THE BLACKLIST 3 / Anticipazioni puntate 18 e 11 marzo: Red infiltrato?

- La Redazione

THE BLACKLIST 3, anticipazioni delle puntate in onda oggi, venerdì 11 marzo 2016, su Fox Crime, in prima visione Tv. Scontro finale con il Direttore, Liz finalmente libera?

The_Blacklist_Facebook_Spader_Reddington
The Blacklist 3, in prima visione Tv assoluta su Fox Crime

Fox Crime tornerà a trasmettere The Blacklist settimana prossima, quando andrà in onda l’undicesimo episodio. In “Mr. Gregory Devry (No. 95)” vedremo Red lavorare con una task force per infiltrarsi in una riunione di criminali di alto livello. La puntata si aprirà con una scena del crimine piena di sangue, nella quale sembra che un’intera famiglia sia stata massacrata. La Kaplan arriverà con la sua banda di pazzi e inizieranno a pulire il casino. Un minuto dopo però un uomo farà irruzione armato di pistola e ucciderà la Kaplan e la sua squadra.

Nella puntata di The Blacklist 3 in onda stasera su Fox Crime vedremo Red metere in atto il suo piano per salvare Liz. Come vediamo nel video promo di questo decimo episodio intitolato “Il direttore: conclusione”, Reddington coordinerà la squadra che ha messo insieme e tutti i membri deovranno attenersi al suo specifico piano per avere una chance di mettere in salvo l’agente in pericolo di vita. Ci riusciranno? Lo scopriremo stasera su Fox Crime alle 21.55. Clicca qui per vedere il video promo di The Blacklist 3×10.

Questa sera, venerdì 11 marzo 2016, Fox Crime trasmetterà un nuovo episodio di The Blacklist 3, in prima visione Tv assoluta. La puntata andrà in onda alle 21:55 ed è la decima, dal titolo “Il direttore: conclusione“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la settimana scorsa: Ressler (Diego Klattenhoff) prende con consegna Liz (Megan Boone), mentre il Direttore (David Strathairn) e la Hitchin (Christine Lahti) discutono sul da farsi. Red chiama l’agente e gli chiede di consegnargli Liz perché crede di poterla difendere meglio. Ressler invece crede che si trovi più al sicuro con lui e chiede ad Aram (Amir Arison) di cambiare il codice della scatola di sicurezza in cui l’ha rinchiusa. Katsiopulos cerca di prelevare Liz con la scusa di interrogarla, ma viene fermato dal blocco del codice. Ressler informa quindi Red che gli illustra il suo piano, avvisandolo di reggere fino a quando Karakurt (Andrew Divoff) non sarà stato consegnato. Una volta ottenuto l’ostaggio, il suo compito è di mantenerlo in vita. In quel momento, Samar (Mozhan Marnò) si presenta ad un incontro con Red. Il Blacklister la informa che devono mettere in moto alcune pedine e che sta per stringere un accordo con il Governatore del Venezuela. La Wright (Adriane Lenox) non torna e Ressler accusa il Direttore di essere implicato nella scomparsa della donna. Chiede aiuto alla Hitchlin e le rivela che Karakurt si trova al lago con Cooper (Harry Lennix). La donna invece gli riferisce di aver parlato con la Wright pochi giorni prima e dirige i sospetti verso Tommy Markin. Trattandosi di un particolare che aveva riferito solo alla Wright, Ressler capisce che la Hitchlin l’ha uccisa e confida ad Aram di averle appena rivelato dove trovare Karakurt. Intanto, Red incontra Rafael Gallejo (Dan Domingues) e chiede a Samar di fare qualche scatto in modo da poterlo minacciare. Ressler avvisa Cooper del fatto che il rifugio segreto sia saltato, ma scopre che Karakurt si trova con Tom (Ryan Eggold) e decide di raggiungerlo personalmente. Per andare avanti con il piano, Red ha bisogno della valigetta che ha in mano l’FBI, ma prima organizza una finta sparatoria e fa in modo che Samar possa chiamare per il recupero della refurtiva. Alla base, Katsiopulos capisce che è stato Aram a cambiare il codice e fa togliere l’ossigeno dalla cella di Liz per convincerlo ad aprire. Tom non si fida delle parole di Ressler e non vuole consgnargli il prigioniero. In quel momento, Solomon ( Edi Gathegi) e gli uomini della Congrega arrivano alla baita e gettano nella struttura delle bombe stordenti. Aram cerca di modificare fa arrivare ossigeno ad Aram, ma Liz cade a terra svenuta. Nel frattempo, il complice di Red distrae gli agenti e Samar riesce a mettere un tracciatore alla refurtiva per scoprire in quale struttura si trovi. Tom non si fida delle parole di Ressler e non vuole consgnargli il prigioniero. In quel momento, Solomon ( Edi Gathegi) e gli uomini della Congrega arrivano alla baita e gettano nella struttura delle bombe stordenti. Aram cerca di modificare fa arrivare ossigeno ad Aram, ma Liz cade a terra svenuta. Nel frattempo, il complice di Red distrae gli agenti e Samar riesce a mettere un tracciatore alla refurtiva per scoprire in quale struttura si trovi. Quando Liz cade a terra priva di sensi, Aram confessa al Direttore che il codice è parola ‘Navabi’ e riesce a far aprire la cella per rianimarla. Alla baita, Ressler decide di dare un fucile anche a Karakurt ed assestano qualche colpo ai criminali prima che il posto venga ridotto ad un colabrodo dai colpi. Karakurt si finge morto ed uccide gli uomini della Congrega. Alza poi il fucile verso Tom, ma colpisce un criminale alle sue spalle. Prima che il Direttore porti Liz all’esterno, Aram estrae l’arma e gli ordina di fermarsi, ma Liz lo convince ad arrendersi e lo arrestano. La Panabaker (Deirdre Lovejoy) dei Marshal arriva in quel momento e ferma l’operazione di estrazione. Red invece consegna al Ministro venezuelano Diaz (Tony Plana) le matrici delle banconote originali dei dollari in modo da mettere a segno il piano. Prima che possano arrivare all’auto, Solomon prende Tom in ostaggio e Ressler decide di abbassare l’arma, ma Dembe (Hisham Tawfiq) interviene e tramortisce il criminale. Ressler torna quindi in tempo alla base e preleva Liz per portarla al sicuro in città.

Red incontra la task force in segreto, mentre Ressler porta Liz di fronte al tribunale federale e pensa alla sua protezione sul posto. Grazie ad un piano ben elaborato, Red e la task force rapiscono il Direttore e lo consegnano alle autorità venezuelane in modo che paghi per i crimini di guerra. L’accusa permette a Red di trovare un accordo con la Hitchin grazie a Marvin Gerard, l’avvocato che lo ha aiutato a progettare il piano per dimostrare l’innocenza di Liz. Quando Tom consegna Karakurt al tribunale federale, Gerard riesce a scagionare Liz da ogni accusa, tranne quella di omicidio volontario ai danni del Procuratore Generale Connolly. Il patteggiamento salva Liz dalla prigione, ma le impedisce anche di rientrare nell’FBI se non come risorsa esterna. Ressler decide di dimettersi dal comando della task force che restituisce al controllo di Cooper. Red, su permesso della Hitchin, uccide il Direttore per liberare la Congrega da un punto debole. I due iniziano invece a discutere su come far entrare Red nella Congrega.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori