Presadiretta / Anticipazioni e diretta streaming: le inchieste: vino e Turchia protagonisti (puntata 21 febbraio 2016)

- La Redazione

Presadiretta, anticipazioni puntata 21 febbraio 2016: La fabbrica del vino è il titolo della prima inchiesta di oggi, a seguire L'alleato turco, che ci porterà al confini della Siria

presadiretta_iaconaR439 Riccardo Iacona

Riccardo Iaconta torna stasera su Rai Tre con una nuova puntata di Presadiretta. La prima delle inchieste che vedremo in onda oggi è “La fabbrica del vino” e ci aiuterà a capire come si fa a mantenere la qualità del prodotto su scala industriale. La seconda, “L’alleato turco” ci porterà invece in Turchia per un reportage sul Paese impegnato al fianco dell’Italia nella guerra contro lo Stato Islamico. Vi ricordiamo che oltre a poter vedere Presadiretta sintonizzandovi su Rai Tre, potrete seguire il programma anche in diretta streaming sul sito di Rai.tv, cliccando qui.

Impossibile per una trasmissione così estremamente legata all’attualità come Presadiretta non dedicare la giusta attenzione anche alle tecnologie di comunicazione che utilizziamo tutti i giorni, primi tra tutti i social network. Nella puntata prevista per oggi, domenica 22 febbraio 2016, verranno presentate due inchieste – dal titolo “La fabbrica del vino” e “L’alleato turco” – e naturalmente non mancherà il live twitting su Twitter. Con un post il programma di Rai 3 capitanato da Riccardo Iacona ha invitato il pubblico a commentare live ciò che è possibile seguire sul piccolo schermo e anche sui social network, utilizzando l’hashtag #Presadiretta. Clicca qui per vedere il tweet direttamente dalla pagina ufficiale.

Un vero e proprio reportage dalla Turchia: la seconda inchiesta presentata oggi – domenica 21 febbraio 2016 – durante la nuova puntata di Presadiretta sarà incentrata su questo. Il video promo disponibile sulla pagine Facebook ufficiale della trasmissione mostra una delle inviate a bordo di un’automobile in Turchia, intenta a descrivere strade popolate da cecchini e dove spari e violenza sono all’ordine del giorno. Che cosa succede davvero tra i confini della nazione nostra alleata nella guerra contro l’Isis? A seguire, si passerà ad un tema decisamente più legato al nostro Paese: l’industria del vino, che fattura circa 9 miliardi e mezzo all’anno. Anche in questa occasione, le telecamere del programma condotto da Riccardo Iacona permetteranno al pubblico di fare un vero e proprio tuffo in questo mondo, per scoprirne pregi e problematiche. Clicca qui per vedere il video promo di Presadiretta, con le inchieste “La fabbrica del vino” e “L’alleato turco”.

Il piccolo schermo di Rai 3 tornerà a trasmettere stasera, domenica 21 febbraio 2016, un nuovo appuntamento con Presadiretta, il programma d’inchiesta condotto da Riccardo Iacona. La puntata prenderà il via a partire dalle 21.45 e saranno anche oggi due i grandi argomenti che animeranno e riempiranno la serata del terzo canale nazionale. La prima si intitola “La fabbrica del vino“: ci si focalizzerà sul l’industria del vino, cercando di indagare gli interessi che ha un commercio che fattura circa 9 miliardi e mezzo all’anno nel nostro Paese. Verranno confrontate le produzioni artigianali e quelle aziendali, cercando di capire come gli obiettivi di ognuno impattino sulla qualità del vino che troviamo sulle nostre tavole. Le telecamere di Presadiretta si occuperanno anche di comprendere che effetto hanno i fitofarmaci presenti nei vigneti sulla salute di ognuno: sarà un vero e proprio viaggio dal nord al sud dello Stivale alla scoperta della produzione del vino.

La seconda inchiesta presentata nella puntata di Presadiretta in onda oggi, domenica 21 febbraio 2016, si sposta su una scena decisamente più internazionale. Si tratta di un viaggio che gli inviati hanno fatto ai confini del Paese nostro alleato nella guerra contro lo Stato Islamico, proprio sul confine con la Siria. Verranno mostrate immagini di combattenti, di profughi in fuga e di contrabbando di armi e petrolio. Si indagherà anche il conflitto con il PKK, il partito dei lavoratori che viene considerato come un’organizzazione terroristica dal governo Erdogan. Infine, spazio anche agli attivisti di “Ribbs”, che si occupano di informazione e operano a Raqqa.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori

Ultime notizie

Ultime notizie