DRAGONBALL EVOLUTION/ Le curiosità sulla pellicola in onda su Italia 1 (oggi, 19 marzo 2016)

- La Redazione

Dragonball evolution, in onda oggi (19 marzo 2016) su Italia 1, a partire dalle ore 19.25. Andiamo a scoprire il cast, la trama di questo film e tutti i dati salienti della pellicola.

Foto-Mediaset
Mediaset

Andiamo a scoprire un paio di notizie sul film in onda oggi su Italia 1 alle ore 19.25, ‘Dragonball evolution’. Sono tantissime le curiosità che ruotano attorno a questa pellicola, che sono tutte da collegare alle grande differenze col manga di Toriyama: la prima di queste riguarda il protagonista, che nell’opera originale dovrebbe avere dodici anni, non va a scuola ed è selvaggio. Inoltre, egli perde il nonno quando si trasforma nello scimmione, non per mano di Piccolo. Il nemico viene definito subito alieno e namecciano, ma vi è una grande incongruenza visto che quest’informazione, nell’opera originale, viene scoperta solo nella seconda serie. Anche tutti gli altri protagonisti sono completamente differenti rispetto all’opera del disegnatore di manga: il maestro Muten sembra essere troppo giovane e non è calvo, Yamcha non ha la barba, non è biondo e soprattutto ha i capelli mossi. Chichi adulta appare solo alla fine della prima parte dell’opera mentre Mai ha un ruolo comico e non da combattente. Akira Toriyama ha voluto dare diverse idee alla Fox ed al regista, ma queste vennero respinte: per questo motivo egli decise di dissociarsi completamente dalla pellicola.

La pellicola in onda oggi su Italia 1 alle 19.25 è un film del 2009, diretto da James Wong: Dragon Ball Evolution, che prende spunto dall’opera animata e dai manga di Dragonball, creati da Akira Toriyama. La pellicola, che avrebbe dovuto basarsi solo sulla parte finale dell’opera, mischia assieme diverse vicende e le modifica parecchio, cosa che potrebbe creare molta confusione ai fan del cartone animato. Come attori protagonisti vi sono Justin Chatwin e James Marsters, ovvero l’ex Spike delle serie televisive Ange e Buffy. La casa di produzione è la 20th Century Fox, Dune Entertainment.

Duemila anni prima dell’inizio della storia, sulla Terra vivevano un gruppo di monaci in maniera pacifica. Durante un’eclissi solare, sulla Terrà arrivò il perfido Piccolo, un alieno che riuscii a sconfiggere tutti gli abitanti del pianeta, ma che a sua volta venne sconfitto prima che potesse riuscire a trovare le sette sfere del Drago e soprattutto che potesse esprimere il suo desiderio. I monaci, grazie ad una particolare tecnica, lo imprigionarono in un vaso che venne buttato nell’acqua: la minaccia di Piccolo venne quindi sconfitta ma non la leggenda, che terrorizzava la popolazione. Trascorsi i millenni, la storia si sposta ai tempi moderni dove Goku, un adolescente, vive con suo nonno Gohan, un anziano maestro di arti marziali che segue tutti gli insegnamenti giapponesi che gli vennero tramandati dai suoi avi. Il nipote è completamente diverso dal nonno, tanto che segue un modo di fare tipico dei giovani della sua età, ovvero non studia, salta la scuola e frequenta diverse persone.

Una di essa è Chichi, una giovane ragazza esperta in arti marziali che si invaghisce di Goku in quanto scopre che anch’egli pratica la stessa disciplina. Un giorno come tanti altri, al rientro da scuola, Goku vede suo nonno privo di vita che, prima di esalare il suo ultimo respiro, spiega al nipote a cosa servano le sfere del Drago e chi lo ha attaccato. Dopo quel momento, Goku decide di intraprendere un lungo viaggio alla ricerca delle sfere del drago, che gli servono per far tornare in vita suo nonno e eliminare Piccolo. Durante il suo viaggio, il protagonista incontrerà altri personaggi: uno di questi è Bulma, ovvero una sua coetanea amante della tecnologia ed in grado di costruire diversi apparecchi tecnologici. Yamcha il predone, esperto nel combattimento con le armi bianche e con le pistole ed anche il maestro Muten, che farà loro da guida e insegnerà, ai protagonisti, diversi segreti e soprattutto come sconfiggere il mago Piccolo. Ma la battaglia sarà lunga e soprattutto suddivisa a più riprese, visto che Piccolo è in grado di creare diversi problemi ai protagonisti, cosa che potrebbe comportare un cambiamento dei loro piani d’attacco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori