Alessio Bernabei/ Video “Nel mezzo di un applauso”: difficile la vittoria, ma c’è aria di riscatto (Finale Festival di Sanremo 2017)

- La Redazione

Nella finale del Festival di Sanremo 2017 in programma stasera troveremo anche Alessio Bernabei, con la sua canzone “Nel mezzo di un applauso”, molto apprezzato sul web

alessio_bernabei
alessio bernabei

Sarà molto difficile vedere Alessio Bernabei vincere il Festival di Sanremo 2017, ma l’artista ex frontman dei Dear Jack ha grande voglia di riscatto. Questo perchè il ragazzo è stato aspramente criticato dopo la gara delle cover, dove a detta di qualcuno ha sbagliato proprio la scelta del suo pezzo. Oggi però si torna a cantare ”Nel mezzo di un applauso” e la volontà è quella di far capire che nonostante magari Alessio Bernabei non vincerà la kermesse della musica italiana se l’è giocata alla pari con tutti anche grazie a una voce importante oltre che a un testo scritto bene e pieno di impegno di chi ci ha lavorato a lungo attorno. Staremo a vedere poi in che posizione arriverà questo semplice ragazzo di grande talento.

Chi sono “le bernabelle”? Semplice: le fan di Alessio Bernabei, arrivato un po’ incredulo anche lui alla finalissima di questa sera. E non sono poche a quanto pare. Benché giovane e con una schiera di fan ancora più giovani, in una intervista a Radio Italia Alessio dichiara tutto il suo disappunto per l’eliminazione di mostri sacri come Al Bano e Ron. Sembra l’indicazione di uno svecchiamento di Sanremo: largo ai giovani. Ma per Alessio se anche fosse così la loro eliminazione non è giustificata: “Sono sconvolto dalla loro uscita. Al Bano ha oltre 30 anni di carriera alle spalle. L’unica spiegazione che mi sono dato e che noi giovani siamo usciti dai talent, i nostri fan quindi sono abituati a votare. Forse questo ha fatto la differenza”. Alessio rivela anche qual è il segreto del suo stile compositivo: far ascoltare i brani che scrive in anteprima alla mamma. Se non le piacciono, li modifica, spiega. E comunque rivela di aver un rispetto per il festival che lo ospita che molti giovani non hanno: “Non solo i concerti sono vita, anche Sanremo è vita” dice.

Nella finale del Festival di Sanremo 2017 in programma stasera troveremo anche Alessio Bernabei, con la sua canzone “Nel mezzo di un applauso”. Che l’ex cantante dei Dear Jack sia uno dei cantanti del momento più apprezzati dai giovanissimi è cosa nota. D’altronde, si sa, gli artisti che escono dai talent show riescono a catalizzare su di sé i riflettori. Una cosa è certa, però, anche in occasione dell’esibizione di ieri sera (clicca qui per il video), Alessio Bernabei ha dimostrato di essere molto maturato in questo ultimo periodo e di non aver alcun genere di problema ad affrontare un palco difficile come quello dell’Ariston. Come al solito, al termine dell’esibizione non sono mancati gli applausi da parte del pubblico presente in sala.

Sul web Alessio Bernabei pare essere uno dei favoriti anche se c’è da tenere conto del fatto che in lizza per la vittoria ci sono artisti del calibro di Fiorella Mannoia, Paola Turci e Francesco Gabbani. Al netto di ciò, dopo l’esibizione di ieri è apparso chiaro che Bernabei ha molto potenziale e che, indipendentemente dalla classifica, la sua è una strada letteralmente spiantata verso il successo radiofonico. Cosa succederà, quindi, questa sera? Formulare ipotesi non è affatto semplice, soprattutto per quanto riguarda Alessio Bernabei. A influire molto sarà il televoto e, quindi, se Alessio Bernabei riuscirà a smuovere le sue fans non è affatto remota l’ipotesi di un suo buon piazzamento. Che Bernabei possa vincere il festival? Un’affermazione simile, almeno per adesso, appare piuttosto azzardata. Tuttavia il cantante ha ottenuto ancora un’ottima visibilità e ha avuto l’occasione di esibirsi sul palcoscenico più importante per un cantante italiano. A questo punto, quindi, non ci resta da fare altro che attendere la messa in onda della puntata finale del Festival. Carlo Conti e Maria De Filippi questa sera incoroneranno il vincitore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori