CASTLE 8 / Anticipazioni puntate 6 e 13 luglio 2016: indagini su una celebrità morta dopo aver interpretato l’Amleto

- La Redazione

Castle 8 anticipazioni di mercoledì 6 luglio 2016, su Fox in prima Tv assoluta. Un uomo viene avvelenato e dichiarato morto, ma “resuscita”. Quando succede la seconda volta, per Castle…

Castle_8
Castle 8 in prima Tv su Rai 2

“Molto rumore per un omicidio” è il titolo della puntata di Castle 8 che verrà trasmessa settimana prossima su Fox. Nell’episodio che andrà in onda mercoledì 13 luglio 2016, il ventesimo di questa stagione, vedremo Castle e Backett unire le forze per trovare il killer di una celebrità che stava interpretando l’Amleto. Nel frattempo Kevin si concentrerà sui giochi dell’asilo della figlia. L’episodio, scritto da Andrew W. Marlowe e Christine Roum, è stato diretto da Hanelle M. Culpepper.

Nella seconda serata di oggi, mercoledì 6 luglio 2016, la Fox trasmetterà un nuovo episodio di Castle 8, in prima Tv assoluta. La puntata che andrà in onda è la diciannovesima, dal titolo “Morto di nuovo“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la settimana scorsa: Hayley (Toks Olagundoye) e Marcus Janek (Billy Ray Gallion) ricevono l’incarico da Bryce Robert (Oliver Muirhead), il loro ex capo dell’MI6, di introdursi nella Monsters Energy ed installare uno spyware per conto di un cliente che vuole verificare il tradimento della moglie. Una volta lì, Marcus ed Hayley assistono ad un approccio di Ned Werner (David Hoffman) con una misteriosa donna bionda. Marcus decide inoltre di rimanere all’interno dell’edificio anche una volta finito il lavoro ed al mattino viene ritrovato morto. Intanto, Castle (Nathan Fillion) diventa il bersaglio dell’ira di Beckett (Stana Katic) per un tradimento avvenuto nei suoi sogni. La squadra inizia ad indagare sul caso ed Hayley, scoperto che la vittima è Marcus, finge di voler assistere all’abilità di Castle sul campo per poter scoprire che cosa sia successo. In base all’orario fermo sull’orologio, Hayley scopre l’orario in cui è stato ucciso ed elimina le proprie impronte con una finta goffaggine da una scatola di mentine che lei stessa aveva dato a Marcus. Per Ryan (Seamus Dever) è chiaro che sia stato ucciso da un complice ed Hayley decide quindi di chiedere spiegazioni a Bryce, scoprendo che l’incarico che le aveva assegnato è in realtà falso. In seguito al codice 44 che le viene comunicato, Hayley si precipita a casa per fare le valige ed allontanarsi dalla città, ma viene interrotta da Alexis (Molly C. Quinn) che scoperto cosa sta succedendo, la invita a confidarsi con Castle e Beckett. Intanto, la squadra interroga Werner e dopo alcune negazioni iniziali ed un’opera di convincimento di Hayley, confessa di essere stato in ufficio con una ragazza di cui però conosce solo il nome, Karla (Bree Williamson). Il Capitano capisce che potrebbe essere rimasta nell’azienda dopo l’uscita di Werner ed Hayley decide di rivelarle la verità sulla missione della notte precedente. Non appena decidono di parlare con Bryce, scoprono però che è stato ucciso e subito dopo Hayley riceve 10 milioni di dollari sul conto. Castle capisce subito che è stata coinvolta perchè diventi un capro espiatorio, proprio nel momento stesso in cui l’FBI apre un fascicolo per attacco terroristico in seguito all’assenza di luce in tutta Londra, provocato dal virus installato da Hayley. Castle e Beckett decidono di nascondere Hayley perché non venga arrestata, mentre la squadra individua la vera identità di Karla. La ragazza rivela di essere stata incaricata di bypassare la protezione dell’azienda perché il virus potesse essere immesso. Analizzando il codice, Hayley scopre che il mandante è Wesley Connors (Aaron McCusker), il suo ex partner che credeva morto. Nel frattempo, Hayley affronta Wes, ma viene catturata e torturata. La squadra raggiunge poco dopo per liberarla, grazie ad una soffiata dell’MI6. Wes viene ucciso durante lo scontro a fuoco ed Hayley alla fine riesce a ripristinare il problema energetico di Londra.

La squadra indaga su uno strano caso di morte apparente. L’ispettore Alan Masters è stato avvelenato con delle pillole, sostituite a quelle che assumeva abitualmente, e Lanie lo classificato inizialmente come morto. In realtà Alan si risveglia poco dopo e misteriosamente in buona salute. Al secondo attentato in cui sopravvive, Castle si convince che Alan sia in realtà dotato di super poteri. Secondo Alan il killer potrebbe essere qualcuno a cui ha fatto una multa di recente, particolare che porta la squadra a scoprire che la mafia potrebbe essere coinvolta. Intanto, Vikram fa alcuni passi in avanti sul caso Loksat, riuscendo a scoprire un collegamento grazie ad un episodio capitato a Castle.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori