RISCHIATUTTO / Settima puntata: pagelle, i top e i flop. Nino Frassica mattatore, Terence Hill che noia! (Puntata 8 dicembre 2016)

- La Redazione

Rischiatutto, pagelle i top e i flop dellas settima puntata: i momenti migliori e quelli peggiori della settima serata in compagnia di Fabio Fazio su Rai 3

Fabio_Fazio_LaPresse_R439
Fabio Fazio (Lapresse)

Si conferma ancora una volta top di puntata il momento delle domande preliminari: sono minuti di grande tensione tra i concorrenti (la campionessa Barbara Pastorino e gli sfidanti Giuseppe Luca Pentassuglia e Pier Mario Pagani) che si sfidano con le 10 domande preliminari dal valore di 3 mila euro ciascuna. Queste domande sono importanti per assegnare il primo montepremi di partenza. Altro top di serata Nino Frassica, ospite di puntata, che interviene sempre durante tutto lo show con battute divertenti e il suo solito fare comico che diverte tutti sia in studio che da casa. Evidentemente, resisi conto del grande apprezzamento che Nino Frassica riscuote quando è ospite di Che tempo che fa e Che fuori tempo che fa, sempre programmi di Fabio Fazio della domenica sera, la produzione, o lo stesso Fazio, hanno deciso di invitarlo per abbellire ancora di più la puntata. Terzo momento top di serata quello della sfida finale per decretare il vincitore di puntata: arrivati allo spareggio in due, la campionessa in carica Barbara Pastorino e lo sfidante Giuseppe Pentassaglia, che riesce ad aggiudicarsi la puntata.

Tra i flop di serata a Rischiatutto la valletta della puntata: Carolina Crescentini, infatti, non ha entusiasmato per nulla, ma si è subito mostrata molto in difficoltà. La valletta, infatti, ha più volte guardato in scaletta, sul copione che teneva in mano perchè non ricordava nè i nomi nè cosa dovesse fare. Flop di puntata tutti gli ospiti in studio, naturalmente ad eccezione di Nino Frassica e Nicola Savino. Gli altri ospiti, quasi muti durante tutta questa puntata di Rischiatutto, non hanno mai detto niente di interessante, se non qualche intervento o commento solo se interpellati da Fabio Fazio e in momenti di “pausa” durante lo spettacolo. Altro assoluto flop di serata, nonostante le grandi aspettative, Terence Hill: poco protagonista durante tutto il momento della sfida al tabellone, differentemente da altre “Materie viventi” come invece Claudio Bisio, che hanno fatto molto ridere o hanno intrattenuto il pubblico in studio e casa, grazie ad una verve più spigliata e un fare estroverso e coinvolgente, Terence Hill è sempre stato silenzioso, poco attivo e quasi “insignificante” nello sketch finale di fine puntata, quando l’attore ha commentato alcuni spezzoni dei suoi film più famosi.

(Fabiola Granier)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori