HOMO SAPIENS/ La band ritorna con ”Bella da morire” su Rai 1 (I migliori anni, 28 aprile 2017)

- Alessandra Pavone

Homo Sapiens, la band partecipa al varietà in onda questa sera su Rai 1. Condotto da Carlo Conti e Anna Tatangelo (I migliori anni, 28 aprile 2017)

carlo_conti_anna_tatangelo_i_migliori_anni_lapresse_2016
Valeria Altobelli alla corte di Carlo Conti a "Tale e Quale Show" (foto LaPresse)

Carlo Conti, che ha condotto nel febbraio 2017 la sua terza (e ultima, secondo le sue parole) edizione del Festival di Sanremo, non poteva farsi mancare per la prima puntata della nuova stagione de I Migliori Anni la band Homo Sapiens. L’occorrenza è infatti di quelle speciali: quarant’anni fa gli Homo Sapiens festeggiavano la vittoria della manifestazione canora più celebre entro i confini nazionali e all’estero grazie al brano ”Bella da morire”. Quindi questa sera, in prima serata, saranno chiamati a replicare il loro celebre successo dal vivo di fronte a milioni di spettatori da casa. 

Dopo la loro partecipazione alla prima puntata de I migliori anni, gli Homo Sapiens torneranno protagonisti in concerto con la data del 29 aprile. Per l’anniversario dei 40 anni dalla loro vittoria al Festival di Sanremo è previsto infatti nell’hinterland pistoiese, più precisamente a Ponte Buggianese, nella Dancing Universo, uno spettacolo che si preannuncia indimenticabile. Durante il concerto infatti, la band riproporrà tutti i suoi più grandi successi. Oltre a ”Bella da morire” infatti, gli Homo Sapiens intratterranno i loro fan eseguendo dal vivo altri loro celebri brani come ad esempio Tornerai Tornerò, Lei Lei Lei, Incancellabile, Due Mele e Pecos Bill. Infine, proporranno le rivisitazioni di oltre 30 successi della musica leggera italiana. 

Gli Homo Sapiens si sono formati nel 1966. La loro attività discografica ha inizio negli anni Settanta, precisamente nel 1971. La carriera, insieme, termina nel 1982, a seguito della crisi della discografia italiana. Gli storici componenti della band sono stati Marzio Mazzanti, Claudio Lumetta e Maurizio Nuti.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori