UNFORGETTABLE 4 / Anticipazioni puntata 2 marzo 2016: Carrie affronta due uomini del suo passato

- La Redazione

Unforgettable, anticipazioni della puntata di oggi, mercoledì 2 marzo 2016, su Fox Crime in prima visione Tv. Carrie si ritrova a dover affrontare due uomini del suo passato…

serie_unforgettable
Unforgettable 4

Nella prima serata di oggi, mercoledì 2 marzo 2016, Fox Crime trasmetterà due nuovi episodi di Unforgettable 4. Le punata che andranno in onda sono la quinta e la sesta, dal titolo “All in” e “Il ritorno di Eddie“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la settimana scorsa. Carrie (Poppy Montgomery) ed Al (Dylan Walsh) indagano su un caso di omicidio in cui è stato ucciso un giovane trombettista. Il detective scopre che l’insegnante della vittima è Leo Hackett (Barry Henley), lo stesso che lo ha istruito sullo strumento quando era solo un adolescente. L’autopsia di Delina (La La Anthony) evidenziano che il ragazzo faceva uso di un farmaco per narcolettici e che sicuramente gli serviva per aumentare le prestazioni, dato che non è malato. All’istituto, Carrie nota che uno studente ha uno spartito che mancava nella stanza di Davis Bennett (Aria Shahghasemi). Il ragazzo fugge alla loro vista, ma Al riesce a recuperarlo poco dopo. Durante l’interrogatorio, Matt Wexler (Peter Falls) rivela che aveva litigato con Davis per via di una canzone e che invece aveva dei problemi con Leo. Ad aggravare la cosa è il possesso da parte dell’insegnate di una pistola dello stesso calibro di quella usata dalla vittima. Leo è convinto che l’arma si trovi nella valigetta, ma scopre che in realtà è vuota. Dalle telecamere, Carrie nota che Leo ha un tovagliolo in cui è stampato il logo di un locale di Marko Vrioni (George Katt), un noto gangster albanese. I due detective decidono di introdursi nel locale, dove entrano in contatto con la cantante Stella (Ashanti) e con Marko in persona. Carrie nota che uno degli scagnozzi di Marko è sprovvisto di un bottone che è stato trovato sulla scena del crimine, ma durante l’inseguimento di Denny (E.J. Bonilla) l’uomo finisce sotto un furgone. Più tardi, Carrie nota che Denny ha una collana identica a quella della fidanzata e ricorda di aver visto la collana che indossava Stella anche al collo di Davis. Capisce così che i due avevano una relazione, cosa che riporta di nuovo verso Marko. La cantante è infatti ufficialmente la sua fidanzata e potrebbe aver ucciso Davis per gelosia. Ore dopo, Stella contatta Al perché Marko sta cercando di ucciderla, cosa che porta all’arresto del criminale. Carrie ed Al vengono chiamati per indagare su un caso di omicidio in cui il ragazzo, di origine straniera, è stato ucciso mentre lavorava in un market gestito dalla famiglia. L’autopsia rivela che la vittima è stata soffocata e che ha cercato di difendersi. In centrale arriva il nuovo Capitano e con sua grande sorpresa Al scopre che si tratta di Sandra Russo (Kathy Najimy) con cui ha lavorato quando faceva parte di un altro distretto. Denny scopre che Patel è stato soffocato in modo analogo ad un’altra vittima che è appena stata ritrovata in un sex club della città. Carrie e Denny raggiungono la scena del crimine, ma la Russo interviene per bloccarli e passa il caso all’agente speciale Drew Miller (Michael Braun) dell’FBI. Prima di essere estromessa, Carrie nota che sul posto è presente un’acqua di colonia identica a quella trovata su patel. Delina invia il referto a Carrie e la Russo intercetta il file richiamando all’ordine Al. Intanto, Jay (James Hiroyuki Liao) mostra delle foto della vittima a Carrie fra cui è presente anche Phillipe Huet (Vince Nappo) che ricorda di aver visto sulla scena del primo crimine. In questo modo Al ottiene che gli venga affidato il caso perché è collegato al primo e quindi rientra di competenza della Crimini Maggiori. Miller viene obbligato dal suo superiore a collaborare con la Omicidi e svela che Huet starebbe architettanto un attacco alla Borsa. Carrie viene incaricata di avvicinare Huet e riesce a sedurlo per entrare nella sua villa. La detective riesce ad avere un appuntamento anche per il giorno dopo e partecipa ad una festa che grazie a lei viene spostata in una villa in città. Carrie trova nella cantina dei cavi che servono per dirottare i movimenti di tutte le Borse, ma scopre che in realtà la resposabile è Manette (Elisabeth Gray), la sorella di Phillipe. La donna punta l’arma contro la detective, ma Al interviene tempestivamente ed arresta Manette.

L’architetto Thomas Warner viene ucciso con un violento colpo alla testa e da alcuni dettagli sulla scena del crimine Carrie nota che l’assassino poteva essere qualcuno che la vittima conosceva bene. I primi sospetti della squadra si dirigono verso la moglie Holly per via dei numerosi tradimenti di Warner e per la loro recente separazione. Carrie ricorda di aver visto un trolley sulla scena del crimine con un’etichetta d’imbarco per Porto Rico e che l’assistente aveva il segno dell’abbronzatura sulla schiena. Denny la interroga e scopre che il suo ex ragazzo Zach Follett odiava particolarmente Warner. La squadra sposta poi l’attenzione verso Atlantic City e su una banda in particolare, fra cui è presente anche Hunter Ellis, un criminale con cui Carrie è entrata in contatto romantico alcuni anni prima.

Un uomo viene ucciso da un rapinatore che era appena uscito da un market. Sulla scena del crimine accorrono alcuni paparazzi di cronaca nera e Carrie nota la presenza di un microfono sul terreno che le fa intuire che Nate Orton fosse a sua volta un reporter. L’audio riporta le ultime parole della vittima in cui cita una farfalla. Carrie ricorda di aver visto una ragazza sulla scena del crimine con il tatuaggio di una farfalla alla caviglia. La detective crede che la ragazza possa essere una testimone e grazie ai suoi ricordi risale alla targa del veicolo del rapinatore, per poi scoprire che è stato freddato. Analizzato il passato di Orton, la squadra scopre che in realtà la vittima non era casuale, ma approfondendo le ricerche Carrie si imbatte in qualcuno del proprio passato…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori