MEZZOGIORNO IN FAMIGLIA/ Oggi, 4 giugno, non va in onda: ecco perché

- Morgan K. Barraco

Mezzogiorno in famiglia non andrà in onda: al suo posto Rai 2 propone una delle fiction tedesche più amate dagli italiani: Un ciclone in convento. 

logo_rai_2_2017
il film commedia in prima serata su Rai 2

Chiude i battenti la stagione televisiva di Mezzogiorno in famiglia, in seguito alla finalissima andata in onda la scorsa settimana. Il Comune di Recco, in provincia di Genova, è riuscito ad accaparrarsi il tanto agognato pulmino giallo, sbaragliando l’avversario, il Comune di Quistello (Mantova). Una gara mozzafiato che ha portato il campione non solo a conquistare un punto di vantaggio nella prefinale, ma anche a colpire i rivale con diversi fendenti. Ovviamente il tutto a ritmo di musica, con balli e giochi e molto altro. Si chiude quindi anche lo spazio dedicato alle stelle ed al meraviglioso Oroscopo di Paolo Fox: il celebre astrologo continuerà tuttavia a regalarci le sue previsioni grazie agli altri canali tutt’ora in vigore. 

Orfano di uno dei programmi preferiti dagli italiani, Rai 2 proporrà nella sua tarda mattinata la fiction tedesca Un ciclone in convento. Dalle 11:20, la rete ammiraglia della Rai trasmetterà infatti due episodi dello show, intitolati “Metodi pirateschi” e “Il duello”. La serie mette al centro la figura del Sindaco di Kalthenthal, Wolfang Woller (Fritz Wepper), e la co-protagonista Lotte Albers (Jutta Speidel), in contrasto per garantire un futuro al convento del paese. Il Primo Cittadino vorrebbe infatti rimodernare la struttura per aprire un centro congressi che possa risollevare le sorti della cittadina, mentre Lotte scenderà in campo con tutto il suo impegno, complici le consorelle, per lasciare il convento intantto.

Il programma ha vissuto inoltre il suo debutto in Italia nel 2004, proseguendo la sua corsa verso il successo grazie alle 15 stagioni prodotte finora, ognuna da 13 episodi ciascuna. Attualmente in Germania sta andando in onda il sedicesimo ed ultimo capitolo, ancora inedito per quanto riguarda il nostro Paese. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori