RAGAZZE VINCENTI/ Su Rete 4 il film con Geena Davis e Lori Petty, alla regia Penny Marshall. Le curiosità sulla pellicola (oggi, 24 luglio 2016)

- La Redazione

Ragazze vincenti, il film in onda su Rete 4 oggi, domenica 24 luglio 2016. Nel cast: Geena Davis e Lori Petty, alla regia Penny Marshall. La trama del film nel dettaglio.

Foto-Mediaset_new
film

Ragazze vincenti andrà in onda su Rete 4 oggi, domenica 24 luglio 2016, alle 14.20. La pellicola è stata girata interamente in America con le location di ripresa che hanno visto lo stato dell’Indiana vero protagonista. Il film al botteghino si è ben comportato triplicando le risorse messe a disposizione dalla produzione (circa 40 milioni di dollari), e incassando in tutto il mondo la straordinaria cifra di 110 milioni di dollari. La pellicola si segnala anche per l’interpretazione di Madonna, che grazie al film (dove interpreta Mae) raggiunge, una notorietà internazionale. Nel 2012 la pellicola è stata inserita nell’importante libreria del congresso Americano, guadagnando così quella legittimazione che solo i più importanti lavori cinematografici hanno.

, è il film in onda su rete 4 oggi, domenica 24 luglio 2016 alle ore 14:20. Commedia con chiari accenni sportivi, Ragazze Vincenti è un lavoro cinematografico prodotto nel lontano 1992 negli Stati Uniti D’America dalla Columbia Pictures Corporation unitamente alla Parkway Productions, che vedeva nel ruolo di produttore esecutivo Elliot Abbott e Robert Greenhut. Il film è stato diretto da Penny Marshall si basava su un soggetto di Kim Wilson e godeva dell’importante apporto nel campo musicale di Louise Veronica Ciccone in arte Madonna. Ottimo il cast che vedeva tra gli altri la partecipazione nei ruoli principali di Geena Davis, Lori Petty, Tom Hanks e la stessa diva musicale che nella pellicola interpretava Mae Mordabito. Il film è stato già visto parecchie volte sui piccoli schermi televisivi del bel paese, non gode per questo motivo dell’appellativo di prima TV. Ma ecco la trama del film nel dettaglio.

Il film ripercorre le gesta di alcune donne impegnate nel periodo della guerra in un campionato di baseball femminile. La scelta di portare aventi la competizione era da ricondurre alla mancanza di giocatori maschi, correva infatti il 1943 e il paese americano era nel suo massimo sforzo bellico, legato alla seconda guerra mondiale. Un imprenditore dolciario animato da spirito sportivo, e soprattutto con la voglia di non lasciare la sua nazione senza il suo sport preferito, sponsorizzo il campionato, campionato nel quale presero parte migliaia di giovani donne. La competizione iniziò tra lo scetticismo generale, con gli uomini incapaci di pensare che il gentil sesso potesse riuscire a farsi onore in uno sport tipicamente maschile. La storia analizza con dovizia di particolari la vera rivalità tra due sorelle Kit e Dottie Keller (interpretate da Geena Davis, Lori Petty) che dopo aver esordito nella stessa squadra, allenata da un bisbetico personaggio dedito all’alcool, Jimmy Dugan (al secolo Tom Hanks), vengono separate da quest’ultimo, poiché la loro concorrenza nuoce a tutto lo spogliatoio. Le due sorelle comunque si fanno onore nelle loro rispettive squadre di appartenenza, e riescono a portare i loro team alla finale nazionale. Nella partita che sarà trasmessa da tutti i network americani le due sorelle danno il meglio di loro, sia sotto il profilo psicologico che sotto quello prettamente sportivo. Alla fine la vittoria arriderà alla meno dotata delle due sotto il profilo sportivo, quella Kit che diventerà la paladina dello sport non professionistico americano, e che soprattutto fornirà a tutti gli americani la possibilità di pensare alla loro vita con il necessario ottimismo che quei tempi bui imponeva. La pellicola finisce con le ragazze che svariati anni dopo si rincontrano in una festa celebrativa, lo scopo è quello di rivivere le gesta che hanno appassionato una nazione, e che soprattutto hanno fornito agli americani un motivo per affrontare gli anni della guerra con lo svago che solo lo sport sa offrire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori