Martin Castrogiovanni/ La vita dopo il rugby, tra malattia e televisione (La vita è una figata!)

- Carmine Massimo Balsamo

Martin Castrogiovanni, ex rugbista e conduttore televisivo, sarà tra gli ospiti della nuova puntata di La vita è una figata!, condotto da Bebe Vio in onda su Rai Uno

martin_castrogiovanni_instagram
Martin Castrogiovanni

Martin Castrogiovanni tra gli ospiti di La Vita è una figata, programma condotto da Bebe Vio in onda oggi 29 ottobre 2017 su Rai Uno a partire dalle 17.45. L’ex rugbista verrà intervistato dalla campionessa paraolimpica e si racconterà, tra problemi superati e nuove avventure. Nato in Argentina da famiglia di origine italiana, Martin Leandro Castrogiovanni è stato tra gli esponenti principali in Italia del rugby, ruolo di pilone: insieme a Sergio Parisse è stato il terzo giocatore a raggiungere le cento presenze nella Nazionale italiana, preceduto solo da Alessandro Troncon e Andrea Lo Cicero. Dopo diversi anni di carriera, tra Italia ed estero, nel 2016 ha deciso di ritirarsi dal rugby per motivi di salute, giocando la sua ultima partita con il Club Atlético Estudiantes di Paranà, la squadra con cui aveva iniziato a giocare. E da poco tempo ha iniziato la sua nuova avventura, quella televisiva: dopo aver partecipato a Ballando con le stelle ad inizio 2017, è diventato co-conduttore, insieme a Belen Rodriguez ed Alessio Sakara, di Tu si que vales, talent show in onda su Canale Cinque.

MARTIN CASTROGIOVANNI E LA MALATTIA

Il ritiro dal rugby all’età di 35 anni è stato causato da un problema di salute, di cui Martin Castrogiovanni ha parlato poco tempo fa: un neurinoma del plesso lombare, forma tumorale benigna. Intervistato recentemente da Repubblica, l’ex rugbista ha parlato del suo coming out, avvenuto nel corso della partecipazione a Ballando con le stelle: “Ne ho parlato e non dovevo. Quando parli di queste cose in tv vieni frainteso. In fondo ho avuto una grande paura ma sono stato fortunato, non ho avuto niente. I veri campiono sono i bambini che combattono ogni giorno e qualcuno non ce la fa. Non è mi mai piaciuto parlare di cose personali, perché alla fine quello che dici viene ‘venduto’, fa scalpore la notizia. E non mi piace”. Soprattutto perchè è stato frainteso il suo intento: “No, ma in tv viene tutto amplificato e frainteso. Ripeto sono fortunato, altri no”. Per fortuna un problema risolto per Martin Castrogiovanni, che ha deciso di intraprendere l’avventura televisiva da conduttore e non solo…

LA NUOVA CARRIERA IN TV

Martin Castrogiovanni, ai microfoni di Repubblica, ha parlato della sua scelta di intraprendere il percorso televisivo: “Perché sono una persona curiosa, non lo faccio per la popolarità e anche il rugby non l’ho fatto per quello. La tv mi ha fatto conoscere come persona, venivo dallo sport e tanta gente mi ha conosciuto per quello che ho fatto. Se oggi sono quello che sono è anche grazie allo sport”. L’ex rugbista ha sottolineato che “in tv mi sento me stesso”, per poi analizzare l’avventura con Tu si que vales: “Sono insieme ad Alessio Sakara e a Belén, è un’esperienza molto bella e mi sto divertendo tantissimo, poi da lì se voglio fare altre cose sono nel posto giusto, no? Ci sono Maria De Filippi, Gerry Scotti, Mammuccari, gente che ha più di vent’anni di esperienza. Io posso solo imparare”. Da rugbista a conduttore a… attore? “Perché no? Ho interpretato un piccolo ruolo nel film Finché giudice non ci separi . Nel cast tra i protagonisti c’è Simone Montedoro, con cui avevo fatto Ballando con le stelle. Molto divertente, se c’è il film giusto e posso farlo, lo farei volentieri. Mai tirarsi indietro”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori