MICHELE LANZEROTI/ Come andrà la sua prima esibizione? (Amici 2016, Ed.15 prima puntata 2 aprile)

- La Redazione

Michele Lanzeroti, il ballerino del talent ha fatto un percorso difficile ma è approdato al serale, come andrà il primo appuntamento? (Amici 2016, Ed.15 prima puntata 2 aprile)

amici2016_amici15_amiciclasse
Amici 2016

Nell’ultima puntata abbiamo rivisto il ballerino di Amici 15 Michele Lanzeroti che è stato chiamato a rivivere in compagnia del supporter Stefano De Martino tutto il suo percorso nella scuola per talenti più famosa della tv italiana. Michele non è mai stato appoggiato da suo padre nel ballare e questo gli ha creato finora non poche difficoltà. Il genitore avrebbe voluto che uscisse anche dalla scuola, non ha mai apprezzato questa sua passione e Michele ci sta male da sempre. La sua sofferenza è andata avanti per un po’, finché Veronica Peparini non gli ha assegnato una coreografia ‘Padre e Madre’ di Cesare Cremonini, dedicata proprio a questo e gli ha chiesto di vivere ed affrontare direttamente il suo problema. L’insegnante ha sempre voluto vederlo al meglio di quello che sa fare e per questo si è sempre impegnata con lui. Nel rivedere il filmato e in particolare quei momenti di commozione da parte di Michele, anche Stefano è scoppiato a piangere. Di fronte a un’emozione così vera anche il supporter di Amici si è lasciato andare, mentre era lo stesso Michele a invitarlo a non piangere. Anche Garrison ha parlato molto con Michele e gli ha confidato che anche lui ha avuto un padre come il suo, che non voleva che facesse il ballerino. Michele ha detto a Stefano che Garrison e Veronica sono sempre stati fantastici con lui. Quando era piccolo ha vissuto diverse complicazioni, con suo padre che lo invitava a studiare karate o qualche altro sport più maschile. Lui è un ragazzo che parla poco e spesso si è tenuto dentro tante cose. Rivivere tutto ciò ora lo fa commuovere molto ma si sente molto orgoglioso dei risultati che è riuscito ad ottenere. 

A un certo punto del suo percorso ad Amici Michele ha avuto anche un momento di difficoltà ma poi è riuscito a fare quel passo in avanti che gli ha permesso di dare avvio alla sua crescita. Per lui è arrivato così l’apprezzamento di tutti gli insegnanti, compreso Kledi, che quando ha visto ciò che si nascondeva in questo giovane ballerino originario della provincia di Roma, non ha esitato a dargli dei voti molto alti. Michele ha ammesso che quando è entrato non faceva altro che guardare gli altri e tutti i loro pregi e non riusciva a vedere cosa di buono aveva anche lui. Invece quando ha capito che aveva anche lui qualcosa di positivo ha cercato di sfruttarlo e di farlo uscire al massimo, anche se non ci è ancora riuscito appieno. Michele si sente molto cambiato dopo aver preso parte ad Amici e ha capito di essere cresciuto anche caratterialmente, come i suoi compagni del resto. Quando è arrivata la convocazione per la squadra blu, Michele non ci credeva e pensava che sarebbe andato a casa. Seduti su quelle due sedie c’erano lui e Arianna ma a disposizione c’era ancora soltanto un posto da ballerino. Alla fine i due direttori artistici Nek e J-Ax hanno scelto lui e Michele si è gettato a terra per la contentezza. Adesso invece potrà salire sul mitico palco al quale tutti aspiravano e ora vuole arrivare fino alla fine. Lo vuole fare per sè stesso, ma anche per il suo amico Andreas che prima di vedersi costretto ad abbandonare la scuola gli ha detto di andare avanti e vincere. 

Le competenze di Michele dal punto di vista tecnico sono molto elevate e questo si evince anche dalle sue prestazioni, finora sempre di alto livello. Del resto non può essere certo un caso se la sua stessa insegnante, Veronica Peparini, lo ha paragonato, in occasione delle audizioni per il serale, ai ballerini professionisti della scuola. Il suo principale problema stava inizialmente nella timidezza, nel suo non riuscire a mettersi sullo stesso piano degli altri. In poche parole Michele si sentiva sempre nettamente inferiore agli altri ballerini ed era convinto di non potersi mettere alla pari con loro. Questo problema, come ha spiegato lui stesso, lo ha sempre avuto, anche quando studiava danza nelle scuole e si metteva sempre dietro agli altri, un po’ per apprendere da loro e un po’ per via del suo senso di inferiorità. Ora che il ballerino è riuscito a far venir fuori il suo vero carattere, anche la sua danza ne ha tratto enormi vantaggi. I suoi movimenti sono più fluidi e questo è un particolare che tutti gli insegnanti hanno notato. Adesso che il vero Michele è venuto fuori, come ha detto una volta Garrison, ci si aspetta che il ballerino faccia vedere sempre delle cose più che buone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori