James e la pesca gigante/ Su Rai 4 il film di Henry Selick tratto da un racconto di Roald Dahl

- La Redazione

James e la pesca gigante, il film in onda su Rai 4 oggi, venerdì 22 luglio 2016. Gli interpreti del cast: Paul Terry, Joanna Lumley e Miriam Margolyes, alla regia Henry Selick. Il dettaglio

logo_raiuno_28062016
Il film è in onda su Rai Movie in seconda serata

È il film che va in onda su Rai 4 oggi, venerdì 22 luglio 2016. Una pellicola che è stata ispirata al racconto di Roald Dahl e diretta da Henry Selick nel 1996. Il film è stato prodotto da Tim Burton e Denis Di Novi che sono stati produttori anche di Nightmare Before Christmas e si sono aggiudicati tre camei per questo film. Il montaggio della pellicola è stato eseguito da Stan Webb mentre gli effetti speciali che abbelliscono il film sono stati effettuati da Billy Burger, Noah Cornell, Steve Riley e John Stephenson. I costumi di scena portano la firma di Julie Slinger e le musiche che compongono la colonna sonora e accompagnano il film sono state scritte da Randy Newman. 

È il film in onda su Rai 4 oggi, venerdì 22 luglio 2016 alle ore 18:10. Una pellicola del 1996 tratta da un racconto di Roald Dahl e che ha Tim Burton come produttore. Un film che unisce i generi animazione, fantastico e musicale, ed è stato diretto da Henry Selick. Tra gli interpreti Paul Terry, Joanna Lumley e Miriam Margolyes. Tra i doppiatori italiani Lorenzo De Angelis, Massimo Corvo, Roberto Chevalier, Cristina Boraschi tra gli altri. Ma ecco nel dettaglio la trama del film.

Il protagonista è un bambino di meno di 10 anni, che si chiama James e che vive con il peso di aver perso i genitori per l’aggressione di un animale spuntato dal nulla. Il bambino, vive in casa di due parenti che non gli vogliono bene, le zie Spugna e Stecco. Il ragazzino ha il sogno di vivere nella Grande Mela e un bel giorno si incrocia con un vecchio milite confederato, il quale gli fa un dono. Questo dono consiste in un contenitore di “lingue di coccodrilo”, queste hanno dei poteri magici. James sta rincasando e scivolando si vede sfuggire questi oggetti magici, che cadono su una risalente pianta di pesco. Passa la notte e sull’albero nasce una pesca di dimensioni incredibili. Le due zie decidono di approfittare di quanto accaduto e usano il frutto gigante come attrazione. James senza farsi vedere ne mangia un pezzetto ed ecco che all’improvviso diventa un cartone animato che interagisce con insetti parlanti che si caratterizzano per dimensioni umane. Uno di questi insetti sgancia il pesco dall’albero e lo fa cadere nell’Oceano Atlantico. A questo punto James ed i suoi nuovi amici si ingegnano per raggiungere New York. Durante la notte ha un incubo in cui compaiono il rinoceronte (l’animale che ha ucciso i genitori) e le due cattive zie. Svegliatosi dall’incubo si rende conto che i suoi amici hanno sbagliato strada, perchè si ritrovano in…Antartide. La colpa è di Centopiedi, che cercando di rimediare si ritrova a rischiare la vita, salvato solo dalla Signora Ragno. Quando la Grande Mela comincia ad essere qualcosa più di un miraggio, ecco che il rinoceronte che anni prima aveva ucciso i suoi genitori, si ripresenta e attacca James ed i suoi amici. Questa stavolta le cose vanno diversamente, perchè James lo sconfigge. Tuttavia perde contatto con i suoi amici animati e si ritrova a New York di nuovo in carne ed ossa. Nel giro di poco tempo il ragazzino si trova in cima ad uno degli edifici più importanti della città accompagnato dalla pesca. Dopo essere stato tratto in salvo e tornato a terra ecco che si ritrova davanti le zie. Tuttavia James ora ha deciso di affrontare la paura che lo ha sempre attanagliato nei confronti delle zie e davanti a tutti denuncia le vessazioni che ha dovuto subire da quando è andato a vivere con loro. Le zie provano a zittirlo e arrivano a schiaffeggiarlo, ma a questo punto gli insetti si ripalesano e le fermano, consentendo poi alla polizia di intervenire e arrestarle. A questo punto James e i suoi amici decidono di dare modo a chi lo vuole di mangiare il frutto. La fine della pellicola vede il ragazzo che vive con i suoi amici nel nocciolo del frutto, che nel frattempo è diventata una casa e che si trova niente meno che a Central Park. James ha finalmente una famiglia che gli vuole bene e che si prende cura di lui, senza contare il fatto che il suo sogno di vivere a New York è finalmente diventato realtà.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori