accusato di aver ucciso un suo compagno durante una lite. Durante l’accordo con il Procuratore, la madre della vittima si oppone alla pena di 15 anni di reclusione e propone di parlare privatamente con Jason perché possa ricevere una condanna minore. Annalise cerca di opporsi, perché teme che la situazione possa invece aggravarsi, ma il giudice accetta la richiesta. Toccato dalle parole della donna, Jason ammette infine di aver compiuto un omicidio volontario ed accetta l’ergastolo. Intanto, Annalise rifiuta di aiutare Caleb nella ricerca di Phillip, mentre Wes viene ricoverato in psichiatria dopo aver dato motivo ad una dottoressa di credere che voglia suicidarsi. Laurel prova a convincere la Keating ad intervenire, ma l’avvocato si rifiuta. Solo quella notte, Annalise decide di lasciare il fascicolo collegato alla madre di fronte alla porta di Wes. Nel frattempo, Laurel e Frank hanno un litigio sui segreti di entrambi che finisce con la confessione da parte del secondo dell’omicidio di Lila (Megan West). Dopo aver ricevuto un filmato sulla notte dell’omicidio della Sinclair, Oliver (Conrad Ricamora) decide di avvisare la Keating, che di contro chiama a rapporto i Five. Con un’email successiva viene richiesto loro il pagamento di 1 milione di dollari. Annalise cerca di procurarsi i soldi, ma poi si lascia convincere da Nate (Billy Brown) a non fare nulla, convinta che Phillip stia solo bluffando. Ricevono tuttavia un altro video con cui il ricattatore rivela di sapere del loro incontro. Intanto, Laurel fugge dalla villa e raggiunge Wes, proponendogli alla fine di indagare insieme su quanto è successo alla madre Rose. Scoprono che la donna si è uccisa, ma Laurel nota fra i fogli anche un verbale della Polizia in cui Wes risulta come principale sospettato. Lo mostra invece ad Annalise, mentre Connor (Jack Falahee) inizia a temere il peggio e chiede ad Oliver di trasferirsi con lui in un’altra città. Nel passato, Annalise chiede a Rose di testimoniare contro il suo datore di lavoro, i Mahoney. Anche se sulle prime la donna cede, cambia subito idea e spinge la Keating ad avvisarla che i Mahoney potrebbero arrivare ad ucciderla.

Annalise decide di compiere un gesto estremo per proteggere i suoi ragazzi: impone al Procuratore di concedere a tutti l’immunità in cambio dei video presenti sul pc di Connor. Wes inizia invece una terapia con la dottoressa che lo ha denunciato in precedenza e trova il foglio della Polizia, ma il medico gli suggerisce che la madre potrebbe essersi solamente suicidata. Annalise, raggiunta la casa di Wes su richiesta di Laurel, viene aggredita da Phillip.

Michaela inizia a preoccuparsi perché Caleb ha fatto perdere le proprie tracce ed accusa apertamente Annalise di aver provocato la sua decisione. Il Procuratore convoca invece i Five per fare loro delle domande sulla notte dell’omicidio, con l’intenzione di incastrarli. Dopo essere stati cacciati dalla Keating, l’avvocato ha un confronto aperto con Wes, mentre i ragazzi finiscono per ubriacarsi. Quella sera, Annalise torna a casa della madre. Nel passato, Annalise entra in travaglio, ma a causa di un incidente perde il bambino. Poco prima, l’avvocato aveva scoperto che Wallace Mahoney è in realtà il padre di Wes.

Annalise partecipa malvolentieri ad una festa organizzata dalla madre, in cui rivede anche il padre. Nel frattempo, il Procuratore emette un mandato d’arresto nei confronti della Keating. L’avvocato, il giorno seguente, decide di rivelare la verità a Denver, ovvero che Caleb è il reale assassino della zia. La Polizia ritrova tuttavia Caleb già morto, mentre Laurel scopre che Frank ha lasciato la città. Quella sera, Wes incontra Wallace, ma l’uomo viene ucciso davanti ai suoi occhi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori