CASTLE 8 / Anticipazioni: Castle rivela a Beckett del video su di lui (puntate dell’1 e 8 giugno 2016)

- La Redazione

Castle 8 anticipazioni di mercoledì 1 giugno 2016, su Fox in prima Tv assoluta. Castle indaga su un serial killer fantasma e trova il ristorante di Hollywood: scopre alcune tracce su LokSat.

Castle
Castle 8, in prima Tv assoluta su Fox

“Fidelis ad mortem” è il titolo originale del quindicesimo episodio di Castle 8, quello che vedremo in onda settimana prossima su Fox. Nella puntata che andrà in onda l’8 giugno 2016 vedremo Castle dire a Beckett del video di sé stesso che ha trovato a Hollywood. Nel frettempo la polizia di New York indagherà sull’omicidio di una recluta che stava studiando alla scuola di polizia: ad uccidere il giovane un proiettile partito da una pistola appartenente alla scuola. L’episodio, diretto da Rob Bowman, è stato scritto da Andrew W. Marlowe e Chad Gomez Creasey.

Nella seconda serata di oggi, mercoledì 1 giugno 2016, la Fox trasmetterà un nuovo episodio di Castle 8, in prima Tv assoluta. La puntata che andrà in onda è la quattordicesima, dal titolo “E giustizia per tutti“. Castle ed Hayley, assieme alla famiglia, volano ad Hollywood per vederci chiaro sui ricordi dello scrittore. Appena arrivati, ricevono un messaggio della G.D.S., un’organizzazione investigativa segreta, che li informa della presenza di un corpo al cimitero. La sorella della vittima rivela che Philip Harris stava svolgendo delle indagini su un pericoloso serial killer che è riuscito a sfuggire all’attenzione della Polizia. La modalità con cui compie i delitti, infatti, è sempre varia e per questo la Polizia non aveva notato i collegamenti fra le diverse vittime. Intanto, Castle risale al ristorante visto nei ricordi e scopre di aver consegnato un orologio al proprietario. Grazie al dispositivo, Hayley riesce a risalire ad un sito del dark web e Castle si ritrova di fronte ad un video che lui stesso ha registrato 18 mesi prima. Il se stesso del passato lo avvisa di non rivelare nulla alla moglie su quanto scoperto: in caso contrario, LockSat ucciderà Beckett.

E dopo aver letto le anticipazioni della puntata di oggi di Castle 8, ecco dove siamo arrivati la settimana scorsa: Castle (Nathan Fillion) è deluso del non potersi dedicare a casi emozionanti, mentre Beckett (Stana Katic) inizia d indagare su un cadavere ritrovato in una vasca dello zoo piena di serpenti velenosi. Perlmutter (Arye Gross) propone al Capitano di uscire con il gemello, ma Beckett riesce a depistarlo. Castle si presenta all’obitorio subito dopo, ma Beckett lo allontana. Scopre però che Eddie Ramirez (David Michael Trevino) ha ricevuto una minaccia di morte via sms poco prima del delitto. Castle crede che il testo evidenzi una particolare inflessione culturale, ma Beckett gli affida il caso solo quando i sospetti si dirigono verso gli studenti della classe multietnica frequentata dalla vittima. Castle si introduce nell’ambiente con una finta identità, fingendo di essere uno Chef francese. Grazie ai compiti assegnati, lo scrittore individua Alistair (Greg Bryan), un inglese di New Castle, ma l’uomo fornisce un alibi. Riferisce infatti di aver scritto quel messaggio perché era molto arrabbiato per via di un taxi che Eddie gli aveva danneggiato. Più tardi, la squadra scopre che in realtà la vittima era un ex poliziotto ed interrogano due criminali che Eddie ha picchiato duramente. Beckett scopre che Eddie aveva cercato di recuperare i soldi estorti ad Aida e che il giorno del delitto avrebbe dovuto aiutare un altro studente. La pista però si rivela ancora una volta infruttuosa, ma Castle non demorde e torna ad osservare gli studenti, convinto che la soluzione sia lì. Per riuscire a scoprire l’assassino, lo scrittore organizza una festa per poter parlare con ognuno al di fuori del solito contesto. Quando Kim (Bora Jasa) gli porge un piatto tradizionale del suo Paese, Castle ha come un flashback che lo riporta a quei due mesi di blackout. Nel ricordo vede se stesso in un paese coreano, ma non riesce ad individuare altri particolari. Più tardi, la squadra scopre che Eddie ha una connessione con il giudice Caldwell (Grainger Hines), ma per riuscire a parlargli bisogna organizzare una messinscena. Caldwell però scopre l’inganno ed anche l’FBI si dimostra contrariata dell’intromissione nel loro caso. Beckett e Castle scoprono però che Caldwell sapeva che Eddie conosceva un certo Alonso Sanchez (Manuel Uriza), un uomo del suo passato che potrebbe averlo ucciso. Castle capisce che in realtà Caldwell non poteva conoscere questo particolare, a meno che non lo avesse saputo dall’assassino. L’unico sospettato diventa automaticamente il professore della classe di Eddie, John Emerson (J.D. Walsh). Castle scopre infatti che il docente passava sottobanco le informazioni a Caldwell sugli stranieri clandestini, in modo da farli arrestare ed estromettere. Quando Eddie lo aveva scoperto, Emerson lo aveva ucciso. Quella notte, Castle riesce ad accedere ai ricordi grazie ad un sogno in cui realizza che in realtà non si trovava in Corea, ma ad Hollywood.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori