NINO FRASSICA/ La grande stima per Renzo Arbore: ecco la differenza tra lui e me.. (Indietro tutta 30 e l’ode)

- Morgan K. Barraco

Questa sera rivedremo Nino Frassica a Indietro tutta 30 e l’ode insieme all’amico e mentore Renzo Arbore. Nella puntata di questa sera di Rai2 ripercorremo le gag più esilaranti del comico 

nino_frassica_shooting_facebook_2017
Nino Frassica, Con il cuore nel nome di Francesco

Nino Frassica riabbraccia Renzo Arbore a Indietro tutta – 30 e l’Ode. Il noto comico ha voluto ancora una volta dimostrare tutta la sua stima nei confronti del collega più grande che ha definito un vero e proprio monumento. In un’intervista a Vanity Fair infatti il comico ha voluto sottolineare: “In questi anni ci hanno chiamato entrambi per delle ospitate, ma mai per una trasmissione vera e propria. La differenza tra me e lui è che Renzo Arbore è un monumento. Io mi butto e accetto di fare anche programmi medi. La sua bellezza sta nel fatto che lui non si è mai ripetuto, non ha cavalcato l’onda del successo. Io temo però che in passato qualche direttore non sia stato in graod di capirne la creatività”. Di certo sono parole che faranno piacere a Renzo Arbore che ha un rapporto incredibilmente affettuoso con Nino Frassica e questo programma lo dimostra ancora una volta. (agg. di Matteo Fantozzi)

L’11 DICEMBRE HA COMPIUTO 67 ANNI

Nino Frassica torna in televisione a Indietro tutta 30 e l’Ode con l’amico Renzo Arbore. Proprio due giorni fa il noto comico ha compiuto sessantasette anni, visto che è nato l’11 dicembre del 1950. Il pubblico lo ha letteralmente travolto di affetto, dimostrando come tanti anni di onorata carriera abbiano creato anche una risposta da parte di un pubblico che praticamente lo adora. Le risposte non sono tardate ad arrivare con tanti messaggi di stima e la voglia di comunicare a Nino Frassica quanto affetto c’è nei suoi confronti. L’artista ha risposto su Twitter, ringraziando tutti e postando anche una simpatica foto che lo ritrae con un cappellino da festa in testa. Staremo a vedere se stasera Renzo Arbore si sarà inventato qualcosa per festeggiarlo a Indietro tutta – 30 e l’Ode. Di sicuro sarà un piacere rivederli insieme perché sono due personaggi che hanno fatto grande il nostro mondo dello spettacolo. (agg. di Matteo Fantozzi)

CANTANTE PER LO ZECCHINO D’ORO

Ormai volto storico di Che tempo che fa, Nino Frassica ha compiuto in questi giorni 67 anni ed è ancora uno dei comici più attuali del panorama italiano. Forte di una carriera che affonda le radici negli anni ’80, è ritornato di recente a rivestire i panni di cantante grazie al ruolo di super ospite della 60esima edizione dello Zecchino d’Oro, in cui ha cantato Popoff, un brano del ’67 che fa parte del repertorio storico della kermesse per bambini e che conquistò il pubblico grazie all’interpretazione dell’allora piccolissimo Walter Brugiolo. Questa sera, mercoledì 13 dicembre 2017, Nino Frassica si unirà ancora una volta con il mentore Renzo Arbore per una rievocazione commovente di Indietro Tutta – 30 e l’Ode, uno speciale che vedrà comico e conduttore fianco a fianco per rievocare i bei tempi della tv satirica di fine anni ’80, quando ai due venne affidato il timone di uno degli show di Rai 2 che fecero la storia. Frassica e Arbore commenteranno infatti gli spezzoni selezionati da Andrea Delogiu grazie ad un format innovativo, che li vedrà analizzare gli sketch che hanno fatto la storia della televisione italiana e che ha il merito di aver precorso i tempi grazie a tormentoni ironici come lo spot “Cacao Meravigliao” e raccogliendo in studio numerosi ospiti.

NINO FRASSICA E QUEL MESSAGGIO IN SEGRETERIA AD ARBORE

La rievocazione di Indietro tutta grazie allo Speciale 30 e l’Ode non è l’unico format vincente che Nino Frassica ha rispolverato in questi mesi. Si tratta infatti del suo testo Il libro di Sani Gesualdi, una pubblicazione dell’85 incentrata sul suo personaggio frate Antonino da Scasazza e che comprende anche il capitolo successivo Terzesimo Libro di Sani Gesualdi. Il comico ha pubblicato proprio quest’anno una rivisitazione del suo primo testo, con il titolo Sani Gesualdi Superstar, editore Mondadori e arricchito di diverse pagine inediti e di una rivisitazione del classico. Anche in questo caso il legame con Renzo Arbore è evidente, dato che quel particolare personaggio esordì con il volto di Nino Frassica nel programma televisivo Quelli della notte. L’unione fra il comico e il conduttore del resto risale agli anni ’80, quando Frassica lascia un messaggio curioso sulla segreteria telefonica dello showman, affermando di essere “un mio ammiratore, al tre stacco”. Un messaggio breve, ma che racchiude la comicità del messinese e che gli è valsa la futura carriera rosea mantenuta in auge fino ad oggi.

LA LUNGA CARRIERA DEL COMICO DI MESSINA

Nino Frassica nasce l’11 dicembre del 1950 a Messina e la sua passione per il teatro nasce in età giovanile. Appena 23enne e con all’attivo un anno di studi al Piccolo Teatro di Milano, lascia un messaggio ironico nella segreteria di Renzo Arbore che gli vale la prima presenza televisiva grazie al film “FF.SS.” – Cioè: “…che mi hai portato a fare sopra a Posillipo se non mi vuoi più bene?”, diretto dallo stesso conduttore e in cui interpreta la parte di un tecnico della fantomatica rete televisiva locale Tele Ottaviano. Dopo aver cavalcato l’onda di successo e diventato conduttore di Indietro tutta!, Frassica partecipa negli anni successivi a trasmissioni come Fantastico, Scommettiamo che e Acqua calda, per poi approdare a fine anni ’90 nella fiction Don Matteo al fianco di Flavio Insinna e nei panni del Maresciallo Cecchini. Negli anni a seguire alterna televisione, con fiction come I Cesaroni, L’Ispettore Coliandro e il recente Il coraggio di vincere, a programmi come Altrimenti ci arrabbiamo, L’anno che verrà e l’attuale partecipazione a Che tempo che fa, dove affianca alla conduzione il timoniere storico Fabio Fazio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori