IL BORGO DEI BORGHI 2017/ Vincitore: Venzone! Costiera amalfitana solo terza, le bellezze di Conca dei Marini

- Maria Ravanelli

Vincitore Il borgo dei borghi 2017: chi ha vinto? Venzone, comune che sorge in provincia di Udine in Friuli Venezia Giulia. Il ringraziamento di Camila al pubblico di Rai 3.

Camila_Raznovich_LaPresse
Camila Raznovich - La Presse

Conca dei Marini, comune di soli 724 abitanti sulla Costiera Amalfitana, è arrivato “solo” terzo nella classifica dei borghi più belli d’Italia stilata ieri nella puntata speciale di Kilimangiaro che ha eletto “Il borgo dei borghi 2017”. Una medaglia di bronzo che sembra andare un po’ strettina a questa località, visti i suoi meravigliosi scorci e le sue prelibatezze enogastronimiche. Per scoprirli basta dare un’occhiata alle immagini che ci offre Instagram cercando l’hashtag “#concadeimarini”. Mare cristallino in cui si tuffano maestose rocce e spiagge incantevoli, senza dimenticare il centro abitato o la vegetazione dai colori meravigliosi. Anche il palato vuole la sua parte e si può iniziare a farsi venire l’acquolina in bocca guardando la santarosa della Pasticceria Pansa o dei golosi spaghetti con le cozze cucinati in loco: clicca qui per vedere tutti gli scatti di Conca dei Marini. (Aggiornamento di Linda Irico)

Il borgo dei borghi 2017 proclamato ieri nella speciale puntata di Kilimangiaro è Venzone in provincia di Udine ma sul secondo scalino del podio troviamo Arquà Petrarca, comune in provincia di Padova che si trova ai piedi del Monte Piccolo e del Monte Ventolone, nei Colli Euganei. In questi giorni di Pasqua molti sono andati lì per passare le feste e sono diverse le foto pubblicate su Instagram nelle ultime ore che ci mostrano gli scorci più belli di questa borgata attraverso le immagini scattate da chi è lì per goderne la bellezza: dai vigneti al Laghetto della Costa, uno dei siti palafitticoli preistorici attorno alle Alpi, dal 2011 nell’elenco del patrimonio dell’umanità dell’UNESCO, passando per lo splendido centro storico e i meravigliosi giardini. Il comune, che ha sfiorato la vittoria, deve il suo nome al celebre poeta Francesco Petrarca, che morì qui sui Colli Euganei nel 1374. Clicca qui per vedere le foto di Arquà Petrarca. (Aggiornamento di Linda Irico)

Quest’anno il Sud non avrà vinto il primo posto de Il Borgo dei Borghi ma sicuramente ha dominato la classifica, soprattutto nei primi dieci posti. Venzone ha portato a casa la palma della vittoria sicuramente per via di quello che rappresenta, la perfetta ricostruzione post terremoto, ma altri borghi sono arrivati alla soglia della vittoria per poi finire fuori dal podio. Il Sud sale sul podio e lo fa con il terzo classificato, Conca dei Marini, in provincia di Salerno. Ma anche la maggior parte dei dieci primi posti vanno proprio al Sud visto che il quarto va in Puglia, ad Otranto, in particolare, il quinto in Sicilia, a Castiglione, in provincia di Catania, il sesto in Calabria in un piccolo paesino della provincia cosentina, Fiumefreddo Bruzio, il settimo in Basilicata, a Castelmezzano e il nono va in Molise, a Mastrogirardi (provincia di Isernia).

Il Borgo dei Borghi 2017 è Venzone, il piccolo centro in provincia di Udine che è riuscito a sbaragliare la concorrenza ma, soprattutto, è diventato esempio di ricostruzione e di rivalsa dopo il terremoto del 76. Venzone non è solo il Borgo dei Borghi ma anche quello che è riuscito a fare della ricostruzione la sua forza e pensando alla prossima edizione non si può far altro che sperare che altri comuni al momento distrutti e devastati dal terremoto possano gareggiare seguendo proprio le orme di Venzone. In particolare, proprio sulla pagina Twitter del programma Kilimangiaro si legge: “Nella prossima edizione vogliamo in gara i borghi distrutti dal #terremoto, li vogliamo ricostruiti e belli come prima!” #IlBorgoDeiBorghi”. Clicca qui per vedere la foto e il tweet postato alla fine della puntata di ieri e dopo l’incoronazione di Venzone. 

Abbiamo assistito su Rai Tre al programma Il Borgo dei Borghi 2017 che ha visto vincere Venzone un comune in provincia di Udine in Friuli Venezia Giulia. Sicuramente il piccolo comune ha riscosso grandissimo successo per le meraviglie naturali che offre e la presenza di una flora e di una fauna davvero speciale. Alla fine della serata de Il Borgo dei Borghi la conduttrice Camila Raznovich ha voluto ringraziare il pubblico di Rai Tre e de Alle falde del Kilimangiaro che ha seguito con attenzione la trasmissione. Sulla pagina di Facebook del Kilimangiaro possiamo leggere: “Grazie per essere stati con noi! Complimenti a tutti i borghi in gara, pilastri di bellezza del nostro paese. Al prossimo anno. Cami”, clicca qui per la foto e per i commenti dei follower. (agg. di Matteo Fantozzi)

Solo tre località sono rimasti in gara per il titolo di Borgo dei borghi 2017: si tratta di Arquà Petrarca (Veneto), Conca dei Marini (Campania) e Venzone (Friuli-Venezia Giulia). Ritroviamo Camila ad Anagni, per raccogliere la busta di Philippe Daverio. La Raznovich annuncia quindi la terza posizione della classifica, occupata da Conca dei Marini, in provincia id Salerno, una della località della Costiera amalfitana. La conduttrice svela i voti dei giudici: la Bowerman per Otranto, Tozzi per Venzone e Daverio per Arquà Petrarca. Quest’ultimo borgo, che si trova in provincia di Padova, scopriamo che è il secondo classificato. Quindi ciò vuol dire che il Borgo dei borghi 2017 è Venzone, in provincia di Udine. (aggiornamento di Bruno Zampetti)

Camila Raznovich torna ad Anagni, per parlare con Philippe Daverio, dell’episodio dello schiaffo di Anagni. Scopriamo quindi che la posizione numero 7 è occupata da Castelmezzano, in provincia di Potenza. Al sesto posto troviamo invece Fiumefreddo Bruzio, in provincia di Cosenza. Ritroviamo Camila a Populonia con Tozzi in un parco archeologico, nei pressi di una tomba etrusca. Il geologo porge alla conduttrice una busta con all’interno il suo voto. Si prosegue con la classifica. Al quinto posto troviamo Castiglione di Sicilia, in provincia di Catania. Ritroviamo quindi Camila in barca a largo delle Cinque terre, dove la Bowerman le consegna la sua busta. Al quarto posto della classifica troviamo Otranto, in provincia di Lecce. (aggiornamento di Bruno Zampetti)

Fuori dalla top ten de Il borgo dei borghi c’è anche Panicale, in provincia di Perugia. Ritroviamo Camila Raznovich a Populonia con Mario Tozzi, che parla delle mura delle città. Scopriamo quindi chi occupa la decima posizione della classifica: Castel Gandolfo, in provincia di Roma. Davanti, al nono posto, c’è Vastogirardi, in provincia di Isernia. Poco dopo Camila è di nuovo a Monterosso, con la chef Bowerman, per parlare della tradizione in cucina. Viene poi annunciata la posizione numero 8: Montecassiano, in provincia di Macerata. (aggiornamento di Bruno Zampetti)

La posizione numero 15 della classifica del borgo dei borghi è occupata da Rocca San Giovanni, in provincia di Chieti. Ritroviamo quindi Camila Raznovich ad Anagni, in provincia di Frosinone, insieme a Philippe Daverio. Viene poi annunciata la posizione numero 14: Canale di Tenno, in provincia di Trento. Davanti a questo borgo troviamo Zavattarello, in provincia di Pavia. Si avvicina la top ten: al suo interno si nasconde il nome del vincitore di quest’anno. Non ne fan però parte Suvereto, in provincia di Livorno, che si deve accontentare del dodicesimo posto (aggiornamento di Bruno Zampetti)

Dopo le prime rivelazioni sulla classifica, quasi delle “eliminazioni”, in gara restano diciotto località. Tra di loro si nasconde il borgo dei borghi 2017. Gressan e Montegridolfo sono fuori gara e quindi anche Valle d’Aosta ed Emilia Romagna. Camila Raznovich annuncia la posizione numero 18, occupata da La Maddalena, nota località sarda. La conduttrice si sposta poi a Monterosso, in Liguria, per andare in cerca della Bowerman, dove ci fa scoprire chi c’è al diciassettesimo posto della classifica: Tellaro, in provincia della Spezia. Camila incontra quindi la nota chef. Scopriamo poi le posizioni 16 e 15 della classifica. La prima occupata da Orta San Giulio, in provincia di Novara. (aggiornamento di Bruno Zampetti)

Su Rai 3 è cominciata la finale de Il borgo dei borghi, il concorso legato alla trasmissione Alle falde del Kilimangiaro. Nell’anteprima vediamo le immagini delle venti località che si contenderanno il titolo del borgo più bello d’Italia per quest’anno, presentate da Virginie Vassart. Oltre al voto del pubblico da casa, è stato importante quello dei giudici Mario Tozzi, Cristina Bowerman e Philippe Daverio. Camila Raznovich dà quindi il via alla classifica dei borghi, partendo dal fondo. Al ventesimo posto si piazza Gressan, comune in provincia di Aosta. La posizione 19 è invece occupata da Montegridolfo, in Romagna. (aggiornamento di Bruno Zampetti)

Kilimangiaro chiude la stagione incoronando in prima serata il Borgo d’Italia più bello del 2017. Camila Raznovich nella serata di Pasqua, domenica 16 aprile alle 21.00, presenta infatti questa attesa finale su RaiTre accanto ad una giuria di esperti composta dalla chef stellata Cristina Bowermann, dallo storico dell’arte Philippe Daverio e dal geologo Mario Tozzi. Ma come agiranno in giurati per scegliere il loro vincitore? Oltre ad esprimere il proprio voto, i tre accompagneranno la conduttrice alla scoperta dei loro tre “campi”: con la chef Cristina Bowermann si andrà alla ricerca dei piatti che rappresentano la genuinità dei vari territori italiani; con Philippe Daverio si arriverò ad esplorare alcuni preziosi elementi artistici del territorio italiano, infine con Mario Tozzi si visiterà un tesoro naturale e paesaggistico.

Una prima serata molto speciale quella prevista per RaiTre. Va infatti in onda Il borgo dei borghi, lo show che vede in gara 20 località italiane appartenenti a 20 regioni troverà questa sera la proclamazione del vincitore, Chi si aggiudicherà l’ambito premio? Una grande festa quella di questa sera, volta a celebrare la bellezza dei piccoli centri del nostro Paese, spostando quindi l’attenzione dalle grandi città, quest’anno in linea con il Piano strategico del Turismo 2017-2022, durante il quale il Ministero dei Beni Culturali ha proclamato l’Anno dei Borghi, grande patrimonio (spesso sottovalutato) del nostro paese. Il vincitore della gara tra borghi sarà decretato dalla somma dei voti espressi on line sul sito web del Kilimangiaro e da una giuria di esperti, composta dalla chef Cristina Bowermann, dallo storico dell’arte Philippe Daverio e dal geologo Mario Tozzi. 

Questa sera su Rai3 il Borgo dei Borghi 2017 arriva alla sua conclusione e trova il suo vincitore. Il verdetto finale della sfida che vede in gioco 20 borghi e proposta nel corso dell’edizione annuale di Kilimangiaro, verrà annunciato da Camila Raznovich a partire dalle 21.00. Ci attende un doppio appuntamento in questo 16 aprile, giorno di Pasqua: l’ultima puntata della stagione va in diretta da Saxa Rubra a partire dalle 17.00 e lo speciale di prima serata con l’incoronazione de Il Borgo dei Borghi è previsto, sempre su Rai3, dalle 21.00. Ricordiamo che i Borghi che si contendono la vittoria sono Arquà Petrarca (Veneto), Canale di Tenno (Trentino Alto Adige), Castel Gandolfo (Lazio), Castelmezzano (Basilicata), Castiglione di Sicilia (Sicilia), Conca dei Marini (Campania), Fiumefreddo (Calabria), Gressan (Valle d’Aosta), La Maddalena (Sardegna), Montecassiano (Marche), Montegridolfo (Emilia Romagna), Orta San Giulio (Piemonte), Otranto (Puglia), Panicale (Umbria), Rocca San Giovanni (Abruzzo), Suvereto (Toscana), Tellaro (Liguria), Vastogirardi (Molise), Venzone (Friuli Venezia Giulia), Zavattarello (Lombardia).

Tradizioni, storia, cibo, cultura, colori, luoghi: questi gli ingredienti principali della prima serata di Rai 3, in compagnia de l’edizione 2017 de Il borgo dei borghi. La trasmissione, guidata da Camila Raznovich, andrà in scena con la finalissima proprio stasera, domenica 16 aprile 2017, giorno di Pasqua: il varietà di Che tempo che fa lascia dunque spazio ai meravigliosi luoghi che il nostro Paese ospita. Saranno in totale 20, uno per regione, i Comuni che si sfideranno per contendersi il primo posto del podio: nel corso dell’ultimo periodo, i telespettatori e gli appassionati hanno potuto esprimere la loro preferenza tramite il sito web di Kilimangiaro, ma per consegnare il verdetto si aggiungeranno anche i giudizi di tre esperti. Ci saranno infatti il geologo Mario Tozzi, lo storico dell’arte Philippe Daverio e la chef stellata Cristina Bowermann. Tutti e tre accompagneranno la conduttrice in veri e propri viaggi alla scoperta dei gioielli e delle meraviglie che i luoghi selezionati ospitano: curiosi di scoprine di più? Il video promo rilasciato dal Kilimangiaro su Twitter mostra alcune delle immagini in anteprima, tra paesini arroccati e splendide coste…

Andiamo dunque a scoprire quali saranno i Comuni che animeranno la serata finale de Il borgo dei borghi 2017, in ordine alfabetico: Arquà Petrarca per il Veneto, Canale di Tenno per il Trentino Alto Adige, Castel Gandolfo per il Lazio, Castelmezzano per la Basilicata, Castiglione di Sicilia per la Sicilia, Conca dei Marini per la Campania, Fiumefreddo per la Calabria, Gressan per la Valle d’Aosta, La Maddalena per la Sardegna, Montecassimo per le Marche, Montegridolfo per l’Emilia Romagna, Orta San Giulio per il Piemonte, Otranto per la Puglia, Panicale per L’Umbria, Rocca San Giovanni per l’Abruzzo, Suavereto per la Toscana, Tellaro per la Liguria, Vastogirardi per il Molise, Venzone per il Friuli Venezia Giulia e Zavatello per la Lombardia. Solo uno riuscirà ad aggiudicarsi la vittoria: a chi toccherà?

Il borgo dei borghi 2017 torna in scena sul piccolo schermo di Rai 3 con la finalissima: il pubblico non sta giù più nella pelle, desideroso di viaggiare per tutto lo Stivale alla scoperta di posti splendidi e di cui si ignorava, forse, anche l’esistenza. L’attesa, naturalmente, è legata anche alla proclamazione del vincitore: l’anno scorso, per l’edizione 2016, a trionfare è stato il comune di Sambuca in Sicilia. Sarà di nuovo un’isola a trionfare, in prime time? Oppure ci si sposterà sulla penisola? Lo stupore sarà certamente la sensazione predominante, di fronte alle numerose immagini che verranno mandate in onda: pronti a fare il tifo?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori