Francesca Michielin / “Nessun grado di separazione”: Intervista con Linus a Deejay chiama Italia, Foto (Festival di Sanremo 2016, oggi 15 febbraio)

Francesca Michielin, seconda al Festival di Sanremo 2016 con “Nessun grado di separazione”. I risultati del voto nelle varie serata, partenza lenta e finale sprint col botto, le reazioni

15.02.2016 - La Redazione
Francesc-Michielin_R439
(InfoPhoto)

Francesca Michielin esce dal Festival di Sanremo 2016 non solo con un secondo posto in classifica, ma anche con la dimostrazione che il suo valore artistico è davvero importante. Oggi la ragazza, sempre sorridente, è stata ospite di Linus a Deejay chiama Italia, dove ha raccontato tutte le sue emozioni legate alla settimana alla kermesse della musica italiana. Di certo un turbinio di sensazioni che la giovane ragazza ha immagazinato per crescere e migliorare ancora, per far sì che la prossima volta sia lei a vincere invece di fermarsi al secondo gradino del podio. Alla fine dell’intervista ha posato per una foto con Linus scrivendo su Instagram: “Felice di essere stata con voi questa mattina al rientro dal campeggio di Sanremo. Grazie!”. Clicca qui per la foto.

Giovane, dolce e stravagante: è Francesca Michielin, che con la sua “Nessun grado di separazione” sta conquistando tutti, dopo la risalita sprint che le ha regalato al Festival di Sanremo la seconda posizione dietro ai vincenti Stadio. Poi l’annuncio della sua partecipazione all’Eurovision Song Contest e poi ancora le interviste e le attenzioni che dopo la vittoria di X Factor di due anni fa ritornano pressanti: a TgCom 24 la bella veneta racconta come è nata la sua bizzarra canzone, e lo fa con due orologi al polso – “uno è per sapere l’orario di Los Angeles dove vive il mio produttore Michele Canova. «Il titolo è ispirato alla teoria del mondo piccolo o dei 6 gradi di separazione, che sostiene come ognuno di noi è separato da qualunque altra persona al massimo da 6 passaggi relazionali. Ovviamente io l’ho trasportata dal piano sociologico a quello emotivo: spesso ci chiudiamo in una scatola per insicurezza e timore anche di noi stessi. Il brano racconta la voglia di uscirne, per aprirsi alla vita. Avere un contatto il più diretto possibile con il mondo». Insomma, per essere uscita dalla scatola, l’ha fatto e in maniera sicuramente imponente: ma non solo al Festival, bensì quando ha iniziato a giocare con la sua voce e personalità, scoprendo di essere una della artiste più particolari del nostra panorama musicale.

Per Francesca Michielin, due giorni dopo la grande finale del Festival di Sanremo 2016 che l’ha vista sfiorare il successo con un secondo posto comunque meraviglioso, con la bella “Nessun grado di separazione”, ieri è arrivata la vittoria bella: rappresenterà l’Italia, dopo il ritiro degli Stadio, all’Eurovision Song Contest del prossimo maggio. Una donna giovane, capace e con un respiro internazionale, profilo giusto per poter sfondare anche a livello europeo dopo aver conquistato tutto e tutti qui in Italia. Sono usciti ieri però altri dati interessanti che ci raccontano come la Michielin ha di fatto migliorato giorno dopo giorno arrivando ad un risultato che, guardando le analisi dei voti nelle prime serate, sembrava insperato. Pubblicati dall’account ufficiale di Sanremo, i dati sul voto ci dicono che Francesca la prima serata della sua canzone, ovvero mercoledì, ha chiuso al quarto posto con il 10,8% complessivo. Molto bene però nella serata delle cover e forse lì è scattato qualcosa: 28% e secondo posto nella sua fascia di gruppo, battuta da Rocco Hunt e poi tutto è cominciato a scendere, con la decisiva sfida di accesso alla finale che la vede salire fino al terzo posto con il 7,2%, dietro a Stadio e ancora Rocco Hunt, anche se per l’ultima volta. Il giorno dopo infatti, sorpasso da grande sprinter e secondo posto acciuffato con pochi voti più della coppia Iurato-Caccamo: una grande prestazione che il pubblico ha voluto premiare così. Ora serve l’ultimo step: battere tutti per l’Eurovision, forza Francesca.

I commenti dei lettori