Constantine / Anticipazioni puntata del 13 maggio 2016: chi è padre Zachary?

- La Redazione

Constantine, anticipazioni di venerdì 13 maggio 2016, in onda su Italia 1. Jed ha una visione su un Angelo che si impossessa del suo cuore. Constantine incontra una vecchia conoscenza, ma…

Constantine_r439
Constantine

Nel primo episodio di Constantine in onda questa sera, conoscere padre Zachary. Il predicatore muore dopo essere stato morto da un serpente velenoso, ma poi torna in vita con miracolosi poteri con cui guarisce le persone. Zachary crede che quello che gli è successo sia opera di Dio, ma la magia ha un prezzo e le persone che il predicatore guarisce si trasformano in mostri. Constantine e Zed trovano un angelo caduto, Imogen, e scoprono che Zachary ha una delle sue piume. Devono trovare la piuma, o Imogen morirà e la genta continuerà a trasformarsi in mostri. Constatine riuscirà a recuperare la piuma? Come si comporterà Zachary?

Quetsa sera, venerdì 13 maggio, alle 23.00 su Italia 1 andrà in onda una nuova puntata di Constantine, con due episodi. Prima di scoprire le anticipazioni vediamo cosa è successo settimana scorsa. Zed (Angélica Celaya) attiva con una visione la mappa magica che inizia ad indicare New Orleans. Qui, una donna con una mascherina sul volto sembra che abbia commesso un omicidio ed il detective Jim Corrigan (Emmett J Scanlan) afferma di averle sparato contro, ma di non essere riuscito a ferirla. Una seconda visione fa capire invece a Constantine (Matt Ryan) che in città c’è anche un altro spirito, legato ad un incidente stradale. Scopre che un uomo ha caricato un certo Philip (Colin Dennard), trovato lungo la strada, ma Corrigan arresta Constantine perché crede che sia collegato al caso. L’esorcista invece lo spinge a fare delle ricerche su alcuni vecchi casi avvenuti in passato che presentano le medesime modalità, ottenendo alla fine di essere rilasciato. Corrigan scopre anche che la donna misteriosa è Misaki Ross (Chasty Ballesteros), una modella che si è suicidata in seguito alla trasfigurazione provocata da una rivale. Constantine crede che qualcuno stia resuscitando le anime dei defunti e scopre che si tratta di Papa Midnite (Michael Shaw). Dopo qualche momento di scetticismo, lo stregone capisce che qualcuno sta sfruttando i suoi poteri per riportare in vita i morti. Durante il rito, Papa Midnite avvisa l’esorcista che presto verrà tradito da qualcuno che conosce, mentre Zed ha una visione su Corrigan ricoperto da ferite. Constantine si occupa del caso di una bambina, posseduta da uno spirito che l’ha spinta ad uccidere i genitori. Scopre inoltre che non si tratta dell’unico caso e che altri erano avvenuti molti anni prima. Rintraccia l’unico sopravvissuto, Marcello Panetti (Sean Freeland), ma l’uomo vive in stato catatonico all’interno di un ospedale psichiatrico. Il medico che lo ha in cura gli riferisce anche che Marcello ha ucciso i genitori molti anni prima a colpi di ascia, dopo numerose sevizie. L’esorcista sfrutta all’ora il franchincenso per scoprire la casa in cui si trova in quel momento lo spirito, riuscendo ad individuare Henry (Max Charles). Il padre lo picchia sul volto e lo fa arrestare, ma la madre Claire (Laura Regan) capisce dai suoi racconti che il figlio è realmente posseduto. Grazie ad un rito che coinvolge entrambi i genitori, Constantine scopre che lo spirito è quello di Marcello e lo segue fino ad una casa di specchi dove gli impone di rientrare nel suo corpo. In quel momento, all’ospedale, Marcello si riprende ed inizia a dare in escandescenza.

Constantine inizia ad indagare su un predicatore, morto dopo essere stato morso da un serpente. Il religiso è tornato stranamente in vita ed ora ha il dono di guarire le persone. Chiede l’aiuto di Zed che decide di vedere il predicatore da vicino perché non crede che sia reale, ma rimane colpita quando nel toccarlo ha una visione di un angelo lucente. Constantine capisce che gli Angeli sono collegati con quanto sta succedendo, ma Manny lo avvisa che la realtà potrebbe essere diversa. Poco dopo, Constantine e Zed trovano un Angelo nei prati e scoprono che si trova in fin di vita. La creatura riesce a convincerli a curarla, ma una volta ottenuto ciò che vuole, rivela di essere in realtà un Angelo caduto.

Zed inizia ad avere strane visioni in base all’incontro con Imogen e Constantine le riferisce di sospettare che il lato oscuro dell’Angelo sia riuscito in qualche modo ad entrare dentro di lei. Intanto, una vecchia conoscenza di Constantine, ora suora, gli chiede di aiutarla nel fermare un potente Demone che sta rapendo diversi bambini. Dopo aver trovato Lamashtu, Constantine scopre che il demone è stato evocato dalla Brujeria, una Congrega di potenti stregoni. Purtroppo l’esorcismo gli si ritorcerà invece contro…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori