CALENDARIO FILM AL CINEMA/ The Conjuring – Il caso Enfield, La Canzone del mare, Mother’s Day e molti altri (settimana dal 20 al 26 giugno)

- La Redazione

Calendario film in uscita al cinema nella settimana dal 20 al 26 giugno 2016: The Conjuring – Il caso Enfield, La Canzone del mare, Mother’s Day e molti altri. La trama dei film

Cinema_SalaR439
Il film al cinema (Infophoto)

Numerosi sono i film che escono in questa settimana dal 20 al 26 giugno 2016, nelle sale cinematografiche italiane. Le vacanze di Monsieur Hulot. Nuovo film di Jacques Tati destinato ad avere grande successo. Una storia che si basa su una sottile ironia e satira nei confronti della classe borghese media e della voglia di villeggiatura tipica del periodo estivo. Una vera e propria cronaca delle vacanze del signor Hulot, vista non solo dal punto di vista dell’ironia, ma anche con bonaria satira pungente. Senza mai proferire parola, Hulot è alle prese con gli aspetti più comuni della villeggiatura: deve far fronte anche alle situazioni più paradossali e ridicole, ma colpisce la sua capacità di essere imperturbabile di fronte a questi eventi che lo portano a seguire sempre la strada dei suoi bisogni. The Conjuring – Il caso Enfield. James Wan ha puntato su una storia molto appassionante, continuo delle analisi del paranormale di Lorraine e Ed Warren. Sono proprio i due coniugi Warren ad aver entusiasmato coloro i quali hanno visto il primo film di The Conjuring. Una storia destinata ad appassionare per via delle continue investigazioni dei due in merito a fenomeni paranormali. Un horror che lascia col fiato sospeso fino alla fine del film, proprio come succede nel primo film che vede protagonisti i Warren. 

La Canzone del mare. Tomm More ha pensato ad un film di animazione che attirerà grandi e piccini. Una storia che fa riflettere: ragazzi ed adulti, infatti, avranno modo di riflettere sui gesti di generosità e di purezza all’interno della propria vita e nelle relazioni. Ambientato nel 1987, protagonista è Saoirse che, dopo la morte della madre, viene mandata a vivere dalla nonna. Nella notte di Halloween però la piccola prova a tornare nel faro dove viveva prima in riva al mare. Durante il percorso avranno vita una serie di avventure incredibili e sicuramente entusiasmanti per il pubblico: infatti tanti personaggi incontrerà Saoirse, alcuni anche pericolosi. La chiave di tutto è il suo canto che la salverà e per farlo avrà bisogno del cappotto affidatole dal padre dopo la morte della madre. Jem e le Holograms. Musical molto interessante quello di Jon Chu. Tratto dal cartone animato che in Italia è arrivato nel 1987, è basato sulla storia di una ragazza che all’improvviso si trova a far fronte con il mondo delle superstar. Lei, assieme alle sue sorelle, scopre l’importanza del talento e soprattutto quanto conti puntare sulle proprie doti senza doverle tenere nascoste per alcun motivo. Il destino delle quattro ragazze è legato alla propria voce e, perciò, al loro grande talento artistico che, se utilizzato e sfruttato bene, le porterà agevolmente ad entrare nel mondo delle superstar mondiali. 

Mother’s Day. Film di Garry Marshall che vede la partecipazione di Jennifer Aniston, Kate Hudson e Julia Roberts. Tutto ruota attorno a delle vicende legate alla Festa della Mamma: giovani donne alle prese con la voglia di rendere felici i propri figli. In particolare, ci si sofferma su alcune situazioni che precedono il giorno di festa e che riguardano varie mamme: donne in attesa, gay, assenti, e molte altre ancora. Ognuno può trovare l’esempio di quella che è la mamma che, al di là delle caratteristiche, mantiene sempre la sua figura di eroina. Un mercoledì di maggio. Vahid Jalilvand ha dato origine ad un film drammatico in cui viene posto l’accento su personaggi che rispecchiano completamente la natura umana. La storia è ambientata a Teheran e nasce dall’annuncio di un uomo benestante che decide di fare un’importante donazione ad una persona che ne abbia bisogno. La folla si accalca e l’accento del film si pone su due figure particolari: due donne che vogliono avere quei soldi non per soddisfare propri bisogni, ma per regalare armonia alla propria famiglia. Infatti, una vuole curare il proprio marito gravemente malato e l’altra vuole pagare la somma per far rilasciare il compagno carcerato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori